Massimo, l’Esperto

Gli ultimi sviluppi del caso Ariel Toaff mi hanno fatto venire in mente una mia vecchia e polimorfa conoscenza, l’avvocato Massimo Introvigne.

Infatti, un articolo di Introvigne contro Ariel Toaff è diventato quasi l’emblema dello schieramento politicamente corretto su tale argomento.

Non voglio entrare qui nel merito della critica che Introvigne fa a Toaff; piuttosto, colgo l’occasione per raccontare un episodio che mi riguarda personalmente.

Introvigne è un ex-seminarista (all’epoca, come seguace di Monsignor Lefebvre), laureato in giurisprudenza, iscritto all’Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale (con il numero 133 BM) e lavora presso il potente studio Jacobacci di Torino, che opera a salvaguardia dei profitti di chi registra brevetti.

Da trentacinque anni, Massimo Introvigne milita nello stesso gruppo di estrema destra, un raro esempio di monogamia politica (in realtà, all’epoca in cui andava a scuola dai gesuiti, ha avuto anche una breve relazione adolescenziale con il Fronte Monarchico Giovanile).

Oltre a tutto ciò, Massimo Introvigne è un tuttologo introdottissimo nei talk show, commentatore fisso del Giornale e opinionista telecartaceo un po’ ovunque.

Introvigne iniziò negli anni Settanta, nell’allora limitatissima platea di Alleanza Cattolica, “consorella” italiana della Società Brasiliana per la Difesa della Tradizione, della Famiglia e della Proprietà (o TFP), come Massimo Esperto sul tema dei “sacerdoti pornocratici del sesso“,  ma anche su quello dei santi piemontesi.

Divenne poi Massimo Esperto sul tema dei “nuovi movimenti religiosi” o “sette”, ribaltando le vecchie tesi esclusiviste dei cattolici antimodernisti: meglio un’alleanza tra Scientology e Opus Dei che un conflitto tra i due, che avrebbe prestato il fianco ai laicisti, diceva.

Cosa che gli fruttò non poche critiche tra i cattolici, e il consenso di numerosi laici che non avevano capito affatto dove Introvigne mirava (d’altra parte, il laicista perbene difficilmente legge le rivistine a uso interno in cui Introvigne spiegava chiaramente il suo progetto).

Soprattutto, Introvigne piacque molto a Scientology  e organizzazioni simili e ciò gli procurò un vorticoso girò di viaggi e consulenze per il mondo, offerte da gruppi come la grande multinazionale finanziario-religioso-politica del Reverendo Moon.

Nel suo ruolo di Massimo Esperto dei Testimoni di Geova, Introvigne è anche riuscito nell’ardua ma proficua impresa di trasformare l’intera Società Torre di Guardia in venditori di un suo libro.

Introvigne difese anche alcuni propri colleghi (Massimi Esperti di scuola anglosassone) che erano arrivati a farsi pagare dalla setta giapponese di Aum Shinrikyo per certificare che il gruppo stava subendo un’immeritata “persecuzione religiosa” per il semplice fatto di aver riempito la metropolitana di Tokyo di gas tossico.

Dalla difesa degli apologeti dei terroristi più insensati del Novecento, Introvigne, dopo un breve intervallo come Massimo Esperto mondiale su Harry Potter, divenne Massimo Esperto (critico) del terrorismo islamista, vantandosi sulle copertine dei propri libri di fare da consulente per i servizi segreti israeliani e per l’FBI.

Nello stesso tempo, ha condotto una  campagna curiosa e discreta, all’interno dei variegati ambienti esoterici italiani, sfruttando la sua fama di Massimo Esperto Mondiale di satanismo, del Codice Da Vinci e di storia dell’esoterismo; una campagna finalizzata alla creazione di ciò che qualcuno ha definito una “massoneria cattolica”.

Forse in questo suo ruolo, l’ha aiutato il fatto di essere stato anche tra i cofondatori della segretissima Loggia di Tebe che si riuniva presso la sede del Grande Oriente francese.

