Voce fuori dal coro (II)

TERRORISMO: IADL OFFRE DIFESA LEGALE GRATUITA A IMAM PONTE FELCINO =

 Roma, 23 lug. – (Aki) – La Islamic Anti Defamation League (Iadl) ha offerto la difesa legale gratuita a Mostapha El Korchi, imam di Ponte Felcino, frazione di Perugia, e ai suoi due collaboratori, in seguito all’operazione condotta due giorni fa dalle forze dell’ordine denominata ‘Hammam’.

“Abbiamo inviato telegrammi in carcere ai tre fratelli imputati, ai quali abbiamo chiesto di scegliere il nostro collegio legale che sarà per loro completamente gratuito – spiega la portavoce della Iadl, Dacia Valent, ad AKI-ADNKRONOS INTERNATIONAL – Si tratta di un pool di grandi avvocati, creato per difendere i fratelli incarcerati con un’accusa devastante, composto da nomi del calibro di Ferdinando Imposimato (Presidente onorario aggiunto della suprema Corte di Cassazione), Carlo Corbucci e Vainer Burani, e abbiamo avviato anche una sottoscrizione per pagare le spese legali”.

Corbucci è un legale molto noto all’interno della comunità islamica per aver difeso quasi tutti gli imputati accusati di reati legati al terrorismo islamico.

Ha scritto su questo argomento un libro dal titolo: ‘Terrorismo islamico in Italia’, venduto in molte moschee e siti islamici del nostro paese. “Abbiamo messo in piedi un vero e proprio ‘dream team’ che sarà capace di affrontare queste accuse infamanti – conclude la Valent  – non solo per i tre fratelli in prigione, ma per la comunità musulmana tutta.

Riteniamo che i materiali chimici trovati in moschea siano in realtà additivi usati nel fitness e un medicinale usato nella cura contro il cancro. Noi crediamo nella presunzione di innocenza e nel diritto ad avere la miglior difesa possibile e per questo motivo siamo al fianco dei fratelli accusati”.

      (Ham/AKI)

23-LUG-07 10:50

Print Friendly
This entry was posted in islamofobia, Terrorismo realtà e mistificazione and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

97 Responses to Voce fuori dal coro (II)

  1. utente anonimo says:

    >Corbucci è un legale molto noto all’interno della comunità islamica per aver difeso quasi tutti gli imputati accusati di reati legati al terrorismo islamico.< Essendo un convertito all’Islam lui stesso, con tutto quel che viene in mente sui convertiti occidentali… JZ

  2. hafiz says:

    Nel Nome di Allah il Clemente

    Non sono d’accordo , se le intercettazioni sono vere e originali ciò che ha detto questo miscredente marocchino ( non ho altri termini) è gravissimo e va punito duramente.

    E’ tempo di finire con questo doppiogiochismo , la IADL difese anche quel marocchino ubriaco a sassuolo ( cladestino e con precedenti) che aggredì i Carabinieri e giustamente lo gonfiarono e furono trasferiti , dovevano ammazzarlo.

    Noi sciiti non abbiamo nulla a che spartire con questa feccia pseudo-islamica e ci mischiamo a essa e non a caso il terrorismo è di matrice sunnita questo è dipeso dalla totale anarchia che vige all’interno del loro sistema di guide religiose , un demente come l’Imam di Perugia secondo la Shià non avrebbe mai ricoperto il posto che aveva li.

    Guardate sembra sciocco ma è fondamentale , chiunque nel sunnismo può ergersi a guida religiosa , basta ch e conosce un pò la religione ed è persona proba e onesta e magari che so fa il muratore o il macellaio ( senza nulla togliere alla categoria) invece “Il Bin Laden” chi è? lo chiamano Sheyk , ma “Maestro” di cosa? ha forse studiato teologia? ha passato anni nelle scuole religiose o le Hawza? non è ne un sapiente , ne un dotto.

    E’ solo un’altro coglione che ha la sua idea adulterata dell’Islam , e va represso.

  3. utente anonimo says:

    NOn solo, Bin Laden è (o era) una creazione degli USA contro l’espansionismo dell’Unione Sovietica (che ora non c’è più). Siamo d’accordo che c’è gente che non ci capisce niente e non sa cosa dice. comunque questo problema dovrebbe essere discusso dall’ucoii che dovrebbe trovare una soluzione. altrimenti rischiano di andarci di mezzo anche persone per bene, non credo che le forze dell’ordine italiane sappiano distinguerli. io ho sentito dire addirittura che spesso si avvalgono di traduttori approssimativi che non traducono bene dall’arabo.

    e in mezzo a tutto questo se qualcuno volesse sul serio arruolare terroristi suicidi credo che in italia potrebbe farlo indusurbato!

    Barbara

  4. utente anonimo says:

    ahahahahhahahhahaha un sdditivo per fitness ahahahahahhahahahahah

    questa è veramente originale.

    Neanche delinquenti come totò Riina l’avrebbero concepita.

    Per ciò che concerne l’avvocato, se è vero che è un islamico, spero che il suo ordine di appartenenza ne tragga le dovute conseguenze.

    Questa presenza islamica in Italia va fronteggiata nel

  5. utente anonimo says:

    …. colpi di kung fu, anabolizzanti, … è evidente che questo imam è proprio un emulo di bruce lee. deve aver visto “l’urlo di chen terrorizza l’occidente” e deve aver pensato: questo è meglio di bin laden!!!!

    Barbara

  6. hafiz says:

    Nel Nome di Allah il Clemente

    L’Ucoii può ben poco visto che la moschea di Perugia manco era federata a loro , in verità bisognerebbe controllare chi viene senza troppi buonismi e ipocrisie.

    Quella dei detergent per il fitness.. per favore.. è negare l’evidenza e non essere giusti , se uno è colpevole va condannato , bisogna dimostrarlo di esserlo ma il movimento salafita è molto radicato nel Nord-Africa , io non mi stupisco più ormai , l’Islam whabbita ha permeaso ormai tutta l’Humma io non ne sarò complice e sono il primo che li denuncia.

  7. MattBeck says:

    Che io sappia una moschea non ha fra le sue funzioni quella di essere adibita alla salute fisica dei credenti, quindi la presenza di quei filmati è inquietante; ma quello che deve essere dimostrato dai poliziotti (spetta alla polizia provare che una persona NON è innocente), credo, è che detersivi, solventi, materiale (para)(pseudo)religioso ecc. costituisca prova di attività e finalità terroristiche.

    Altrimenti sarà l’ennesimo episodio italiano di una inchiesta antiterrorismo che persegue dei poveracci (questo è il paese, oltre che di Abou Kassim, di Pinelli e dei responsabili della strage di Peteano) oppure che è incapace di inchiodare e di (di)mostrare la colpevolezza di alcuni assassini di massa potenziali.

  8. paniscus says:

    Che io sappia una moschea non ha fra le sue funzioni quella di essere adibita alla salute fisica dei credenti,

    Quando vieteranno per legge agli oratori cattolici di gestire campi di calcio, polisportive, corsi di ginnastica per casalinghe, e centri di smistamento e di collocamento amichevole per badanti, infermiere e baby sitter, ti darò perfettamente ragione.

