Mai sottovalutare Kelebek

Mi scrivono Giovanni e Nicoletta Maggioni da Milano:

From: "Nicoletta e Giovanni" <eliamaggioni@alice.it>
To: <kelebek@imolanet.com>
Subject:
Date: Fri, 12 Jan 2007 11:31:06 +0100

grazie a persone (???) come lei accadono cose come quelle di Erba.
Giovanni Maggioni Milano

 

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized and tagged , . Bookmark the permalink.

57 Responses to Mai sottovalutare Kelebek

  1. utente anonimo says:

    nel senso che sei quello ossessionato dalla pulizia e dall’ordine o quello che fa casino?

    roberto

  2. utente anonimo says:

    Miguel, potresti chiedere gentilmente ai due che tipo di Erba abbiano fumato di recente?:-)

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Probabilmente il cortocircuito che ha innescato la graziosa epistola dovrebbe essere di questo tipo:”Tu, MMG Ball, sostieni che gli indigeni hanno il diritto di resistere all’invasione del loro territorio da parte degli “alieni” con qualsiasi mezzo, sgozzamenti compresi. Ecco, la pacifica coppia “indigena” di Erba, leggendo il tuo blog ha deciso di darsi alla “resistenza” contro i biechi “invasori” della loro terra, come un onesto Al Zarqawi qualsiasi”. E’ una gran cazzata, ma con un po di fumo d’Erba diventa verosimile:-).

  3. ma che vuol dire???spiegaci miguel

  4. utente anonimo says:

    Ah guarda, dovevamo capirlo sin dall’inizio che l’Olindo e la Rosa sotto quella parvenza di giocondi salumieri brianzoli (nessuna offesa alla categoria eh ….) celassero invece la loro verà identità di internauti incalliti e navigatori di siti estremisti come il tuo !

    Barbara .

  5. utente anonimo says:

    ahhhh!!! ecco, da questa illuminante email ho capito che sei il responsabile dello scioglimento dei ghiacci polari!!! sono gli scarichi inquinanti di tutta quell’Erba in fumo.

    Miguel, prima o poi se non l’hai ancora fatto devi pubblicare una raccolta di tutte ‘ste email, qui a psicologia lavoriamo per i prossimi 20anni con quella roba :-)

    dorian

  6. AndreaRusso says:

    Ma che accostamento è? Che tipi.

    Andrea

  7. Mi spiegate sta storia???

  8. utente anonimo says:

    Beh Miguel, se Ritvan incontra tutti i peggio buzzurri di Roma nella metro, tu di certo ricevi lettere da tutti i peggio scoppiati d’Italia :-)

    Z.

  9. utente anonimo says:

    Bene, ci voleva questo post per farmi uscire una volta tanto dal mio lurking, quanto meno per esternare il mio più profondo risentimento verso la classe di cialtroni che il signor Maggioni rappresenta. Mi metterei a ridere se non ci fosse da piangere. Da piangere e d’aver paura.

    Nuccia.

  10. utente anonimo says:

    una bella coppia anche questa, non c’è che dire

    maria

  11. utente anonimo says:

    Credo che per i due soggetti il colpevole di Erba sia ancora il marito marocchino.

    Ed essendo Miguel un messicano, naturalmente lo associano ai marocchini invasori ed assassini.

    Tutto ragionevole, direi.

    Francesco

  12. utente anonimo says:

    Così come molti non trovano un nesso tra gli omicidi di Erba e la famigliola Romano, io non ho colto il collegamento che i Maggioni devo aver fatto tra Miguel e gli omicidi del paese comasco.

    Se hanno fatto quel pensiero un nesso ci dev’essere nella loro mente!

    Che faccio allora?

    Apro i commenti fiduciosa che tra tutti gli arguti frequentatori del blog qualcuno lo abbia individuato e scritto cosicché io possa spostare le mie energie in altra direzione.

    E invece voi che fate?

    Qualcuno, come me s’interroga, altri cazzeggiano e liquidano i Maggioni come gente priva di senso logico.

