L’Oriente che gli pare

Ieri, tra i commenti al mio blog, leggo questo bellissimo testo.

Bellissimo, perché ha un notevole ritmo ipnotico: provate, come ho fatto io, a recitarlo ad alta voce, battendo il tempo con le dita.

Il ritmo però si accompagna a immagini molto forti e cupe, che si susseguono a gran velocità: potete sentire il "bastone sulla nuca" proprio mentre guardate, orripilati, le donne "coperte  sotto e scoperte sotto", anzi, ne respirate gli "aliti fetidi".

Sapendo che questo è un blog antimperialista e tutto il resto, qualcuno potrà pensare che io lo dica con ironia.

Invece, non è così.

Il testo mi affascina sul serio, come mi affascinano molte cose scritte dalla néoconnarderie.

Sarebbe superficiale soffermarsi sulle contraddizioni ("medici bombaroli… incapace di progredire oltre la pastorizia"), perché la potenza retorica è più forte della logica. Un discorso di questo tipo spazza via qualunque fragile e noioso ragionamento.

Solo che sarebbe il caso di soffermarsi un attimo su cosa stia descrivendo esattamente il signore che si firma "marcelus wallace".

Non sta descrivendo "l’oriente", ma come l’Oriente "gli pare".

E dove gli "pare" l’oriente?

In televisione.

Cioè, il signor Marcelus Wallace (mi consenta le maiuscole) sta descrivendo, in maniera estremamente efficace il contenuto di una grossa scatola di plastica e di altri materiali che lui tiene nel suo salotto di casa.

"L’oriente mi pare un caos di povertà corruzione ignoranza tagliatori di teste, mercanti di morte, piantatori d’oppio, mercanti di sogni, barbuti fanatici, masse sessualmente represse, aliti fetidi, sodomiti organizzati, intolleranti, perdenti rapitori di giornalisti e giornalai, gente che vive nel bunker e si filma incappucciata, eserciti fantasma, codardi, medici bombaroli, incapace di progredire oltre la pastorizia, sfruttatori di pozzi di petrolio, uccisori di figlie in minigonna..confusione, arroganza e sovrappopolazione, gente in turbante donne coperte sopra e scoperte sotto..una massa di rompicoglioni che si ritiene molto intelligente, considerato che il 99,99 per cent vive sotto una dittatura e se dice bau gli danno l’ergastolo ma vengono qui a spiegarci tante cose, che la grecia è oriente tra l’altro: ma quando mai avete eletto i vostri capi (in grecia lo facevano 2500 anni fa!)? sempre sotto il tallone dei vostri Visir e sudditi sottoposti al bastone sulla nuca, quali rivoluzioni avete fatto, quali scoperte scientifiche avete fatto negli ultimi cento anni…..? il mondo è decollato e volete distruggere tutto in nome del vostro dio..basta vi prego scomparite nei vostri minareti, affogate nel vostro kus kus, datece il pètrolio ed emigrate sulla luna con le vostre faide infinite..ci avete rotto i pendenti…
marcelus wallace"

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized and tagged , . Bookmark the permalink.

34 Responses to L’Oriente che gli pare

  1. utente anonimo says:

    Be’, con il nick che si è dato non poteva aver visto ciò che racconta che in TV, o al cine_

    Il testo, aldilà dell’effetto un po’ ‘lista del supermercato’, ha un certo ritmo e una vaga forza iconica del montaggio “battuto” da videoclip_

    Non male_

    L. (Guidobaldo Maria Riccardelli) M.

  2. utente anonimo says:

    PS

    al mio ‘number one’_

    peccato che proprio il nick lo trascini a forza verso il “pulp”_

    L. (Duca Conte Semenzara) M.

  3. Aragonbiz says:

    Sarebbe abbastanza interessante, per contro, un Marcellus Wallace del cosiddetto “oriente”:

    ciò che immagina dell'”occidente” a partire dalla stessa scatola.

    “l’occidente mi pare un caos di opulenza, corruzione, falsa istruzione, mercanti di morte, consumatori di droghe, mercanti di sogni, wasp fanatici, masse sessualmente nevrotiche, aliti asettici, sodomiti organizzati, intolleranti, perdenti, rapinatori, speculatori …” ecc.. ecc.

  4. utente anonimo says:

    Io lo dicevo che i sodomiti stanno alzando troppo la testa, si sono organizzati sia da noi sia presso gli orientali!

    Scusate ma mi è venuta di getto.

    Un solo appunto a Wallace: se se ne vanno sulla Luna, mica c’è bisogno di dirglielo che ci teniamo al loro petrolio .. roba lasciata indietro chi la trova se la piglia.