Meno probabile che sia servito il suo ruolo, sostanzialmente goliardico, di  presidente della filiale italiana dell’International Transylvanian Society of Dracula.

Introvigne è diventato Massimo Esperto di millenarismo sciita, in tempo per istigare alla guerra contro l’Iran (da precisare che il Massimo Esperto non sembra che conosca né il persiano né l’arabo).

Ma a differenza dei neocon, il Massimo Esperto sostiene che è sbagliato, dal punto di vista degli interessi imperiali, laicizzare a forza i musulmani, che finirebbero solo per spostare il loro antimperialismo a sinistra.

Meglio, dice, cooptare il clero locale, spostare l’interesse dei religiosi su “questioni morali”, allontanandoli da pericolose derive politiche.

Esattamente come fa Alleanza Cattolica in campo cristiano, occorre stroncare le derive anticapitaliste implicite nelle religioni  e promuovere invece campagne sui “valori familiari”. Alla ricerca dei musulcon, Introvigne è così diventato anche il Massimo Esperto di Islam turco.

Attualmente, Massimo Introvigne è il Massimo Esperto di presunti omicidi rituali ebraici, cercando di dimostrare che le persecuzioni che ne scaturivano erano colpa di contadini ignoranti e che la Chiesa le ha sempre condannate. Una tesi adatta soprattutto a gettare ponti tra il Vaticano e gli interessi israeliani.

Ripeto, non ho idea della qualità dello studio specifico che Introvigne dedica ad Ariel Toaff, perché non ho potuto leggere ancora il libro che lui critica.

Ho invece idea dei metodi che Introvigne usa, grazie a una curiosa ricerca scientifica che Introvigne ha fatto interamente su di me.

Il 5 agosto del 1999, davanti alla conferenza annuale dell’Associazione per la Sociologia della Religione (ASR), Introvigne ha infatti dedicato tutto il suo intervento a questo modesto traduttore di manuali tecnici, descrivendomi come “esempio estremo” di un “terrorista estremo”.

Invito tutti a leggere la storia di quella ricerca, perché anche se non vi interessa Introvigne, offre una straordinaria opportunità per capire la maniera demenziale in cui funziona un certo mondo accademico, che al mondo appare come distaccato e obiettivo, grazie a un abile uso del linguaggio.

Il presidente della filiale italiana dell’Associazione Transilvana di Dracula (no, non è un montaggio)

 

Print Friendly
This entry was posted in cattolici, Movimenti gruppi e sette and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

34 Responses to Massimo, l’Esperto

  1. Ma sei serio? Credimi, ad un occhio esterno sembra tutto uno scherzo demenziale questo Massimo Esperto…

    Questo è il re di tutti i cialtroni…

    RaF

  2. kelebek says:

    Per Raf. n. 1

    Beh, il personaggio è notevole e, a modo suo, affascinante.

    Non ti dico di annoiarti a morte seguendo tutti i link (a parte quello alla ricerca, che andrebbe assolutamente letto).

    Però se lo fai, trovi la documentazione di ogni affermazione che faccio.

    Miguel Martinez

  3. talib says:

    Il Pico De Paperis denoantri!

  4. ha parlato di te a Chicago..??

    Ma questo è un povero pazzo…

    estrema destra, scientology, massoneria cattolica…quì siamo alla follia, MIguel…io ti consiglierei di non badarci più di tanto…

    beh, capisco che un individuo di tal genere possa avere, in qualche modo, un qualche peso…ma finchè non manda qualcuno a lanciarti buste di gas nervino in casa credo tu possa stare tranquillo :D

    (quella foto era meglio se non la mettevi cmq…fa rabbrividire quel novello Dracula)

    RaF

  5. utente anonimo says:

    dio che invidia… ma tutti tu li incontri questi personaggi?

    e io affogo nella noia passando la mia vita a parlare con giudici e avvocati…

    roberto

  6. utente anonimo says:

    comunque visto chi lo frequenta il famoso studio torinese di intellectual property mi pare un po’ meno prestigioso

    roberto

  7. dunque…ho dato un occhiatina alla ricerca come mi hai consigliato…

    allora tu saresti un “non-Christian anti-cultists”

    che “simply identify the core of all modern conspiracies with the Roman Catholic Church”

    …inoltre tu identifichi “the Pope of Rome with either the Antichrist”

    …ti nomina molte volte…

    secondo questo sciroccato tutti quelli che leggono il tuo blog sono potenziali terroristi.