    Esattamente come Bruno Vespa e la sua corte. Nessuno si offenda! :-)

    Può darsi, come può darsi di no.

    Insomma che c’entrano i fatti di Erba con Miguel?

    Cocco

    ps

    Ritvan, se me lo spieghi tu, “parla come mangi” che io capisco subito.

    ps2

    Per causa, loro malgrado, degli Albanesi, sto litigando con gran parte degli italiani della scuola.

    Poi vengo qui e litigo con l’albanese del blog. C’è qualcosa che non funziona! :-(

  13. utente anonimo says:

    Non credo, Francesco.

    Ormai lo sanno tutti che lui non c’entra.

    Lo sanno anche i miei ragazzi…..lo sanno tutti quelli che vedono la televisione.

    Certo, hanno rimosso che il primo indiziato sputtanato su tutti i giornali senza uno straccio di prova è stato lui.

    E fortuna, per lui, che si trovava in Tunisia nel momento dell’omicidio della sua famiglia altrimenti lo avrebbero recluso e avrebbero buttato la chiave.

    Nessuno, ad esempio si è premurato di cercare un movente in quel caso. Anzi il movente c’era ed era semplicemente che era tunisino, e loro “sono fatti così”.

    Ottimi osservatori e ottimi conoscitori delle culture altrui, gli italiani. Non c’è che dire!

    Cocco

  14. utente anonimo says:

    scusate ma la mia ipotesi resta la migliore.

    i maggioni sono i vicini di casa di miguel e miguel o è il casinaro o il maniaco dell’ordine (ad occhio direi il maniaco dell’ordine, ed in questo caso i maggioni sono giustamente preoccupati)

    roberto

  15. utente anonimo says:

    x roberto

    in effetti è la più simpatica….come te, del resto!

    x Francesco

    Avevo dimenticato. Tunisino e marocchino non è la stessa cosa.

    E’ vero che in Emilia chiamano anche me “maruchen” ….però, caspita!!!!

    Cocco

  16. utente anonimo says:

    >Qualcuno, come me s’interroga, altri cazzeggiano e liquidano i Maggioni come gente priva di senso logico.Cocco<
    Mah, mi sa che ad interrogarvi angosciosamente siete tu e Aquilatricolore. Vabbè, aquila dimostra di non essere proprio un’aquila:-), tu che vuoi dimostrare di essere proprio de Cocc(i)o:-). Ecco perché io mi unisco ai cazzeggianti:-).

    Ciao

    Ritvan il Cazzeggiatore

    P.S. E chiaro che la coppia è sciroccata (e speriamo che non se la cavi con la seminfermità mentale che m’inkazzo come una bestia), ma di uno sciroccamento estremamente efferato (specie la fimmena, per fare quel che ha fatto, perché nosotros masculi si sa che un pochino viuuuulente siamo de natura:-) ). Per quanto riguarda il fatto – che t’interessa di più probabilmente nell’ambito del “parla come magni”:-) – se la campagna xenofoba/antiislamica di stampo fallaciano abbia influito o meno, prima vorrei vedere se nella biblioteca della coppia c’è la trilogia della Fallaci:-). Sicuramente – secondo Ritvan il Pissicologo alle Vongole – il fatto che gli assassini non potevano aver bambini ha influito molto sulla sorte del povero piccolo Yussef:-(

    P.S2. Nessuno ti ha nominato avvocato d’ufficio degli albanesi a scuola. Se credi di essere nel giusto, lo fai, se no, no. Io non mi sento in obbligo di premiarti per questo:-)

  17. utente anonimo says:

    ragazzi noi scherziamo, sia pure seriamente, però il messaggio dei coniugi maggioni è piuttosto inquietante, perchè non scriviamo loro qualcosa? potrebbe essere un’idea o è meglio lasciarli perdere nella loro odio paranoico ma pericoloso?

    maria

  18. kelebek says:

    Un po’ per tutti,

    Beh, anch’io sono piuttosto perplesso.