    MM, tu ti diverti troppo

    Francesco

  5. utente anonimo says:

    Evidentemente le disfunzioni cerebrali di Wallace sono in una fase molto critica per uno che non e`,al 1000×10000,mai stato in oriente neanche sui libri di scuola elementare,dare ascolto alle cazzate,che in ogni caso si potrebbero confermare per l`Occidente almeno al 90%,e`veramente peccato!!!!!!!!!

    Pecoraro sardo

  6. kelebek says:

    Per Francesco n. 4

    Sicuramente mi diverto e a volte prendo lievemente in giro; però questa volta non volevo essere ironico, davvero.

    Tutte le parole che ho usato qui significano esattamente ciò che sembrano.

    Miguel Martinez

  7. bella l’idea di ritmare le parole con le dita.mi è venuta una discreta posse.il testo è idiota ma c’è molto ritmo se becco un amico dj gli metto una base musicale e te la spedisco.

    ciao

  8. kelebek says:

    Per Baskerville n. 7

    Idea splendida. Se si fa un formato mp3 o simile, lo linko sul blog.

    Miguel Martinez

  9. Potrei usarla come base per un brano goffamente musicale del JWC.

  10. utente anonimo says:

    >Io lo dicevo che i sodomiti stanno alzando troppo la testa, si sono organizzati sia da noi sia presso gli orientali! Francesco< Si, ma perché nessuno si preoccupa, invece, di che fine abbiano fatto i gomorriti? Ritvan

  11. utente anonimo says:

    Rif. 10

    Ritvan, un pò mi secca ammetterlo, mi hai fatto ridere di gusto con quella battuta!

    Sei in ferie eh?…

    Ciao Sardina

  12. utente anonimo says:

    Sì, bella idea questa della canzone.

    Poi, però, non incominciate con la storia del diritto d’autore dell’autore delle parole.

    E non consultate ventisette avvocati per avere diciotto pareri diversi.

    E poi, qualora la canzone si diffondesse nel web, grazie ai blog, e scoppiasse l’ennesima rivolta per il senso di istigazione al suicidio dell’ ” affogate nel vostro cus-cus” rivolto ai pesci e al pollame di provenienza medio – orientale, non lamentatevi del senso dell’ umorismo occidentale.

    Aurora.

  13. utente anonimo says:

    Farne un rap?

    E sei i Uallaci d’Italia ci prendono gusto e iniziano un pogrom su quel ritmo? Addestrati dal pericoloso Miguel Martinez?

    Non voglio sapere cosa facevano i gomorrei, mi basta quello che so sui sodomiti (cioè nulla).

    Per me dovresti mettere il testo in bella e chiosarlo, ha un suo fascino. A cominciare dal’idea che il Marocco sia Oriente per l’Italia …

    Francesco

  14. utente anonimo says:

    una massa di rompicoglioni che si ritiene molto intelligente, considerato che il 99,99 per cent vive sotto una dittatura e se dice bau gli danno l’ergastolo ma vengono qui a spiegarci tante cose, che la grecia è oriente tra l’altro: ma quando mai avete eletto i vostri capi (in grecia lo facevano 2500 anni fa questa è bella!mi viene in mente un verso di Aristofane “me l’ha consigliato la dea:vincerti a forza di puttanate” f.c. p.s.Miguel colgo l’occasione per esprimerti tutta la mia stima,ti leggo quotidianamente da quando sono ‘collegata'(poco meno di 2 anni)

  15. ALBERTOag says:

    forte!un riassunto de “la rabbia e l’orgoglio” in poche righe!

  16. utente anonimo says:

    C’è della poesia in quelle parole. Considerando che l’elencazione caotica è un’arma straordinaria della poesia moderna. Il testo emblema, straordinario nella sua riduzione del poeta a puro occhio o cinepresa è questa sorprendente e meravigliosa poesia di aldo palazzeschi. Naturalmente l’ironia di quell’impagabile artista non appartiene al nostro uallace.p

    La passeggiata

    - Andiamo?

    - Andiamo pure.

    All’arte del ricamo,

    fabbrica passamanerie,

    ordinazioni, forniture.

    Sorelle Purtarè.

    Alla città di Parigi.

    Modes, nouveauté.

    Benedetto Paradiso

    successore di Michele Salvato,

    gabinetto fondato nell’anno 1843.

    avviso importante alle signore !

    La beltà del viso,

    seno d’avorio,

    pelle di velluto.

    Grandi tumulti a Montecitorio.

    Il presidente pronunciò fiere parole.

    tumulto a sinistra, tumulto a destra.

    Il gran Sultano di Turchia ti aspetta.

