The Very Proper Gander

Ripropongo qui una lettura della mia infanzia.

Not so very long ago there was a very fine gander. He was strong and smooth and beautiful and he spent most of his time singing to his wife and children.

One day somebody who saw him strutting up and down in his yard and singing remarked, "There is a very proper gander." An old hen overheard this and told her husband about it that night in the roost.

 "They said something about propaganda," she said. "I have always suspected that," said the rooster, and he went around the barnyard next day telling everybody that the very fine gander was a dangerous bird, more than likely a hawk in gander’s clothing.

A small brown hen remembered a time when at a great distance she had seen the gander talking with some hawks in the forest. "They were up to no good," she said.

A duck remembered that the gander had once told him he did not believe in anything. "He said to hell with the flag, too," said the duck.

A guinea hen recalled that she had once seen somebody who looked very much like the gander throw something that looked a great deal like a bomb.

Finally everybody snatched up sticks and stones and descended on the gander’s house.

He was strutting in his front yard, singing to his children and his wife. "There he is!" everybody cried. "Hawk-lover! Unbeliever! Flag-hater! Bomb-thrower!" So they set upon him and drove him out of the country.

 
Moral: Anybody who you or your wife thinks is going to over throw the government by violence must be driven out of the country.

James Thurber, 1940

Print Friendly
This entry was posted in Censura e controllo globale, mundus imaginalis and tagged , , , . Bookmark the permalink.

15 Responses to The Very Proper Gander

  1. audace12 says:

    Perugia, indagato un secondo imam

    Si tratta del capo spirituale della moschea di Pierantonio. Le sostanze tossiche ritrovate nell’abitazione dell’imam di Ponte Felcino proverrebbero dall’università di Perugia. La procura: nessuna piano terroristico verso specifiche strutture

    Perugia, 23 lug – (Adnkronos/Ign) – C’è anche l’imam di Pierantonio, in provincia di Perugia, Mohamed Al Absi, oltre a quello di Ponte Felcino arrestato sabato scorso, nell’inchiesta della procura di Perugia sulla presunta cellula terroristica del capoluogo umbro legata ad Al Qaeda.

    Stamattina le perquisizioni svolte nella piccola moschea di Pierantonio, un piccolo paese poco distante da Ponte Felcino, e nell’abitazione del suo imam hanno portato all’iscrizione nel registro degli indagati del capo spirtuale.

    Continua dunque l’indagine che sabato scorso aveva portato all’arresto dell’imam di Ponte Felcino, Mostapha El Koschi, e di suoi due connazionali, accusati di aver messo in piedi una ‘scuola’ di terrorismo. Mentre gli investigatori passano al vaglio i documenti ritrovati, le analisi sulle sostanze chimichetrovate nello scantinato dell’abitazione dell’imam di Ponte Felcino hanno rivelato che si tratta di sostanze altamente pericolose, come il potassio fosfato monobasico, il solfato amminio, l’acido ossalico, e che tutte proverrebbero dai laboratori dell’Università di Perugia.

    Proseguono inoltre le ricerchè del quarto uomo, anche lui di origini marocchine e raggiunto da ordinanza di custodia cautelate e di un tunisino del quale si sono perse le tracce da circa due anni. Il primo, 23 anni, è attualmente latitante ma gli investigatori ritengono di essere sulle sue tracce. La sua voce compare spesso tra quelle captate dalle intercettazioni ambientali della polizia e secondo gli inquirenti l’uomo, espulso dall’Italia il 22 marzo scorso, si troverebbere nel suo paese d’origine.

    . Il secondo uomo è invece un 42enne di origini tunisine che si troverebbe in Francia. Dalle indagini è emerso che spesso, in passato, aveva intrattenuto contatti personali e telefonici con Korchi. Ma non solo. Il tunisino era in contatto anche con un soggetto coinvolto in un’operazione di perquisizione e sequestro condotta nei pressi di Fallujah dalle forze della Coalizione internazionale e con un altro soggetto segnalato dalla polizia belga come riconducibile al Gicm, Gruppo Islamico Combattente Marocchino.

    Intanto dalla procura di Perugia smentiscono la possibilità di attentati immediati. ”Da un’analisi attenta delle risultanze investigative – si legge in una nota – non emerge al momento la sussistenza di potenziali, specifiche azioni criminali in danno di acquedotti, aeroporti o comunque luoghi identificati”.

  2. audace12 says:

    Fare piazza pulita!!!!

    Audace12

  3. utente anonimo says:

    Orrore! Quali atrocità si annidano in internet! Quali volgari pornografie è concesso a menti perverse di pubblicarvi! Il vostro è un sito di menzogna contro il Popolo Eletto, contro il diritto sionista a uno stato ebraico con capitale Gerusalemme!

    I nemici di Israele avranno quel che si meritano! Gli Eserciti di Jeovah vi renderanno polvere nel fuoco d’Inferno!

  4. utente anonimo says:

    Ma chi è il 3, una fetecchia di magdi?

    (“fetecchia”: traduzione “ad sensum” di “fake”)p

  5. kelebek says:

    Per “p” n. 4

    Beh, in effetti era troppo scemo per essere una fetecchia di Audace.

    Quindi la tua ipotesi è plausibile.

    Miguel Martinez

  6. p. e Miguel:

    ho scoperto recentemente che esiste anche un certo andrea sartori che è fetecchia di se stesso. non ha neanche il senso dell’umorismo di audace né il pathos di allam. potrebbe trattarsi di lui?

  7. Carina la storiella

  8. utente anonimo says:

    Di recente, barbara? Beata te.p

  9. utente anonimo says:

    Ma no, Sartori si firma, e poi lo stile e gli argomenti non sono per niente i suoi.

    Anche se è brutto parlare degli assenti, devo dire che Sartori mi sembra anche una persona intelligente: una di quelle che hanno completamente spento il cervello per stare dietro a un’ideologia (un trinariciuto allamista, ecco) ma prima o poi potrebbe sempre riaccenderlo.

    Non ce lo vedo ad arruolarsi in un fantomatico “esercito di Jeovah”.

    Paolo

  10. Per Miguel

    visto che c’eri potevi mettere anche i sottotitoli in aramaico.

    Malih Mohamed

  11. utente anonimo says:

    la cosa più bella ovviamente è la morale – “chiunque TE E TUA MOGLIE PENSATE … ”

    L.M.

  12. utente anonimo says:

    1940 …

    che fine ha fatto Thurber?

    Francesco

  13. kelebek says:

    Per Francesco n. 12

    Credo che sia diventato progressivamente cieco… negli ultimi anni usava un enorme pennarello bianco per disegnare le sue vignette su fogli di cartoncino nero.

    Miguel Martinez

  14. utente anonimo says:

    Bella soprattutto la morale della storia…

    Alberto

  15. utente anonimo says:

    Io pensavo che FDR lo avesse sbattuto dentro, quando ha deciso di portare il paese in guerra.

    E salvato il mondo dal nostro caro amico austriaco (non puoi non farmi giocare la HC nel 1940!) e, per inciso o sbaglio, larga parte del mondo dal seminarista georgiano.

    Francesco

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>