    Stranamente i patti con la Chiesa dell’84 sanciscono la Laicità dello Stato…Semplicemente tu sei LAICO e come tale scrivi e ti esprimi…

    Se questo è essere potenziali terrosisti allora propongo a tutti i lettori di andare domattina a farsi esplodere in Piazza San Pietro :-)

    …ps. Miguel invece d pensare allo scoppiato fascista leggi il testo di Gaber che ho pubblicato or ora sul mio blog…da brividi….. ;)

    Raf

  8. kelebek says:

    Per Raf n. 4

    per qualche motivo, il tuo blog non apre adesso, riprovo più tardi.

    Comunque se cercate “Introvigne” su Google (cognome rarissimo, oltre a lui c’è solo un brufoloso australiano e un funeral parlor negli Stati Uniti, mi sembra), ci sono 178.000 riferimenti.

    Divertente la combinazione, “Introvigne” e “massimo esperto” (con le virgolette per non confondere con il “Massimo” del suo nome).

    Miguel Martinez

  9. Fankey says:

    Alla faccia…

    Molto interessante questo post, grazie!

  10. utente anonimo says:

    Miguel, lo so che uno che ti dà dell’ “addestratore di paramilitari sudamericani” (vicini o lontani da Pinochet, non importa) diventa ipso facto un tuo acerrimo nemico, ma io questo:

    Ma a differenza dei neocon, il Massimo Esperto sostiene che è sbagliato, dal punto di vista degli interessi imperiali, laicizzare a forza i musulmani, che finirebbero solo per spostare il loro antimperialismo a sinistra. Meglio, dice, cooptare il clero locale, spostare l’interesse dei religiosi su “questioni morali”, allontanandoli da pericolose derive politiche.

    lo trovo molto di buonsenso.

    Inoltre, a costo di farti venire un attacco di bile:-) direi anche che la storia della Chiesa che ha condannato e cercato di impedire i pogrom antiebraici è vera. In uno studo serio, fatto da uno studioso tedesco di Storia della Medicina si menziona addirittura una bolla papale in cui si smentiva la credenza popolare secondo cui gli ebrei erano responsabili della diffusione della Peste nera del ‘300 e si intimava ai fedeli di lasciare in pace gli ebrei. Però, l’ignoranza del popolino e l’ingordigia dei signorotti locali (che così non solo si appropriavano delle sostanze degli ebrei massacrati, ma vedevano abbuonati per morte del creditore i consistenti debiti contratti con gli ebrei) fecero cadere nel vuoto gli appelli di papi e vescovi.

    Ciao

    Ritvan

  11. Per la serie le persone corrette…. e il gossip di internet.

    Da : http://www.politicaonline.net/forum/showpost.php?p=5413084&postcount=372

    Qual è il problema ?! Il PROBLEMA è che il famigerato Campo Antiimperialista si dichiara sostenitore del terrorismo suicida contro lo Stato Ebraico , il problema è che questi delinquenti – tra cui spicca il nome del noto terrorista internazionale Miguel Martinez – sono finanziati dalla Repubblica Islamica dell’Iran per legittimare il neo-hitlerismo islamico , il problema è che questi amiconi dei terroristi non gioiscono per la morte di un tagliagole stragista come al-Zarkawi , il problema è che questo sedicente Campo ha preso le difese del criminale Saddam Hossein definendo il suo processo una farsa , il problema è che Diliberto va alle manifestazioni con questa gentaccia ! ECCO IL PROBLEMA !