    La pasticca di Re Sole.

    Si getta dalla finestra per amore.

    Insuperabile sapone alla violetta.

    Orologeria di precisione.

    93

    Lotteria del milione.

    Antica trattoria “La pace”,

    con giardino,

    fiaschetteria,

    mescita di vino.

    Loffredo e Rondinella

    primaria casa di stoffe,

    panni, lane e flanella.

    Oggetti d’arte,

    quadri, antichità,

    26

    26 A.

    Corso Napoleone Bonaparte.

    Cartoleria del progresso.

    Si cercano abili lavoranti sarte.

    Anemia !

    Fallimento!

    Grande liquidazione!

    Ribassi del 90 %

    Libero ingresso.

    Hotel Risorgimento

    e d’Ungheria.

    Lastrucci e Garfagnoni,

    impianti moderni di riscaldamento:

    caloriferi, termosifoni.

    Via Fratelli Bandiera

    già via del Crocefisso.

    Saldo

    fine stagione,

    prezzo fisso.

    Occasione, occasione!

    Diodato Postiglione

    scatole per tutti gli usi di cartone.

    Inaudita crudeltà!

    Cioccolato Talmone.

    Il più ricercato biscotto.

    Duretto e Tenerini

    via della Carità.

    2. 17. 40. 25. 88.

    Cinematografo Splendor,

    il ventre di Berlino,

    viaggio nel Giappone,

    l?onomastico di Stefanino.

    Attrazione ! Attrazione!

    Cerotto Manganello,

    infallibile contro i reumatismi,

    l?ultima scoperta della scienza !

    L?Addolorata al Fiumicello,

    associazione di beneficenza.

    Luigi Cacace

    deposito di lampadine.

    Legna, carbone, brace,

    segatura,

    grandi e piccole fascine,

    fascinotte,

    forme, pine.

    Professor Nicola Frescura:

    state all?erta giovinotti !

    Camicie su misura.

    Fratelli Buffi,

    lubrificanti per macchine e stantuffi.

    Il mondo in miniatura.

    Lavanderia,

    Fumista,

    Tipografia,

    Parrucchiere,

    Fioraio,

    Libreria,

    Modista.

    Elettricità e cancelleria.

    L?amor patrio

    antico caffè.

    Affittasi quartiere,

    rivolgersi al portiere

    dalle 2 alle 3.

    Adamo Sensi

    studio d?avvocato,

    dottoressa in medicina

    primo piano,

    Antico forno,

    Rosticcere e friggitore.

    Utensili per cucina,

    Ferrarecce.

    Mesticatore.

    Teatro Comunale

    Manon di Massenet,

    gran serata in onore

    di Michelina Proches.

    Politeama Manzoni,

    il teatro dei cani,

    ultima matinée.

    Si fanno riparazioni in caloches.

    Cordonnier.

    Deposito di legnami.

    Teatro Goldoni

    i figli di nessuno,

    serata popolare.

    Tutti dai fratelli Bocconi !

    Non ve la lasciate scappare !

    29

    31

    Bar la stella polare.

    Assunta Chiodaroli

    levatrice,

    Parisina Sudori

    rammendatrice.

    L?arte di non far figlioli.

    Gabriele Pagnotta

    strumenti musicali.

    Narciso Gonfalone

    tessuti di seta e di cotone.

    Ulderigo Bizzarro

    fabbricante di confetti per nozze.

    Giacinto Pupi,

    tinozze e semicupi.

    Pasquale Bottega fu Pietro,

    calzature…

    - Torniamo indietro?

    - Torniamo pure.

    Credo sia il caso che anche uallace torni indietro dalla sua passeggiata.

  17. utente anonimo says:

    Si direbbe che ha letto Urlo di Allen Ginsberg e non ci ha capito niente.

    la timida donzella

  18. utente anonimo says:

    >Sei in ferie eh?… Ciao Sardina< Purtroppo non ancora.
    Ciao

    Ritvan

  19. utente anonimo says:

    Hei p. – grande!! – è vero che il nostro aspirante gangster postmoderno non ha l’ironia né gli altri piani retorici della poesia di Palazzeschi – bellissimo quel “il teatro dei cani”, una fonte ispirativa per “Blob” – però “quel” Palazzeschi lì oggi si sente un po’ superato nel linguaggio – proprio per il tipo di poetica scelta in quel caso, che si fonda su registri e immagini estremamente definite nel tempo – e poi, per quella che sembra una certa vena di Dadaismo, si nota in fondo anche l’assenza del lavoro di lima_

    Ma interessantissima in ogni caso_

    L.M.

