Illustre compagnia

Tra le accuse mosse all’Imam di Ponte Felcino, quella di aver tenuto una predica ai bambini su Paradiso e Inferno. Predica debitamente registrata dalle cimici della Digos, trascritta, tradotta e poi consegnata con orgoglio alla stampa.

Dice, tra l’altro, l’Imam:

"Ci sarà un giorno del giudizio che tutti i musulmani andranno in paradiso, mentre gli italiani miscredenti andranno all’inferno e bruceranno".

Se le parole sono riferite in maniera esatta (in altri casi, ci sono state distorsioni clamorose, ma diamole per buone), l’imam è in illustre, anzi celeste compagnia.

Citiamo da uno dei miei siti cattolici preferiti, quello di Arrigo Muscio (persona tra l’altro onestissima). Ricordiamo che anche nei due casi che Arrigo Muscio cita – Medjugorje e Fatima – i destinatari della predica erano bambini:

"La Madonna ha mostrato ad alcuni veggenti di Medjugorje l’inferno come un mare di fuoco. Riteniamo opportuno, in questo secolo di sfacciato ateismo, riportare la visione dell’inferno descritta a Lucia di Fatima in modo più dettagliato. Di conseguenza se qualcuno non crede ancora alle apparizioni di Medjugorje ha il dovere di credere nelle apparizioni di Fatima, riconosciute dalla Chiesa, e dove si recano in pellegrinaggio anche i Papi.

"La Madonna ci mostrò un grande mare di fuoco, che pareva che si trovasse sotto terra. Immersi in questo fuoco, i demoni e le anime, come se fossero braci trasparenti e negre o color bronzo, dalla forma umana, che fluttuavano nell’incendio, trasportati dalle fiamme, che uscivano da loro stessi, insieme a nugoli di fumo e cadevano da tutte le parti, simili alle faville che cadono nei grandi incendi, senza peso né equilibrio, tra gridi e gemiti di dolore e di disperazione che facevano raccapricciare e tremare di spavento. I demoni si distinguevano per le forme orribili e schifose di animali spaventosi e sconosciuti, ma trasparenti e negri".

Da "Lucia racconta Fatima" – Ed. Queriniana, pag. 80"

.

hell 

 

Immagine tratta dal sito cattolico Jesus Mary Visions.

A scanso di equivoci, non sto chiedendo che si indaghi Arrigo Muscio per "associazione finalizzata al terrorismo internazionale" (15 anni di carcere). Se venisse inquisito, sarei il primo a difendere il suo diritto di espressione.

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , . Bookmark the permalink.

34 Responses to Illustre compagnia

  1. utente anonimo says:

    Ci sarà un giorno del giudizio che tutti i musulmani andranno in paradiso, mentre gli italiani miscredenti andranno all’inferno e bruceranno

    NEL FRATTEMPO, sarebbe meglio che se ne tornasse a casa sua, quanto meno.

    M.W.

  2. utente anonimo says:

    MA CHE CAZZO GLI ABBIAMO FATTO NOI A QUESTI CHE INSEGNANO AI LORO FIGLI AD ODIARCI DICENDO CHE MERITIAMO L’INFERNO?

    m..w.

  3. kelebek says:

    Per M.W.

    Vedo che sei innocentista.

    Imam libero e a casa sua: a Perugia.

    Miguel Martinez

  4. utente anonimo says:

    innocentista o colpevolista non c’entra,

    non entro nel merito delle accuse, me se ha detto che noi italiani meritiamo l’inferno, io sono italiano e mi offendo. e preferirei si che andasse a casa sua lontano dall’italia ad augurarci il male

    M.W.

  5. kelebek says:

    I casi sono tre:

    1) Tu non sei musulmano, e quindi non hai niente da temere.

    2) Sei musulmano, e ritieni che lui sbagli.

    3) Sei musulmano, e ritieni che lui abbia ragione. In tal caso, dovresti prendertela, non con l’Imam, ma con il suo Superiore.

    Miguel Martinez

  6. rubimasco says:

    beh, in effetti non è proprio da gente desiderosa di integrarsi dire ai bambini che tutti gli italiani non musulmani andranno all’ inferno. Bada bene che non essendo io cattolico e/o cristiano non sono daccordo neanche con chi fa tali affermazioni dall’ altra parte…..

    Affermazioni che sono comunque, lo faccio velatamente notare, tipicamente monoteiste.

    giungiamo ad un compromesso:

    fuori i monoteisti dall’ italia! Via! Sciò! A casa vostra in medio oriente!

    Pussa via!

    sai che ficata….:-P

    saluti

    Rubimasco

  7. utente anonimo says:

    E soprattutto: non mi pare che il cazzaro di nome Arrigo Muscio abbia detto:

    “i Cristiani andranno in paradiso, mentre gli arabi e i musulmani miscredenti andranno all’inferno e bruceranno”.