  12. kelebek says:

    Spettl.e partner (n. 11),

    Come saprà, il nostro ufficio cerca sempre di coniugare cortesia e trasparenza.

    E’ quindi per no un piacere precisare alcune cose, in modo da rendere ancora più diretto il dialogo con voi, come con tutti i nostri clienti e fornitori e con la servitù in generale.

    Prima di tutto, è Diliberto il suicida, non Miguel Martinez.

    Secondo, ad aver fatto l’apologia del suicido di Diliberto è stato al-Zarkawi, in un’intervista esclusiva a Magdi Allam negli uffici di Pio Pompa.

    Poi il processo a Saddam Hussein è avenuto in Iran, con l’accusa di aver istigato Diliberto al suicidio.

    Hitler è vero che si è suicidato, e quindi l’analogia con Diliberto è in effetti esatta, ma Miguel Martinez era presente solo alla Self-Assisted Departure di Diliberto, non a quella dell’ex-cancelliere tedesco.

    Infine, la figura professionale rivestita dal dott. Martinez non è quella di “terrorista internazionale” ma di “world class panic facilitator”, con certificazione ISO-9999.

    Siamo certi di averle fatto cosa gradita con questi chiarimenti.

    Nella speranza di averla ancora tra i nostri fornitori, clienti o servitori, cogliamo l’occasione per porgerle i migliori auguri di una santa Pasqua.

    Ufficio Coordinamento Paura Planetaria del Campo Antimperialista

  13. due considerazioni sul commento n.11.

    Se si va sul blog di partito d’azione si noterà che i link sono quelli di ripensaremarx e kelebek, nonchè del comunitarismo. cosa alquanto curiosa per chi ha le opinioni presentate nel commento 11.

    vorrei poi sottolineare che in Italia esistono attualmente due (micro)partiti d’azione.

    uno proUnione è :

    http://www.nuovopartitodazione.it/

    l’altro è schierato a Sinistra ma indipendente dall’Unione:

    http://www.liberalsocialisti.org/

    entrambi hanno nulla a che fare con il comunitarismo e neanche, posso ipotizzare con una certa sicurezza, con il blog partitod’azione.

    saluti

  14. kelebek says:

    Per Filomenoviscido,

    Non conosco l’autore del post ed è la prima volta che vedo quel blog, ma mi sembra di capire che lui si limiti a girare, senza condividerlo, un post di altri, che si trova sul forum di politicaonline.

    Almeno io ho capito così.

    Miguel Martinez

  15. utente anonimo says:

    >Per Filomenoviscido, Non conosco l’autore del post ed è la prima volta che vedo quel blog, ma mi sembra di capire che lui si limiti a girare, senza condividerlo, un post di altri, che si trova sul forum di politicaonline. Almeno io ho capito così. Miguel Martinez< Anch’io l’ho capita così. Infatti nell’URL di politicaonline segnalato da Partitod’Azione (che da quel poco che ho visto sembra un antiimperialista da far invidia a Miguel:-) ) c’è l’originale della filippica antimigueliana, postata da un tale che si fa chiamare “Sionista” e il cui motto è “ILoveIsrael”, con logo una Torah srotolata. Che a sifatto individuo il nostro Martinez stia sugli zebedei mi sembra scontato:-).
    Ciao

    Ritvan

  16. utente anonimo says:

    x MM.

    Delizioso il tuo commento n.12. però, al destinatario sbagliato. Come dici dopo, il povero discepolo di Garibaldi si limitava solo a segnalare – anche se in modo alquanto goffo da prestar fianco ad equivoci in cui perfino uno scafato come Er Viscido c’è caduto – che i bieki sionisti ce l’hanno a morte con te, cosa che ti dovrebbe riempire di legittimo orgoglio. E tu, invece di ringraziarlo lo tratti a pesci in faccia?