    Lisa

  9. utente anonimo says:

    Hafiz

    ci vai giù un pò duro ma in effetti da fuori l’Islam sunnita da proprio questa idea, tipo i protestanti cristiani.

    Il comunicato delle IADL dovrebbe valere da solo un paio d’anni di carcere per gli imputati, comunque.

    Francesco

    PS usare un’espressione usana come Dream Team è imperdonabile!

  10. utente anonimo says:

    “Che io sappia una moschea non ha fra le sue funzioni quella di essere adibita alla salute fisica dei credenti”

    Mi associo al commento di Lisa.

    Inoltre, per chiarezza, dico come vedo la cosa io (magari mi sbaglio, eh?):

    uno scantinato o garage o cortile dove i “maruchein” si trovano a pregare, e dove per comodità alla sera due o tre di loro si mettono a fare esercizio fisico, doparsi un po’ come si fa in tutte le palestre, e offendere gli americani, vantando il cugino del cognato che ha combattuto in Afghanistan o che ha conosciuto il nipote del fratello del mullah Omar.

    Come appare la cosa dai giornali:

    una delle famosissime numerosissime moschee italiane, tutte con cupola coperta d’oro inviata dall’Arabia Saudita, e dietro il mihrab un passaggio segreto verso il luogo di stoccaggio dell’arsenale chimico e dell’addestramento paramilitare dei mujaheddin.

    Paolo

  11. utente anonimo says:

    >vantando il cugino del cognato che ha combattuto in Afghanistan o che ha conosciuto il nipote del fratello del mullah Omar.< Quindi se mi vanto di amici e parenti che han sgozzato un po’ di fratelli muslim a Sabra e Chatila non devo sentirmi in colpa o accusato di odio, vero? JZ

  12. utente anonimo says:

    Non me ne frega una cippa se ti senti in colpa, JZ, ma mi sembrerebbe strano che ti accusassero di terrorismo.

    Paolo

  13. utente anonimo says:

    Atti di terrorismo contro i musulmani?

    Da parte di non musulmani?

    E’ duretta trovarne, quindi difficile vantarsene.

    Però forse un suggerimento per qualche PM: mi piace Israele, sono un sionista complice dei loro atti di terrorismo, sono un terrorista. Per inizare, ho in casa una bandiera USA, una copia del Foglio e molteplici sostanza chimiche.

    Sul PC molti link a siti sospetti, tipo questo.

    Francesco

  14. utente anonimo says:

    Rigiriamola, France':

    mettiamo che ti piaccia l’Iran, hai in casa la bandiera saudita, e sul PC (vergogna! passa al Macintòsh!) molti link a siti sospetti, tipo questo.

    In più sei un imam marocchino e stai sui cabbasisi al maresciallo dei Carubba.

    Vuoi vedere che una denuncia la rimedi?

    :-)

    Paolo

  15. daciavalent says:

    Ce ne sono, e parecchi.

    Mi vengono in mente due fatti: il primo e meno cruento, quello occorso alla sede di Islamic Relief Italia il 13 aprile scorso, rivendicato dal “fronte cristiano combattente”.

    L’altro è quello occorso in indonesia, dove nel Sulawesi’s Poso, alcuni cristiani hanno massacrato con machete e coltelli più di duecento ragazzi in una scuola coranica.

    Ma ve ne sono ancora molti, anzi, moltissimi.

    Dacia Valent

  16. hafiz says:

    Nel Nome di Dio

    Se hai la bandiera dell’Iran , non puoi averla dell’Arabia Inaudita :P a patto che uno non ami solo la frase della shahada impressa sulla bandiera.

  17. utente anonimo says:

    Embè, mica è necessario essere pure coerenti per essere accusati di terrorismo!

    Paolo

  18. daciavalent says:

    Rumi,

    non capisco.

    Nessuno ti chiede di militare a fianco di pericolosi terroristi stranieri, ma di provare empatia – dopo aver analizzato i dati a tua disposizione, tra le notizie date alla stampa e le analisi dei fratelli e compagni – per delle persone che vivono in una situazione gravemente disagiata.

    Pensa solo a Rada, la moglie di Moustapha che è sola, donna casalinga e madre di tre figli, senza che nessuno provveda ai suoi bisogni, perché il marito è stato arrestato con un’accusa balzana e non potrà più provvedere alla sua famiglia.

    Quante volte, fratello, hanno arrestato dei poveracci in Italia accusandoli di nefandezze e crudeltà legate al terrorismo e i processi sono finiti in niente?

    O meglio, dimmi quanti processi per terrorismo sono finiti con una condanna?

    A volte quando ti leggo sento un déjà entendu legista in sottofondo, dimmi che mi sbaglio, ti prego.

    Dacia Valent

  19. utente anonimo says:

    Nel Nome di Allah il Clemente

    Ti sbagli cara Dacia , di grosso.

    Io poi non ho compagni ma solo fratelli , già ti dissi di scindere la tua formazione politica da quella religiosa per accedere a un equilibrio e a una visione meno partigiana della questione , ma vedo che non mi dai retta e vivi un non-Islam a mio sentire , ma non entro in merito sono affari tuoi.

    Quanto al “fratello” non credo che io sia per lui un fratello in quanto sciita , se potrebbe mi sgozzerebbe da schifoso salafita quale è quindi bisogna vedere la questione anche da un punto di vista dottrinale , sono sicuro e lo ribadisco pubblicamente che se l’Islam Shi°ita fosse maggioritario in Italia certe corbellerie non capiterebbero ma non perchè i fratelli sunniti sono incapaci di gestire le persone nelle moschee ma semplicemente perchè sono 1:impreparati 2:disorganizzati al massimo e in pratica qualsiasi coglione può fare l’Imam , gente magari ignorante più della terra che calpestano , che se ne vengono fuori con “picchiare le mogli , w bin laden” e altre sciocchezze che solo per questo andrebbero frustati.

    Voi applicate una critica marxista all’Islam che non ha nulla a che vedere , se “quelli di Perugia” e non li chiamo fratelli appositamente sono innocenti meglio per loro , ma come sai Dacia io faccio un lavoro simile a quello che facevi tu in Polizia e quindi conosco bene la situazione della delinquenza e il degrado portato da immigrati sedicenti islamici , il fatto che io evochi metodi draconiani alla iraniana , certo dipende anche dalla mia passata formazione politica nella destra radicale , che mi ha lasciato , non lo nego , l’amore per l’ordine e la disciplina è stato l’unico bene che ne ho tratto quello.

    Non mi piace questo difendere a priori i sedicenti terroristi è vero che uno è colpevole dopo il giudizio , ma non amo questa premeditazione ideologica tutte le volte , “ah sono musulmani , allora li difendiamo” al tempo! bisogna vedere che tipo di musulmani sono , cosa hanno fatto e che persone sono , di idioti whabbiti e fanatici ne conosco parecchi e non mi stupisco che ogni tanto prendono qualche coglione e fanno bene perchè sono pericolosi e islamicamente sono da eliminare.