    Per cui il paragone non regge

    JZ

  8. utente anonimo says:

    Mi pare giusto che i credenti vadano in paradiso e gli atei e i blasfemi all’inferno. io pure la sapevo così. altrimenti a cosa servono paradiso e inferno?

    Barbara

    PS: “noi andiamo in paradiso e quelli che non credono come noi all’inferno” sembra semplicemnte una maniera per difendere la religione di una minoranza dal rischio di scomparire tra la gente di altra fede (ma, per quanto riguarda l’occidente, per lo più atea e laicista)

  9. rubimasco says:

    “sembra semplicemnte una maniera per difendere la religione di una minoranza dal rischio di scomparire tra la gente di altra fede”

    domanda: ma perchè anche se i musulmani italiani col tempo diventassero cristiani (o viceversa) il problema dove sarebbe?

    non c’è una religione che non abbia integrato, rielaborato, riadattato o che non si sia legata ad altre religioni dell’ ambiente circostante. E quindi?

    saluti

    Rubimasco

  10. utente anonimo says:

    Tutti i sistemi si difendono come possono. nessuno vuole estinguersi. Lo sai chi era, in origine Belzebù?

    Barbara

  11. utente anonimo says:

    >Lo sai chi era, in origine Belzebù? < Un nazisionista? :)

    JZ

  12. utente anonimo says:

    “E soprattutto: non mi pare che il cazzaro di nome Arrigo Muscio abbia detto:

    “i Cristiani andranno in paradiso, mentre gli arabi e i musulmani miscredenti andranno all’inferno e bruceranno”.

    Per cui il paragone non regge

    JZ”

    Lo dice il catechismo della chiesa cattolica, però.

    Paolo

  13. utente anonimo says:

    >Lo dice il catechismo della chiesa cattolica, però.< Non mescoliamo le carte in tavola. Non mi pare in chiesa, nel 2007, si dica regolarmente “gli arabi andranno all’inferno”. Fai il bravo dai… JZ

  14. utente anonimo says:

    Non frequento tanto le chiese, ma un mio amico ha fatto uno di quei corsi prematrimoniali, dove ne ha sentite di tutti i colori contro musulmani, gay, femministe ecc.

    Paolo

  15. utente anonimo says:

    >Non frequento tanto le chiese, ma un mio amico ha fatto uno di quei corsi prematrimoniali, dove ne ha sentite di tutti i colori contro musulmani, gay, femministe ecc. < Quando i cristiani inizieranno a fare pogrom e a metter bombe come fanno i fondamentalisti degli USA ci porremo il problema. Per ora lo fanno i fratelli arabi, per cui occupiamoci di loro invece di far finta di nulla con questi relativismi del cz. JZ

  16. utente anonimo says:

    A parte il velato suggerimento di Miguel di denunciare la Madonna ;)

    non posso che trovare ovvio che i credenti per bene vadano in Paradiso, quelli per male e i non credenti all’Inferno. Al massimo c’è l’eccezione dell’ignorante senza colpa – ma non so se vale per i musulmani, visto che il Corano parla di Gesù.

    Vabbè, per una volta sono quasi d’accordo con Miguel – il quasi è relativo all’idea di perseguira la Madonna.

    Francesco

  17. utente anonimo says:

    JZ

    Chiedi agli inglesi se i cattolici non mettono bombe….

    Belzebù viene da baal ze vuv (ebr. signore delle mosche) non mi ricordo quale profeta biblico sorpiò così il nome di una divinità caanaea per disprezzarla, e intimare agli ebrei di non associarsi ai loro vicini nel culto di questa divinità.

    barbara

  18. utente anonimo says:

    Barbara

    chiedi agli inglesi se gli irlandesi cattolici non mettono bombe … per la precisione.

    Francesco

  19. utente anonimo says:

    Dalla mia conoscenza degli inglesi ti posso rispondere che per molti di loro tutti i cattolici sono potenzialmente pericolosi: in italia ci sono i brigatisti e in sardegna si viene rapiti (giuro di aver sentito un modesto maestro londinese dire che non sarebbe mai anadato in vacanza in sardegna per questo motivo), in spagna si rischia di rimanere vittima dell’eta. per non parlare dell’america latina, tutta piena di guerriglieri….

    Barbara

  20. kelebek says:

    Comunque la questione non è di fare contrapposizioni tra “cristiani” e “musulmani”, che a mio avviso non hanno molto senso (avete letto William Dalrymple, Dalla montagna sacra, che ogni tanto pubblicizzo gratuitamente?).

    Il punto è che anche il laicista più convinto saprebbe collocare il discorso della Madonna di Fatima (discorso “approvato” dal Vaticano, non dimentichiamo) in un contesto.

    Che può essere, se si vuole, un contesto di critica radicale al cristianesimo, ma non è un contesto di “antiterrorismo”.