  20. utente anonimo says:

    Ho un titolo per il vostro rap – “Siculo pakistani ragga”_

    L.M.

  21. utente anonimo says:

    Precisazione per il nostro neo-gangsta-con_

    Tutti i credits di Hollywood che ho visto adesso, scrivono il nome del pesonaggio come Marsellus – con “S” e due “L”_

    L.M.

  22. calmansi says:

    @ L.M. #21

    L’avevo notato anch’io, però mi ero detto che forse il poeta dell’eteroclito aveva soltanto visto il film e trascritto il nome a modo suo. Come d’altronde l’autore del sito (“Bienvenue sur mon petit bout de site consacré à ma passion qu’est le modélisme.”).

  23. calmansi says:

    @ L.M. #21

    L’avevo notato anch’io, però mi ero detto che forse il poeta dell’eteroclito aveva soltanto visto il film e trascritto il nome a modo suo. Come d’altronde l’autore del sito (“Bienvenue sur mon petit bout de site consacré à ma passion qu’est le modélisme.”).

  24. calmansi says:

    @ L.M. #21

    L’avevo notato anch’io, però mi ero detto che forse il poeta dell’eteroclito aveva soltanto visto il film e trascritto il nome a modo suo. Come d’altronde l’autore del sito (“Bienvenue sur mon petit bout de site consacré à ma passion qu’est le modélisme.”).

  25. calmansi says:

    Oops, ranzato un tag di nuovo. Il sito è http://marcelluswallace.free.fr/.

  26. calmansi says:

    Oops, ranzato un tag di nuovo. Il sito è http://marcelluswallace.free.fr/.

  27. calmansi says:

    Oops, ranzato un tag di nuovo. Il sito è http://marcelluswallace.free.fr/.

  28. utente anonimo says:

    …mio malgrado mi trovo finalmente iscritto in una categoria la neoconon non so cosa…oscuro è l’etimo, almeno per me, ma mio malgrado qualcuno ha trovato un etichetta adeguata alla mia povera persona. Ho cercato di documentarmi e capire di cosa si trattasse e mi pare di avere capito descriva il sentire medio di un uomo medio, sommariamente informato da fonti selezionate in una reltà mediatica genericamente imperialista. In god we trust, c’è scritto da qualche parte, peccato che ognuno abbia la sua faccia di Giano da adorare …perfida beffa divina: come lumachine sorde attendiamo incosapevoli la cottura nella stessa uguale polenta, inutilmente barricate nel nostro splendido inutile guscio. Oriente ed occidente sono in fondo categorie del pensiero, come inter e juventus, ognuno ha i propri scudetti, coppe, bandiere tifosi…Per chi tifi tu?

    Mah sinceramente di famiglia mio papà e i miei fratelli sono tutti talebani, ma io personalmente fin da piccolo siccome avevo la maglia dei crociati che avevo trovato addosso ad uno esploso sopra una mina anti-uomo e che mi andava bene perchè con la deflagrazione si era un pò ristretta da allora tengo per i cristiano maroniti, mentre le mie sorelle vorrebbero tenere per la Sampdoria, ma se mio nonno lo viene a sapere le fa violentare e lapidare per direttissima. Esse sulla violentazione ci potrebbero anche darci un “di sopra”, ma sulla lapidazione non ci tira tanto.

    Ho pure letto i versetti satanici e devo dire che, ammettendo pure l’assunto di un refuso luciferino nel Corano, molti di più devono essere i refusi di tetracannabidi nella zucca del neobaronetto..Ecco chiamatemi anche me neobaronetto, suona meglio di neoconiglio..

    Saluti Marcellus W.

  29. utente anonimo says:

    Mi firmo W. perchè anch’io sono ignorante dell’esatta graphia del Pulp-Negrone. Peranto fino a nuovo ordine o ordine nuovo, starò sul vago, tanto non costa nulla.

    Saluti Marcellus W.

  30. kelebek says:

    Per Marcellus n. 24

    Saluti anche a te!

    Miguel Martinez

  31. utente anonimo says:

    Oh Marcellus

    e perchè non mi citi il Milan?

    l’è un complotto di comunisti anti-Berlusconi, altro che!

    Francesco ;)

  32. dai…ma non si po’ leggere…eh eh

    grande miguel

    un saluto e a presto…

    orso

  33. utente anonimo says:

    Figata sto post del mio boss

    Ora mi firmerò Vincent Vega, per l’occasione…

    Saluti

    JZ

  34. utente anonimo says:

    Tranquillo marcellus, non sei neocon, solo volgarmente (nell’accezione etimologica del termine) relativista. E quegli altri, i neocon, non lo sono affatto.

    Luca

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>