    Spesso la gente è stupita perchè mi crede a me un fanatico che però critica gli altri fanatici , io semplicemente ho molta veemenza a difendere la causa palestinese , nulla di più , ma non appoggio minimanete ne i talebani , ne i qaedisti ne gli amichetti di saddam alla Tisbe.Il Jihad fisico, morale, intellettuale, spirituale ecc.. deve condurre a migliorare la condizione dell’essere umano dei nostri fratelli e delle nostre sorelle siano essi fratelli e sorelle in fede o in umanità. La lotta fisica che conduce ad un indiscriminato terrorismo non può che essere opposto ai valori islamici. Non abbiamo niente da vergognarci del fatto che la nostra religione includa la lotta sacra anzi ne siamo fieri. Essa è parte dei fondamenti della nostra religione. Sia essa grande o piccola quando necessaria la lotta diventa un obbligo. Ma la condotta di tale azione è determinata solo dagli insegnamenti profetici e degli imam ed oggi più direttamente dalle direttive delle nostre autorevoli guide religiose Sciite e non da pseudo-imam che si attribuiscono l’autorità di condurre il Jihad a nome di tutti i musulmani. Lo stesso tipo di musulmani che al tempo dell’Imam Hussayn (as) non esitarono ad alzare la spada contro questa creatura di Dio la cui posizione d’avanti ha Dio fu espressa ampiamente nei detti del Profeta (S).

    Wa salama.

  20. hafiz says:

    Sono io su eh , non mi aveva loggato splinder.

  21. utente anonimo says:

    Boh, hafiz. Qualunque cosa pensi di quei tre, se non vedi l’uso propagandistico della cosa contro tutto l’islam, in cui anche il tuo amato iran è chiaramente coinvolto, fai tu. Ma non dire che c’è bisogno d’essere marxisti per vedere cose alla luce del sole. Basta aprire gli occhi. E se pensi che i problemi d’ordine pubblico della microcriminalità anche nordafricana siano alla base di questa propaganda, continua a crederlo. Io vedo che altri paesi che hanno una microcriminalità non meno pericolosa, per non parlare di quella indigena, non sono certo minacciati di venire invasi o addirittura già invasi. Ma fai tu. Forse ti risulta che bande d’irakeni e afghani siano le forme più pericolose di criminalità che spadroneggino in italia. Sarà la mia formazione marxista che m’impedisce di vedere questa cosa.p

  22. hafiz says:

    Nel Nome di Dio

    E’ ovvio che è una macchinazione contro l’Islam , ma bisogna vedere quale tipo di Islam , (per l’Iran è un altro discorso visto che tutti sia destra che sinistra sono anti-iraniani non c’è bisogno di mezzucci simili)se è quello jhadista e fondamentalista è giusto combatterlo e i musulmani devono essere i primi , se quei tre sono innocenti meglio per loro.

    Ma dove c’è fumo c’è anche arrosto a casa mia.

  23. utente anonimo says:

    >Ti sbagli cara Dacia , di grosso. < … Questi post rappresentano uno dei motivi per cui, nonostante certi insulti contro di me e uscite da gelare il sangue, rispetto Rumi… JZ

  24. utente anonimo says:

    Dove c’è fumo, magari uno fuma. Ma io starei attento a non scambiare, come fanno in mala fede certi propagandisti per l’occidente, fumo d’arrosto, di sigaro o di missile.p

  25. hafiz says:

    Nel Nome di Dio

    JZ , in verità a volte manco mi ricordo cosa ho scritto e a chi , ci pensano Davide e Audace12 a ricordarmelo , le uscite per gelare il sangue erano provocazioni fine a se stessi , slogan , null’altro per le offese non ricordo se “sionista” può essere una offesa , bò.

    Quanto i processi Dacia ricordo quelli di Milano e Bologna contro il Gruppo Salafita per la Predicazione e il Combattimento che ha portato a espulsioni e condanne a vari titoli.

    Come in Inghilterra dove tra musulmani sono stati condannati poichè manifestavano per la pace , augurandosi che morissero più soldati inglesi , il giudice condannandoli ( a ragione) ha detto:”Non sapete gestirvi la libertà”.

    Io non griderò mai ne mi sogno di farlo dire:10 , 100 , 1000 Nassyrya , i delinquenti lo gridano non i timorati di Dio.

  26. kelebek says:

    Per Hafiz n. 25

    Il gruppo di Milano è stato condannato, non per atti di “terrorismo” in Italia, ma per aver dato una mano a chi combatte in altri paesi, dove non esiste la cosiddetta “libertà”.

    Per quanto riguarda – questione totalmente diversa – chi in qualche corteo ha gridato “10 – 100 – 1000 Nassiriya”, il riferimento non è a qualche atto di terrorismo, ma a un’azione militare contro una forza occupante, in un paese occupato.

    Poi si può dire che non è giusto mai augurarsi che nessuno venga ucciso, in nessuna circostanza (posizione che io ritengo assolutamente legittima e rispettabile); ma certamente fare i militari professionisti e volontari in terra di occupazione è una scelta, ed è una scelta che comporta dei rischi per definizione.

    Poi a me gli slogan da stadio, in generale, non piacciono.

    Miguel Martinez

  27. utente anonimo says:

    Visto che tanta gente blatera insulsamente seguendo i pifferai sanguinari della fantainformazione, io che sono un ignorante ho fatto la seguente ricerca su Google: “nitrati, nitriti, ferrocianuro”. Ebbene, dopo le immancabili prime pagine dedicate alla più astrusa delle accuse che io abbia mai sentito, quelle seguenti confermavano il mio sospetto sulla natura di dette sostanze : semplici additivi alimentari, consentiti dalla legge italiana. E adesso scommettiamo che il terribile “terrorista” che progettava attentati inauditi è in verità un semplice gestore di macelleria?

    Quanti cretini in Italia, e il bello è che sono tutti italiani…

    Salam a tutti

    Paolo Selim

  28. hafiz says:

    Nel Nome di Dio

    Ne prendo atto Miguel , anche se ritengo che in quanto musulmani o amici dei musulmani bisogna essere cristallini senza zone d’ombra.

    Problemi di infiltrazioni whabbite ci sono in Italia , non come altri paesi europei ma noi credenti non dobbiamo mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi ignorando il problema , il problema c’è anche se in misura minore e occorre la massima intransigenza.

  29. utente anonimo says:

    >per le offese non ricordo se “sionista” può essere una offesa < Mi hai dato del cane sul Blog di Talib ma fa nulla. Il cane è un animale che mi piace. :)

    Per me è episodio chiuso.

    Non conosco il caso inglese di cui parli, se posti un link mi piacerebbe leggere.

    JZ

  30. in Italia un tempo c’erano le brigate rosse (quelle vere), ma si è scoperto poi che non erano così rosse, ma infiltrate qua e là da agenti della cia e altra bella gente. tanto da poter ipotizzare che forse il mandante non era affatto rosso, ma anti-rosso, probabilmente manipolato dagli USA per screditare i rossi, quelli seri e pacifici che militavano nelle formazioni politiche alla luce del giorno.