    Le frasi della Madonna di Fatima non le troveremmo sparate su Repubblica come prova della necessità di arrestare qualcuno per “terrorismo”, cioè per tentato massacro di civili.

    Miguel Martinez

  21. utente anonimo says:

    Leggo da un po’ di tempo gli interventi di questo blog. Mi sembra che esprimano un punto di vista sul modo, se non in edito, di certo senza molta eco. E per di più lo fa in modo argomentato e – spesso- convincente. Mi scuso quindi se il mio primo intervento è tanto banale: ma la reazione più immediata di fronte alle parole dell’imam e a quelle su Medjiugorie è quella di uno sconforto assolutamente bipartisan (scusate la parolaccia) per la stupidità delle religioni. Mi si dirà: se sei un fan di Odifreddi hai sbagliato blog. Può essere. Ovviamente sul piano del diritto l’accusa è inconsistente ed è quindi giusto mettere in luce la discriminazione. Ma nel merito mi piacerebbe che fosse chiaro che stiamo difendendo il diritto di esprimere idee idiote (e potenzialmente perniciose).

    valentino

  22. utente anonimo says:

    DIce il Profeta, anzi Gabriele ha suggerto al Profeta

    “Se temi un tradimento da parte di un popolo, rendigli la pariglia” (VIII,6).

    Ecco mi sembra il caso di come si sta regolando lo stato italiano con l’Iman di Perugia..temiamo il tradimento e stiamo dalla parte del formenton..

    MARCELLUS WALLACE

  23. falecius says:

    Per Valentino: il diritto ad esprimere idee idiote è abbondantemente difeso da Studio Aperto, la Padania, i programmi della de Filippi e moltissime altre cose. Qui si combatte un battaglia molto più grande, quella dell’uguaglianza di tutti gli esseri umani nell’esprimere idee idiote.

  24. utente anonimo says:

    Sei tu che stabilisci chi è Idiota o no?

    C’è sempre un Essere superiore alla fine..

    M.W.

  25. utente anonimo says:

    >

    Chiedi agli inglesi se i cattolici non mettono bombe…. < Si ma mica contro dei muslim. JZ

  26. utente anonimo says:

    Già, già, l’idiota supremo.p

  27. kelebek says:

    Per p. n. 27

    Idiotés. Nel senso di auto-referente. Ab-solutus.

    Miguel Martinez

  28. Si ma mica contro dei muslim

    JZ

    - Beh, mica ce la possono avere tutti con i musulmani, sennò sarebbe accanimento. mi sembra giusto che da altre parti si scelgano anche altri nemici…

  29. utente anonimo says:

    Tu dici che M W intendeva “Idiota” in quest’accezione (che non conoscevo)? Io sapevo che idiota è sinonimo nei vangeli più o meno di poveri di spirito. Che proprio per questo possono vedere una scintilla che i troppo illuminati non sanno vedere.p

  30. utente anonimo says:

    Insomma, il trattamento riservato dagli inglesi agli irlandesi cattolici non è stato elargito a nessun musulmano nella storia dell’Impero, che io sappia.

    Francesco

  31. utente anonimo says:

    >Beh, mica ce la possono avere tutti con i musulmani, sennò sarebbe accanimento. mi sembra giusto che da altre parti si scelgano anche altri nemici…< No, ma fa cadere il paragone del cavolo tra terrorismo islamico e quello Ira. Il male è che raramente i muslim se le suonano tra loro. Se imparassero a farlo (o ricominciassero, altro che Iraq che non fa testo) le cose andrebbero meglio, soprattutto loro farebbero qualche passo avanti. JZ

  32. JZ

    ripassati i post precedenti :-)

    ho detto semplicemente che per molti inglesi i cattolici sono tendenzialmente portati per il terrorismo e in generale per le attività delinquenziali. Esattamente quello che pensano molti italiani dei musulmani.

  33. utente anonimo says:

    Per MW: cerco di considerare idiote le idee o le azioni prima che le persone. Ciò detto, sì, stabilisco io cosa è idiota e cosa no. Chi dovrebbe farlo? Non potendo appellarmi a un essere superiore, cerco di usare la ragione. Poi, sapendo che le mie facoltà mentali sono assai limitate, tendo a lasciare spesso il giudizio in sospeso. Visto che gli altri possono fare lo stesso con me, la ritengo una strategia migliore e meno minacciosa (se vogliamo: più gentile) che prospettare agli “altri” le fiamme dell’inferno.

    valentino

  34. utente anonimo says:

    Falecius: “il diritto ad esprimere idee idiote è abbondantemente difeso da Studio Aperto, la Padania, i programmi della de Filippi e moltissime altre cose. Qui si combatte un battaglia molto più grande, quella dell’uguaglianza di tutti gli esseri umani nell’esprimere idee idiote.”

    Ecco subito un esempio di quanto limitate siano le mie facoltà: non ho capito bene la differenza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>