    Miguel Martinez

  19. utente anonimo says:

    siete ottimisti a parlare di “coniugi” senza sapere se i nostri amici effettivamente lo sono.

    so che dovrei vedere meno film de paura ma io pensavo a madre e figlia, in un’atmosfera alla psycho (per stare sul sicuro se fossi miguel stasera eviterei la doccia)

    roberto

  20. utente anonimo says:

    Bloody Mary: potrebbe essere un’idea o è meglio lasciarli perdere nella loro odio paranoico ma pericoloso?

    Decisamente la seconda che hai detto :-)

    Z.

  21. utente anonimo says:

    comunque, ne approfitto per mandare un gigantesco “pfui” a tutti quei giornalisti che prima hanno creato il mostro e ora usano formule impersonali del tipo “l’immaginario collettivo che crea il mostro”.

    siete stati voi, disgraziati irresponsabili, a inventare delle pseudo notizie

    roberto

  22. utente anonimo says:

    grazie coco (15), ma io volevo essere inquietante mi trovo ad essere simpatico.

    mah…

    roberto

  23. kelebek says:

    Per Roberto n. 21,

    Esatto!

    Miguel Martinez

  24. utente anonimo says:

    x roberto

    Inquitante? Non ti è riuscito. :-)

    Ma che fai? Anche tu come cloro mi chiami Coco? Il mio nome è Cocco.

    Già i “liberi pensatori” mi dicono Coccobello e Coccofresco. Non vorrei che i “superliberi” s’inventassero cocòtrecivettesulcomò. ;-)

    Cocco

  25. utente anonimo says:

    X Ritvan

    Vedi che non capisci!!!!

    Non ti avevo chiesto di parlare di me.

    Chiediti pure che razza di “bestia” sono, se credi. Ma nella tua mente. :-)

    Cocco

  26. utente anonimo says:

    Z,

    forse hai ragione, ma sono piuttosto incazzata e sento dentro una certa aggressività nei confronti dei coniugi maggioni, spero che leggano questo blog e provino rabbia… Bloody mary (mi piace questo nick)

    ps. (come fa sempre ritvan)

    ma esisteranno davvero? o sarà un indirizzo inventato?

  27. utente anonimo says:

    E fortuna, per lui, che si trovava in Tunisia nel momento dell’omicidio della sua famiglia altrimenti lo avrebbero recluso e avrebbero buttato la chiave.

    maria

    cocco, questo è poco ma sicuro, ma non solo, hai notato, che non paghi dell’assenza, prima di sapere dei colpevoli veri, i giornali hanno cominciato a infruscare il cervello delle persone suggerendo una vendetta maturata nel suo “giro” di amici o nemici, tutto faceva brodo, doveva essere colpevole a tutti i costi… questa volta il caso ha fatto giustizia contro la malvagità sociale che ci sta soffocando piano piano…

    maria

  28. utente anonimo says:

    x Maria

    Ho notato.

    Prima hanno indagato su suo fratello.

    Poi nell’ambito degli spacciatori ad egli collegabili.

    Poi tra i calabresi reclusi nel carcere in cui si trovava e con cui aveva avuto un diverbio.

    Non è mia opinione che i Romano abbiano agito mossi da un istinto xenofobo…..che ci sarà anche stato, ma che secondo me non c’entra con la loro decisione di uccidere.

    Indubbiamente, però, sia i giornali, che gli inquirenti, che l’opinione pubblica, “affamati” di individuare nel diverso quella morte, che come gli autori della strage celano nel cuore, non si rassegnavano ad accantonare il pregiudizio.

    Come in mille altre cose si foderano gli occhi e vanno avanti per una strada già tracciata in altri contesti, incapaci di operare un’osservazione autonoma, e si arrendono solo davanti alle prove oggettive quali la cronologia degli eventi oppure la macchia di sangue da indagare con un’indagine tecnologicamente avanzata.