    Non vorrei che anche nell’islam sunnita stia succedendo qualcosa di simile…. d’altronde con quel caos che descrive Rumi (e che risulta anche a me malgrado sia un’esterna), sarebbero scemi gli americani a non provare a manipolarli …

    Mi sono registrata su splinder, vediamo se mi logga

  31. utente anonimo says:

    >Non vorrei che anche nell’islam sunnita stia succedendo qualcosa di simile…< Ma soprattutto: non essendo noialtri sunniti, che ci frega se li sputtanano? JZ

  32. ulivegreche says:

    Comunque a Ponte Felcino la comunità islamica è importante nei numeri. Gente tranquilla che lavorava, come direbbe Celentano. Mi riesce molto difficile immaginarmi una cellula di Al Qaeda a Ponte Felcino. Ma che ne so io, che abito a ben 5 km da lì e ci lavoro, ne sapranno sicuramente di più Vespa e Allam.

  33. Certo che pure io se scoprissi che il mio fioraio è una cellula di al qaeda ci rimarrei stranita. però non si sa mai

  34. utente anonimo says:

    Mi piace l’Iran e ho in casa la bandiera saudita. Ci manca solo che voto Pannella e la moltiplicazione della personalità è al culmine!

    ;)

    Francesco

  35. utente anonimo says:

    Difesa legale gratuita?

    e poi fanno una colletta?

    Ma a chi volete darla a bere? prima richiederanno il gratuito patrocinio a spese dello stato e poi papperanno i soldi della colletta: degli avvocati che si offrono con la scusa dell’ideologia ma in fondo cercano soldi e fama.

    Roba da esposto al consiglio dell’ordine solo per l’essersi proposti

    da esposto alla procura della repubblica per essersi proposti gratuitamente e magari poi chiedendo il gratuito patrocinio (oltre ai soldi della colletta): truffa aggravata per ottenere erogazioni statali…… misure cautelari consentite.

    I grandi avvocati targati iadl faranno l’ennesima figura di palta: dopo i manifesti di calderoli ed il manifesto dell’Ucoii e dopo tutte le iniziative metodicamente sputtanate nei tribunali italiani

    Fino ad oggi la iadl ha annunciato con solenni proclami decine di pompose iniziative, tutte finite nella cacca. Mi piacerebbe conoscere solo una di queste andate a buon fine…. solo una

    in una sola parola, siamo in presenza dell’ennesima DACIONATA

    Comunque ci saà da ridere quando l’imam cercherà di spiegare come mai incitasse i bambini a picchiare e far sanguinare i bambini cristiani: erano microfoni della digos (che martinez ben conosce) e non della rai; martinez non confonda un giornalista da un tecnico trascrittore della procura della repubblica e soprattutto non cerchi di mischiare le carte con noi

    chi prende le difese di un criminale è criminale suo pari!

  36. utente anonimo says:

    Olè

    Le sedicenti Brigate Rosse sono uscite dalla tomba e sono rientrate nelle responsabilità … della CIA!

    Evviva evvia, birra per tutti!

    Poi dicono che uno vota Berlusconi

    Francesco

  37. ulivegreche says:

    Boh a me mi pare strano. Certe idee, di solito, attecchiscono dove c’è emarginazione, isolamento, razzismo ecc. Ponte Felcino non è una banlieu parigina e Perugia in generale è una città universitaria, quindi ben “allenata” alla società multietnica ecc. ecc. Io se fossi di Al Qaeda cercherei di fare proseliti in altri posti, ma sono solo ragionamenti. In generale da queste parti c’è troppo poco malcontento, non vorrei che si stesse cercando di crearlo.

    Comunque pare abbiano arrestato anche un altro imam, in quel di Pierantonio (Umbertide). Mah…

  38. kelebek says:

    Per Paolo Selim n. 27

    Potresti mettere tra i commenti qualche esempio o qualche link?

    Gli imputati attualmente sono difesi da un avvocato d’ufficio, una signora peraltro competente e attenta; ma vista l’entità delle accuse, aspettano evidentemente che si organizzi una difesa più precisa, prima di parlare.

    Quindi, non sappiamo ancora a cosa servissero i prodotti chimici in questione.

    Non escludo che si possa fare una bomba più o meno con qualunque cosa.

    Ma se i presunti bombaroli seguivano istruzioni su Internet, avranno imparato ciò che sa qualunque ricettatore di biciclette rubate: non tenersele a casa.

    Non faccio il complottista e quindi non mi pronuncio.

    Segnalo solo un fatto accertato.

    Diversi anni fa, furono arrestati alcuni tranquilli pescatori di Anzio, cui trovarono tra l’altro esplosivo e una pistola in casa.

    Almeno in questo caso, la magistratura accertò che l’esplosivo e la pistola (una vecchia pistola della polizia ferroviaria della Repubblica Sociale!) “non appartenevano” agli imputati – un modo gentile di dire che ce li avevano messi gli inquirenti.

    Il caso può ovviamente essere stato eccezionale; infatti, fu l’unico ritrovamento significativo, se ben ricordo, di armi vere tra le innumerevoli azioni della polizia contro musulmani italiani.

    Miguel Martinez

  39. Sono tornati gli anonimi? E’ tanto difficile scrivere almeno un nick?

  40. kelebek says:

    Per Barbara n. 40

    Non ti preoccupare.

    Qui sono ammesse tutte le idee, anche quelle più lontane dalle mie.

    Le non idee le cancello subito (a parte il n. 35 perché fa un po’ ridere).

    Miguel Martinez

  41. Miguel,

    sulle Brigate Rosse, per quanto ne so si possono fare mille ipotesi senza avere mai certezze. Comunque mi riferivo più al caso attuale e al più complesso mondo dei conflitti e attentati internazionali

  42. PS: La divisione delle BR in colonne non permetteva a un brigatista di sapere cosa facevano quelli di altre colonne né con chi fossero in contatto i vertici. Inutile quindi cercare la verità parlando con qualcuno di loro uscito di galera. (scusate l’intermezzo, ho finito sulle BR!)

  43. utente anonimo says:

    >per l’Iran è un altro discorso visto che tutti sia destra che sinistra sono anti-iraniani non c’è bisogno di mezzucci simili<
    Bah………mi pare che sia “la destra” che “la sinistra” occidentali siano ben liete di fare affari con l’Iran e gradiscano l’appoggio iraniano nell’opera di sterminio di resistenti ed intellettuali iracheni (sunniti e sciiti)

  44. utente anonimo says:

    x Miguel 38

    quindi le peggio persecuzioni contro i musulmani italici sono organizzate da cerebrolesi che, al massimo, hanno in cantina un residuato parabellico …. e pensano di farlo passare per arma dei terroristi.

    Direi che i musulmani stessi possono stare più che tranquilli.

    Ed eventualmente organizzare la resistenza all’estero.