    Ciao

    Ritvan

  17. utente anonimo says:

    Partito d’azione e liberalsocialisti? Gli unici due gruppi che forse possono vantare di aver meno militanti dei bordighisti. Capperi.p

  18. @ Ritvan commento n. 16:

    beh pare che stavolta tra me e Miguel vi sia stata una convergenza parallela nel rispondere a partitod’azione. capita talvolta di avere reazioni speculari tra avversari ;-)

    @p commento n.17:

    i bordighisti!!??? per forza sono pochi, se han preso da Bordiga passeranno il giorno a bocciare

  19. kelebek says:

    Per Ritvan n. 16,

    Per un attimo avevo avuto il dubbio anch’io, infatti avevo indirizzato il commento a “Partito d’Azione”.

    Poi ho dato un’occhiata al blog e ho capito come dovevano stare le cose.

    Per questo ho corretto in un più vago “partner”.

    Miguel Martinez

  20. utente anonimo says:

    Immagino invece voi, tutti ad agire. E vedo i risultati.p

  21. utente anonimo says:

    Salve Miguel, la leggo saltuariamente da diversi mesi, e apprezzo il suo stile e, quasi sempre, i suoi contenuti. Vengo al dunque: le scrivo per segnalarle una discussione di questo forum http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=326848&page=19 (uno dei più seguiti in italia) dove un personaggio anonimo (ma a quanto sembra ben noto come provocatore professionale) la diffama con le seguenti parole:

    “Il PROBLEMA è che il famigerato Campo Antiimperialista si dichiara sostenitore del terrorismo suicida contro lo Stato Ebraico , il problema è che questi delinquenti – tra cui spicca il nome del noto terrorista internazionale Miguel Martinez – sono finanziati dalla Repubblica Islamica dell’Iran per legittimare il neo-hitlerismo islamico”

    Il personaggio in questione, le ripeto, pare essere un vero e proprio propagandista di professione. Le basterà visitare uno dei suoi siti (www.destrardicale.it) oppure digitare il suo nickname (oppure uno degli altri pseudonimi che utilizza: “apoliticos”, “affus”) su boardtracker per avere un assaggio delle posizioni di questo personaggio, caratterizzate da un violento razzismo antiarabo e dalla costante ricerca della zuffa virtuale. Credo che molti amici ebrei rimarranno amaramente sorpresi scoprendo che un personaggio autodenominatosi amico di Israele, approfitti del suo anonimato per diffondere razzismo, propaganda odiosa e guerrafondaia facendo ricadere il biasimo per le sue scemenze sul popolo ebraico.

    La saluto

  22. utente anonimo says:

    p, mi fai sgorgare risate.

    Se vedono te bocciare, non sbagliano : tu non ne promuoveresti uno.

    Meglio che la rivoluzione venga per i fatti suoi, piuttosto che aspettare voi.

    Le tue sillurate sono come bocce lanciate con mira semplice, lineare, precisa, verso i birilli : giù tutti.

    Aurora.

  23. Per tutti… e in merito al mio post 11…..mi scuso se ho creato qualche equivoco.

    Io non conosco Miguel Martinez che attraverso il suo blog (che guardo abbastanza spesso), il suo sito e il gossip di internet. Frequento anche occasionalmente il portale Politicaonline e qui ho trovato il messaggio riportato. Non ne sono io l’autore e l’ho postato perché mi sembrava che in qualche modo centrasse con l’ultimo post del blog. Nel senso che corrisponde a un certo modo (estremo) di vedere il mondo che costituisce la versione non colta pensiero alla Introvigne. Almeno questa è la mia opinione, condivisibile o meno.

    Antonio

    P.S.

    Il blog http://partitodazione.splinder.com non appartiene ad alcuna forza politica, ma è una creazione personale che deve il suo nome alla mia ammirazione per l’esperienza dell’azionismo garibaldino ed antifascista.

    Mi scuso ancora se ho suscitato qualche equivoco.

  24. utente anonimo says:

    Sono l’autore del post numero 21. Chiedo scusa ma non avevo visto che già era stato segnalato quanto da me riportato.

    La saluto

  25. utente anonimo says:

    “Terrorista estremo- estremo”.