    Francesco

  45. utente anonimo says:

    Anche su “luogo comune” stanno facendo un buon lavoro. Io tra l’altro v’ho colto questa perla di stupidità dell’ANSA o forse d’ironia, chi lo sa, se il redattore era un dissimulatore islamico:

    E’ deserta stamani la moschea di Ponte Felcino. Ieri la polizia ha arrestato l’imam e due suoi collaboratori, tutti marocchini, con l’accusa di avere allestito proprio in quei locali una sorta di scuola di terrorismo (in orari comunque diversi a quelli riservati al normale culto).

    Grazie per la precisazione così inquietantemente “carbonara”. Ma s’è mai visto un gruppo religioso, il più pio e pacifico del mondo, fare attività diverse dal “normale culto” nello stesso orario del culto?p

  46. p.

    come no, quando ero piccola e andavo a catechismo, io e una mia amichetta facevamo finta di pregare in chiesa, invece complottavamo per rubare i fiori dagli altari delle navate laterali. Non se n’è accorto nessuno, almeno credo :-)

  47. kelebek says:

    Per p. n. 46

    Però i giornalisti, a modo loro, sono straordinari.

    Miguel Martinez

  48. utente anonimo says:

    Comunque ci saà da ridere quando l’imam cercherà di spiegare come mai incitasse i bambini a picchiare e far sanguinare i bambini cristiani: erano microfoni della digos (che martinez ben conosce) e non della rai; martinez non confonda un giornalista da un tecnico trascrittore della procura della repubblica e soprattutto non cerchi di mischiare le carte con noi

    maria

    io dopo l’episodio di anzio credo a ben poco, i capi d’accusa sono sconcertanti, i bambini cristiani da picchiare e quando cominciavano? i filmini della guerra in iraq, i cristiani che vanno all’inferno, e quella dei corsi di addestramento per guidare i boeing?, quest’utlimo scomparso subito tanto era stupido…

    Non credo a nulla . Non mi fido e a ragion veduta, ogni volta che accusano qualcuno, poi risulta che non era vero nulla o quasi.

    maria

  49. utente anonimo says:

    Quante volte, fratello, hanno arrestato dei poveracci in Italia accusandoli di nefandezze e crudeltà legate al terrorismo e i processi sono finiti in niente?

    O meglio, dimmi quanti processi per terrorismo sono finiti con una condanna?

    maria

    nemmeno uno come dicevo prima, e quando condannati, poi sono stati assolti, come i tre di anzio, scusate se li tiro sempre in ballo ma quella fu una storia davvero atroce ed esemplare

  50. Avete visto primo piano? c’era pure camilletti!!! allora esiste davvero!! ha proposto l’albo degli imam in italia!!!! Preparatevi per l’esame di stato

  51. utente anonimo says:

    Cioè, invece di levare quelli che già esistono, vogliono aggiungerne un altro? E di tipo religioso? Gli stati stanno impazzendo.p

  52. utente anonimo says:

    signora barbara lattanzi

    le sembrerà di aver scritto una cosa spiritosa ed intelligente ma la sua battuta denota ignoranza

    nel senso e nella misura in cui lei ignora che per tutti gli altri ministri di culto (preti, rabbini, valdesi) esiste un apposito albo presso il ministero dell’interno

    Gli unici a non essere riconosciuti come ministri di culto sono gli imam perchè l’islam non è addivenuto ad intese con lo stato italiano: l’italia riconosce e tutela la lbertà di culto ma alla sola condizione che questo non deve contrastare la costituzione e le norme penali. L’islam in aluni suoi precetti contrasta l’una e gli altri.

    francesco

  53. hafiz says:

    Nel Nome di Allah il Giusto

    JZ , mazza che permaloso :P comunque io manco mi ricordo , mi preme adesso rimarcare la questione di Perugia visto che alcuni sunniti mi hanno già attaccato e offeso per le mie considerazioni a loro dire “settarie” bè “fratelli” io me ne sbatto i coglioni di quello che dite è tempo di dire le cose come stanno , altro che storie settarie che non c’entrano nulla è un dato di fatto che il terrorismo jhadista è di matrice sunnita-salafita e noi sciiti non dobbiamo scontarla in Italia per colpa dei “vostri” confratelli whabbiti!

  54. utente anonimo says:

    x p.

    guarda che la polemica contro gli Albi professionali è roba da liberisti, da sinistra sono un abbozzo di economia pianificata, dovrebbero essere visti con favore.

    x MM

    Il giornalista cercava di essere carino e di dire che l’incitamento al terrorismo e all’odio era una cosa separata dalla pratica religiosa, non mi sembra poco. O vi siete dimenticati la Fallaci?

    Francesco

  55. kelebek says:

    Questione albo…

    Gli albi di preti, ecc. non sono però decisi dal Ministero degli Interni, bensì dalle religioni in questione.

    Nel caso dell’Islam sunnita, ciò è strutturalmente impossibile, perché non esiste alcun “clero” o alcuna “organizzazione”.

    La cosa più simile a un imam è un “intellettuale”, nel senso vago, variabile e poco organizzabile che assume nella nostra società: nessuno si sognerebbe di proporre un albo degli “intellettuali”.

    E se lo facesse, che so, la Commissione Cultura di Forza Italia, o l’ARCI, sarebbe un’evidente prevaricazione verso tutti.

    In realtà, in uno stato veramente laico, il problema non si porrebbe: ognuno sarebbe libero di organizzarsi religiosamente come vuole, senza ottopermilli o intese, a patto che rispetti le leggi.

    Miguel Martinez

  56. utente anonimo says:

    Ma li vogliamo cacciare a pedate nel culo questi merdosi ? Cosa aspettiamo è ora di far da sè, visto che la politica è un pantano, troveremo i modi per ricacciarli negli slums dai quali prolificano come vermi.

  57. x 53

    l’italia riconosce e tutela la lbertà di culto ma alla sola condizione che questo non deve contrastare la costituzione e le norme penali. L’islam in aluni suoi precetti contrasta l’una e gli altri.

    Scusa l’ignoranza… quali?

  58. utente anonimo says:

    Scusa francesco, da sinistra? Quando mai ho detto d’essere di sinistra?p

  59. utente anonimo says:

    p.

    lo so che sei un comunista non di sinistra ma, in generale, nella direzione di un superamento del mercato e del denaro, gli ordini mi paiono assimilabili a dei cobelligeranti, se non proprio a dei compagni di strada.

    Francesco

  60. utente anonimo says:

    Proprio per niente. Quello che per te è comunismo o principio tale, per noi è capitalismo dei peggiori.p

  61. utente anonimo says:

    >Quindi se mi vanto di amici e parenti che han sgozzato un po’ di fratelli muslim a Sabra e Chatila non devo sentirmi in colpa o accusato di odio, vero? JZ< Ah, ma allora ti ho scoperto, birbantello, che ti spacci per ebreo e sei, invece, un cristiano maronita!:-).
    Ciao

    Ritvan

  62. utente anonimo says:

    >Scusa francesco, da sinistra? Quando mai ho detto d’essere di sinistra?p< Mai. Ma allora – come diceva Lubrano – la domanda sorge spontanea: Marx (Carlo, non Groucho) era di destra o di centro?:-)
    Ciao

    Ritvan

  63. utente anonimo says:

    >Sono io su eh , non mi aveva loggato splinder.hafiz< Vai tranquillo, fratello, anche se splinder non ti logga sei inconfondibile: chi altri parla qui in nome del Clemente?(che non è Mastella):-)
    Ciao

    Ritvan

  64. utente anonimo says:

    >A volte quando ti leggo sento un déjà entendu legista in sottofondo, dimmi che mi sbaglio, ti prego.

    Dacia Valent< Che cos’è un “legista”? Uno amante della legge (e dell’ordine)?:-)
    Ciao

    Ritvan

  65. utente anonimo says:

    >Questi post rappresentano uno dei motivi per cui, nonostante certi insulti contro di me e uscite da gelare il sangue, rispetto Rumi… JZ< Ma dai, quali insulti, lo confondi con Reza che ti dava sempre del “nazifascisionistoqualcosa”:-). Però, sono d’accordo che Rumi è una persona rispettabile. Un po’ troppo manesco – metaforicamente parlando – forse, ma sempre rispettabile.
    Ciao

    Ritvan

  66. utente anonimo says:

    >in Italia un tempo c’erano le brigate rosse (quelle vere), ma si è scoperto poi che non erano così rosse, ma infiltrate qua e là da agenti della cia e altra bella gente. tanto da poter ipotizzare che forse il mandante non era affatto rosso, ma anti-rosso, probabilmente manipolato dagli USA per screditare i rossi, quelli seri e pacifici che militavano nelle formazioni politiche alla luce del giorno.Barbara< Urka, quante belle cose si imparano studiando storia delle religioni!:-) E dicci, dicci, anche queste nuove BR, quaste “non vere” son pure isse made in CIA? Per intenderci, Nadia Desdemona Lioce in realtà si chiama Nadya Liox ed è stata paracadutata nel belpaese direttamente da Langley (Virginia) “per screditare i rossi, quelli seri e pacifici che militavano nelle formazioni politiche alla luce del giorno”?:-)
    Ciao

    Ritvan

  67. utente anonimo says:

    >Gli albi di preti, ecc. non sono però decisi dal Ministero degli Interni, bensì dalle religioni in questione.< A me non risulta nemmeno che ci siano albi di preti, rabbini ecc. al MinInt. Sono le rispettive Comunità religiose che tengono i registri e rilasciano l’attestato al ministro di culto quando neccessario. Non c’è un ministero degli Affari Religiosi in Italia, non inventiamoci panzane, caro Francesco II ! Ciao
    Ritvan

  68. utente anonimo says:

    >l’italia riconosce e tutela la lbertà di culto ma alla sola condizione che questo non deve contrastare la costituzione e le norme penali. L’islam in aluni suoi precetti contrasta l’una e gli altri. Francesco II< >Scusa l’ignoranza… quali? BarbaraLattanzi< Per esempio considera l’aborto “omicidio” e la depenalizzazione dello stesso un grave peccato contro Allah:-) :-). Idem per il divorzio (che è materia civile, non penale, ma fa l’istess), gravissimo peccato anch’esso. Non parliamo poi della discriminazione delle donne che non possono fare le imamesse e dei gai che non possono fare proprio un cazzo.
    Insomma, sti “musulmani” sono proprio anticostituzionali, non c’è che dire!:-)

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Non so, però, se la l’avversione dei musulmani per il porco abbia qualche connotato di anticostituzionalità…Certo che la Repubblica Italiana è fondata sul lavoro, se tutti gli italiani diventassero musulmani il Prosciutto di Parma, Glorioso marchio del made in Italy nel mondo e altre leccornie suine del belpaese andrebbero in malora con conseguenza di perdita di centinaia di migliaia (se non milioni) di posti di lavoro…si decisamente qui l’anticostituzionalità si potrebbe ravvisare eccome!:-) :-)

  69. MattBeck says:

    @ Lisa (#8)

    Chi ha parlato di vietare?!?

    Non ho problemi a sapere che in una moschea si fa attività fisica.

    Ben venga, niente di male né tanto meno di illegale.

    Ma visto che il terrorismo cristiano è in questo periodo storico meno potente e marcato di quello di matrice musulmana, difficilmente può nascere preoccupazione leggendo di ginnastica con video anomali inclusi nella parrocchia.

    Qui non si parla di par condicio o reciprocità o laicità; non c’è niente di illegale nel vedere video propagandistici che incitano persino alla violenza ed al “martirio”.

    Il tanto disprezzato Occidente permette anche questo, anche ciò che è opposto ai suoi valori e principi costitutivi (fascismi nazismi fondamentalismi religiosi ecc.); purché non si inciti alla violenza illegale.

    Ripeto se non fosse chiaro: guardare video non dico di legittimi resistenti, ma perfino di terroristi aspiranti “kamikaze” non è né illegale né tanto meno sbagliato in sé, anzi.

    Ma in determinati contesti (musulmani indagati per terrorismo, forse a torto, forse no) certo materiale può avere se non valore probatorio quanto meno indiziario.

    Punto

  70. utente anonimo says:

    >Ma dai, quali insulti, lo confondi con Reza che ti dava sempre del “nazifascisionistoqualcosa”:-)< Nono, Reza mi aveva classifcato “sionista ma non malvagio”. JZ

  71. utente anonimo says:

    I comunisti sono comunisti. Non appartengono ad alcun schieramento. Anche marx. Basterebbe la polemica feroce con mazzini ad indicarlo, per restare alle italiche cose.p

  72. utente anonimo says:

    Ops

    la stessa cosa che dice Bossi dei leghisti, solo che poi non cita Marx e Mazzini (bleah) ma il Potente Thor e Mel Gibson.

    Dev’essere per questo che la Lega mi piace :)

    Francesco

  73. Per esempio considera l’aborto “omicidio” e la depenalizzazione dello stesso un grave peccato contro Allah:-) :-). Idem per il divorzio (che è materia civile, non penale, ma fa l’istess), gravissimo peccato anch’esso. Non parliamo poi della discriminazione delle donne che non possono fare le imamesse e dei gai che non possono fare proprio un cazzo.

    Insomma, sti “musulmani” sono proprio anticostituzionali, non c’è che dire!:-)

    Ritvan

    I-nsomma, come i cattolici. propongo anche x loro un concordato.

    I comunisti sono comunisti. Non appartengono ad alcun schieramento

    p.

    -Ma allora tutto questo parlare di islamocomunismo, nazicomunismo e cattocomunismo è una gran cialtronata? lo sospettavo.

    Ma in determinati contesti (musulmani indagati per terrorismo, forse a torto, forse no) certo materiale può avere se non valore probatorio quanto meno indiziario.

    MB

    -Probatorio e indiziario sono termini contrapposti.