    Così Introvigne- avv. Massimo- definisce Kel.

    E allora Roberto di che si lamenta, quando dice di annoiarsi perché conosce solo giudici e avvocati ?

    Intanto è capitato nel blog di un estremo-estremo e poi finalmente sente parlare anche di un avvocato estroso, a suo modo affascinante, come dice Kel.

    Io per esempio, sono convinta che Kel sia un estremista. Lui non fa parte di un gruppo che ” costituisce”, ma di un gruppo che “costruisce ” un Fronte Antiamericanista Internazionale.

    Siccome il fronte è composto di persone, e le persone compongono una ” costruzione”, devono essere persone sassoidi, resistenti, impermeabili, ignifughe, che si elevano compatte dalla base verso l’alto ad erigere un muro, ma che dico ?, una barriera, una cordigliera, un enorme scudo.

    Mah, dubito ci siano tanti pietreschi in giro.

    Aurora.

  26. utente anonimo says:

    Forse non ne ha parlato a Chigago ma DA Chigago, il noto parrucchiere

    http://www.youtube.com/watch?v=4jsvWqx1pfE

    guarda il video del Marchese Chigago

  27. L’utente “ILoveIsrael” di politicaonline è un soggetto molto divertente! Basta saperlo prendere nel modo giusto.

    Per quanto riguarda Toaff: ovviamente non ho letto il libro, e tutto il clamore che ha suscitato continua a sembrarmi di pessimo gusto, ma incrociando le varie critiche lette in giro pare proprio che la sua tesi sia piuttosto campata in aria…

  28. utente anonimo says:

    >L’utente “ILoveIsrael” di politicaonline è un soggetto molto divertente! Basta saperlo prendere nel modo giusto. EugenioCazzidui < In che senso “prenderlo”, caro Cazzidui, in senso biblico?:-)
    Ciao

    Ritvan

  29. Ma insomma, metti un disclaimer… non si puo’ leggere un commento come il #12 a quest’ora… ho svegliato anche i gatti! XD

    E ci ero quasi riuscita pure prima, quando, seguendo il tuo suggerimento di googlare per “Introvigne” e “massimo esperto”, sul sito del cesnur l’avevo trovato definito, immagino seriamente, quale “massimo esperto planetario di nuove religioni”. :D

  30. Santaruina says:

    Io trovo particolarmente interessante la vicenda di Introvigne.

    Per molto tempo ho usato i suoi testi quale fonte per la conoscenza dei movimenti “esoterici”.

    Gli articoli che Miguel ha dedicato a lui credo siano tra i più interessanti in assoluto, insieme a quelli che analizzano il retroterra apocalittico escatologico dei neoevangelisti americani e dei neocon.

    Blessed be

  31. kelebek says:

    Per Santaruina n. 30,

    Grazie, anche per me sono le cose più interessanti, però in genere interessano meno di altri temi.

    Forse è meglio così…

    Miguel Martinez

  32. utente anonimo says:

    A proposito di super esperti tuttologi,Martinez,a quando una sua inchiesta sull’orrido Panella,autoproclamatosi,dopo l’11/9,guarda un pò, massimo esperto di Iran solo per avervi passato qualche mese ai tempi della rivoluzione per sfuggire alla polizia italiana(era un bravo ragazzo di lotta continua),che pure lui non sa nulla di arabo e persiano,e a legger la sua biografia sul sito del foglio ,sembra non parli neppure inglese?

    grazie

    Franz

  33. kelebek says:

    Valori cristiani (II)

    [..] Apprendiamo con piacere della conversione al buon senso di un noto forcaiolo, il tuttologo cosmico Massimo Introvigne. Solo pochi mesi fa, Introvigne scriveva cose come questa: Ma quando la vite gira, schiaccia un po’ tutti. Ed ecco che il cattolic [..]

  34. utente anonimo says:

    Bel sito.

    Introvigne va mandato fuori a calci dalla ns nazione!

    Diffondiamo la foto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>