    Per intenderci, Nadia Desdemona Lioce in realtà si chiama Nadya Liox ed è stata paracadutata nel belpaese direttamente da Langley (Virginia) “per screditare i rossi, quelli seri e pacifici che militavano nelle formazioni politiche alla luce del giorno”?:-)

    Ritvan

    -Semmai per sceditare i sindacati, visto che le nuove BR volevano sostituirsi ad essi … ma al giorno d’oggi i sindacati si screditano da soli, senza aiuto delle BR.

    Gli albi di preti, ecc. non sono però decisi dal Ministero degli Interni, bensì dalle religioni in questione.< A me non risulta nemmeno che ci siano albi di preti, rabbini ecc. al MinInt. Sono le rispettive Comunità religiose che tengono i registri e rilasciano l’attestato al ministro di culto quando neccessario.
    - Credo che francesco volesse semplicemente lanciare una provocazione a Bersani …

    Però quando istiuiranno gli albi dei religiosi ci presentiamo tutti in massa agli esami di stato, se poi il camilletti di turno cerca di escudere qualcuno perché donna o perché di altra fede religiosa gli sbattiamo in faccia la costituzione e la legislazione sui consorsi!

  74. utente anonimo says:

    “la stessa cosa che dice Bossi dei leghisti, solo che poi non cita Marx e Mazzini (bleah) ma il Potente Thor e Mel Gibson.

    Dev’essere per questo che la Lega mi piace :)

    Francesco”

    Mel Gibson-Braveheart lo sapevo, ma Thor mi manca; non farebbe meglio a citare qualche divinità celtica?

    Boh! :-)

    Paolo

  75. utente anonimo says:

    Be’ non tutti sono iperuranici come noi, barbara. Vogliono cambiare il presente, i dementi, e s’immischiano. Noi assecondiamo il futuro, e neghiamo tutto del presente. Per questo ci teniamo stretti a una vecchia barba, barbara.p

  76. p.

    lo vedi che sono sempre barbuti i nemici dell’occidente? e io come farò? alla mia età ancora non ho neanche un filo di barba :-(

  77. utente anonimo says:

    Ce l’hai nel nome, e tanto basta. E poi barbara è perfetto. I comunisti sono contro la civiltà.p

  78. utente anonimo says:

    >Nono, Reza mi aveva classifcato “sionista ma non malvagio”. JZ<
    Ah, mbè, in questo caso avrai la consolazione di esser sgozzato per ultimo e previa anestesia.-) quando la Mezzaluna dell’Avvenir la trionferà:-).

    Ciao

    Ritvan (che ha appena ricevuto il bonifico dalla Mossad Bank:-) )

    P.S. Dal vecchio blog di dacia: Sai qual è la differenza fra un sionista malvagio e uno non? Che quello malvagio spara a vista a chiunque porti una kefiah, mentre quello non regala una kefiah a ogni palestinese che incontra:-):-).

  79. utente anonimo says:

    “Insomma, sti “musulmani” sono proprio anticostituzionali, non c’è che dire!:-) Ritvan”

    >I-nsomma, come i cattolici. propongo anche x loro un concordato.Barbara< Già, hai capito l’antifona:-).
    Ciao

    Ritvan

  80. utente anonimo says:

    >I comunisti sono comunisti. Non appartengono ad alcun schieramento. Anche marx. Basterebbe la polemica feroce con mazzini ad indicarlo, per restare alle italiche cose.p< P., non ti arrampicare sugli specchi adesso. Marx faceva feroce polemica con (quasi) tutti quelli che aveva intorno, ma soprattutto con quelli di sinistra. Ciò non vuol dire che Marx non era di sinistra. Era “diversamente sinistrorso”, tutto qui.
    Ciao

    Ritvan

    P.S. Adesso ci manca qualcuno che ci spieghi che per par condicio Hitler non era di destra:-).

  81. utente anonimo says:

    >Adesso ci manca qualcuno che ci spieghi che per par condicio Hitler non era di destra< Infatti era “diversamente destrorso” :)

    JZ

    P.S:Noi vi sconfiggeremo con l’inganno :)

  82. utente anonimo says:

    Nessuna arrampicata. Siamo fuori da ogni schieramento. La cosa è semplicissima.p

  83. utente anonimo says:

    p.

    posso obiettare al tuo uso del plurale?

    Francesco

  84. utente anonimo says:

    x barbara

    se tutto quanto non risulta a lei dovesse essere inesistente, si dovrebbe concludere che siamo circondati dal nulla.

    Ogni ministro di culto deve necessariamente essere accreditato come tale presso il Ministero dell’interno; naturalmente è “il clero” come osserva martinez, ad indicare chi è o meno appartenente e, quindi può officiare

    Questo problema è intimamente connesso con quello della contrarietà (o meno) alle norme penali e costituzionali: il cittadino può credere in chi vuole e può professare la propria religione liberamente, è vero ma è altrettano vero che se l’adempimento dei precetti religiosi contrasta con quelle leggi allora la religione non può essere invocata. E’ altrettanto vero che se si vuole una moschea aperta al pubblico, un altro requisito deve essere quello dell’officialità di chi officia o indirizza alla preghiera.

    barbara mi chiedeva quali norme del corano sono contrarie alla costituzione italiana, alle leggi penali, alla morale o all’ordine pubblico: ne cito alcune

    - poligamia che è vietata dalla legge penale italiana

    - circoncisione effettuata da personale non medico/sanitario

    - diversa ripartizione ereditaria fra uomini e donne

    - macellazione rituale delle carni, in violazione della normativa sulla macellazione animale

    già questi esempi dovrebero bastare a capire come mai l’islam non è ancora addivenuto ad intese con lo stato italiano come tutte le altre religioni e perchè difficilmente ci addiverà e perchè un matrimonio celebrato da un imam non vale (giuridicamente) neppure la carta sul quale è sancito.

    Ora laicità dello stato non significa che anche i cittadini debbano essere laici e neppure che lo stato non possa/debba regolamentare il correttoesercizio della libertà religiosa. Tutti i culti hanno accettato questi principi, da napoleone in poi…… solo l’islam non vi acconsente.

  85. utente anonimo says:

    Cos’ha che non va il mio plurale? Guarda che due è già plurale. Senza contare che per qualcuno è già “partito comunista internazionale”. Io non arrivo a simili vette di “sublime” marxista.p

  86. utente anonimo says:

    Che visione idilliaca della storia (odo augelli far festa). Hanno accettato. Dice niente che per alcuni cristiani napoleone era l’anticristo, a proposito di apocalisse?p

  87. # 85

    I motivi che tu adduci sono tutti risolvibili.

    2 esempi : poligamia: nei paesi con diritto di famiglia monogamico i musulmani non la praticano (d’altronde non è necessaria, il corano ne indica solamente la possibilità)

    circoncisione: e come la mettiamo con gli ebrei? incostituzionali anche loro? :-)

  88. utente anonimo says:

    x barbara

    gli ebrei hanno due intese con lo stato italiano ed in quelle intese hanno concordato che ad effettuare la circoncisione fosse un medico

    se è vero che gli islamici per numero sono la seconda religione presente in italia, è anche vero che il 99% degli islamici non sono cittadini italiani

    barbara in fondo ti invidio: deve essere bello avere poche idee, soprattutto qando sono così vaghe.

    francesco (con la effe minuscola)

  89. utente anonimo says:

    Fossero quelli i problemi. Pure la carne non macellata a norma comunitaria. Dalle mie parti non si potrebbe più fare i provoloni coi vermi perché norme comunitarie lo impediscono. Naturalmente si continuano a fare e a mangiare. Solo sottobanco. Non prevedo guerre e invasioni per questa gravissima violazione.p

  90. kelebek says:

    Per francesco minuscolo,

    Nel tuo ragionamento, c’è un errore di fondo.

    Tu non stai dicendo, “lo Stato non può accettare la poligamia (ecc) e perciò si rifiuta di arrivare a un accordo”.

    Tu stai dicendo, “i musulmani non possono accettare il divieto della poligamia (ecc) e quindi si rifiutano loro di arrivare a un accordo”.

    Ciò è semplicemente falso: i musulmani non hanno problemi, da parte loro, sui temi che hai citato.

    1) Poligamia: arrivare a un accordo significa che l’imam recita agli sposi il testo della legge italiana sul matrimonio, e gli sposi dichiarano di accettare la legge attuale italiana sul matrimonio.

    Una legge che non prevede la poligamia, come ben sai.

    La poligamia non è certo un obbligo.

    Né la legge italiana ne vieta l’esercizio concreto; semplicemente riconosce una sola delle mogli come “sposa”, le altre come conviventi.

    2) Macellazione, già ampiamente regolamentata con la comunità ebraica.

    3) Circoncisione. Non sta scritto da nessuna parte che non debba essere un medico a compierla!

    Se la maggior parte dei migranti manda i figli nel paese di origine per la circoncisione, è semplicemente perché il costo del ricorso a una struttura medica è troppo alto per loro.

    La soluzione non è semplice: la circoncisione, che è in fondo una forma di inutile mutilazione, dovrebbe essere pure offerta gratis da uno stato laico, per soddisfare un bisogno religioso?

    Il costo deve continuare a essere proibitivo?

    4) Eredità. Questo è un classico caso di istihsan, in cui il diritto del “principe” prevale validamente su quello sciaraitico: non dimentichiamo che il fiqh viene elaborato in massima parte sotto gli abbasidi, quindi accetta la sottomissione allo stato molto di più di ciò che si pensi.

    5) In realtà, in nessuno dei casi da te citato, esiste qualche obiezione insormontabile da parte islamica, o la richiesta di un’eccezione (anche il caso del foulard nei documenti pubblici è già stato risolto con il precedente delle suore cristiane).

    Premesso tutto questo, è impossibile arrivare a un accordo con “l’Islam” per un motivo completamente diverso: non esiste e non può esistere un’organizzazione unitaria dell’Islam, trattandosi in sostanza di un rapporto diretto tra il credente e Dio, con un’infinita varietà di sfumature (e anche di interessi).

    Miguel Martinez

  91. x Miguel: pazienza! non potranno avere l’8 per mille.

    x francesco:

    vedo che cerchi di provocarmi. io avrò pochi idee e troppo vaghe. tu invece ne hai molte e precise (dalle mie parti idee che non tollerano obiezioni si chiamano pregiudizi). peccato che le tue molte e precise idee sono tutte sbagliate. se non hai voglia di leggerti il corano ti prego almeno di leggerti la costituzione italiana.

    Ignorantia (legis) non excusat

    (l’ignoranza non è una scusa, per chi non conoscesse il napoletano)

  92. utente anonimo says:

    >Nessuna arrampicata. Siamo fuori da ogni schieramento. La cosa è semplicissima.p<
    Mica tanto. Anche Enver Hoxha alla fine si era tirato fuori da ogni schieramento. E si professava (ovvero professava il Partito) come “l’unico genuinamente marxista che fosse al governo sulla faccia della terra”. Tu dici che era “di destra”?:-)

    Ciao

    Ritvan

  93. utente anonimo says:

    >macellazione rituale delle carni, in violazione della normativa sulla macellazione animale..francesco< Francesco II, hai scritto un mucchio di castronerie. Mi concentro solo su quella suscritta.
    Da http://it.wikipedia.org/wiki/Macellazione (confesso che l’ho scritto io questo paragrafo sulla Wikipedia, correggendo una castroneria fallaciana che c’era prima, sai, come veterinario rientra nella mia formazione professionale sapere tutto anche sulla macellazione)

    Macellazione rituale-religiosa

    Alcune culture, come l’Islam e l’ebraismo, prescrivono che gli animali siano macellati senza preventivo stordimento. In Italia questo tipo di macellazione è stato per la prima volta autorizzato con il decreto ministeriale congiunto (Sanità e Interni)dell’ 11/06/1980 e tale deroga è stata confermata da tutti gli atti legislativi successivi in materia.

    Saluti

    Ritvan

    P.S. Non te la prendere, fratello, la tua ignoranza in materia è scusabile, non essendo tu un addetto ai lavori. Pensa te che un mio collega, oltre che giornalista specializzato su uno dei principali quotidiani d’Italia, in una lista di discussione professionale (fra veterinari) ha asserito la stessa cosa che hai detto tu. Ho messo in lista il testo integrale del decreto ministeriale congiunto che autorizzava – in deroga alla normativa generale – la macellazione rituale/religiosa sia per gli ebrei che per i musulmani.

    Essendo lui una persona onesta, ha ammesso che il collega arrivato sul gommone:-) aveva ragione e lui torto. Spero tu faccia altrettanto.

  94. utente anonimo says:

    >è impossibile arrivare a un accordo con “l’Islam” per un motivo completamente diverso: non esiste e non può esistere un’organizzazione unitaria dell’Islam, trattandosi in sostanza di un rapporto diretto tra il credente e Dio, con un’infinita varietà di sfumature (e anche di interessi).

    Miguel Martinez< D’accordo sulla prima parte (ovvero che lo Stato Italiano deve avere di fronte un interlocutore pienamente rappresentativo per poter sottoscrivere un’intesa) ma non sulla seconda.
    I musulmani d’Italia, secondo me, possono e DEVONO formare un’organizzazione che li rappresenti tutti (e la Consulta Islamica, con tutti i difetti e limiti, potrebbe essere un buon inizio di questo processo). I cattolici hanno la Chiesa, ma gli ebrei mica hanno la Sinagoga: hano l’Unione delle Comunità Ebraiche. Cosi possono fare anche i musulmani, a prescindere dal rapporto più o meno diretto con Dio. Ah, se loro preferiscono litigare come Mujahid con Hafiz o come Camiletti con Piccardo, buon pro gli faccia. Come recita un detto delle mie parti:”Lite fra gatti, festa fra topi”:-).

    Ciao

    Ritvan

  95. x Ritvan e Miguel

    purtroppo il problema di Francesco, oltre al sionismo e all’ignoranza, è che ce l’ha con me perché io mi sono laureata e lui no. mi ricordo che, a suo tempo, lo aveva scritto lamentandosi e chiedendo di essere compatito

  96. mauritania says:

    invito per vedere il blog della mauritania.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>