    E il giorno del dichiarato sospetto sento un’intervista ad un giovane erbese che a stento riusciva a parlare in italiano corretto.

    “Mi è sembrato strano. Quelle cose non succedono da queste parti. Quelle cose le fanno gli arabi o i meridionali. Non noi”, dice il ragazzo.

    Ma benedetto figliolo! Nessuno ti ha mai detto che nelle famiglie meridionali i figli sono sacri e solo un folle (nel senso pieno del termine) in preda ad un attacco di follia potrebbe ucciderli.

    Ciao

    Cocco

  29. utente anonimo says:

    >Ma benedetto figliolo! Nessuno ti ha mai detto che nelle famiglie meridionali i figli sono sacri e solo un folle (nel senso pieno del termine) in preda ad un attacco di follia potrebbe ucciderli.Cocco<
    Nelle famiglie settentrionali, invece, i figli sono profani e, pertanto si possono mangiare allo spiedo:-)

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Cocco (con due “c” e senza valori aggiunti:-) ) magnanimemente ti dispenso dall’informarmi che come al solito non c’ho capito ‘na mazza e che tu non volevi dire questo. Già lo so:-).

  30. utente anonimo says:

    Prima demolisco la simpatica ipotesi di Roberto, dicendo che i Maggioni abitano a Milano, pertanto escludendo a priori il possesso di una seconda casa a Milano di Miguel….

    Poi faccio la mia nuova ipotesi (seria) sull’inkazzatura di Maggioni. Forse hanno letto qui il messaggio “Questo blog aderisce alla Prima Internazionale dell’Odio” senza la dovuta dose di ironia?

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Buona l’idea di chiedere via email ai Maggioni maggiori chiarimenti. Io ci provo. Vediamo cosa ci dicono.

  31. utente anonimo says:

    Ti faccio notare un’altra cosa, visto che quella già la sai.

    Non ti sei accorto che ho smesso da un pezzo di chiarirti il mio pensiero che tu, seriamente, scherzosamente o pretestuosamente, travisi.:-)

    Cocco

  32. utente anonimo says:

    sì cocco, la strage non ha nulla a che vedere con la xenofobia che pure c’era, anch’io mi riferivo ai giornali, alla stampaccia che raccatta quello che c’è nell’aria, appena un secondo fa ho sentito un giornalista dire che a Erba lo sconcerto è ancora più grande perchè gli assassini sono di erba, ma ti rendi conto? Se fosse stato il tunisino si sarebbero sentiti sollevati compreso il giornalista.

    Ma voglio dire un’altra cosa e riguarda il discorso del figlio mancato che avrebbe scatenato la follia della signora, il solito luogo comune che vuol vedere nella mancanza di un figlio una frustrazione per tutta la vita, che può spingere a una strage di queste dimensioni. Non essere madri è considerata una lesione della femminilità per sempre, non dalle donne, per fortuna, ma da coloro che si inventano un’immagine che esiste a tratti come tutto nell’esistenza umana.

    maria

  33. utente anonimo says:

    Ritvan

    P.S. Buona l’idea di chiedere via email ai Maggioni maggiori chiarimenti. Io ci provo. Vediamo cosa ci dicono. Ritvan

    maria

    ritvan, anch’io ci sto pensando.

  34. utente anonimo says:

    E io già fatto, gné-gné!:-)

    Ciao

    Ritvan

  35. utente anonimo says:

    ma tu sei sempre il primo e…l’ultimo:-) battute a parte, hai tenuto un tono sobrio e glaciale come intendo fare io?

    maria

  36. utente anonimo says:

    >Non ti sei accorto che ho smesso da un pezzo di chiarirti il mio pensiero che tu, seriamente, scherzosamente o pretestuosamente, travisi.:-)

    Cocco<
    Donna, tu offendi un fine osservatore par mio se insinui che non me ne sia accorto. Ultimamente credo di aver perso anche talib e Dacia (tanto per non far nomi:-) )Però, la mia morbosa curiosità indagante nel mistero della psiche femminile progressista equa&solidale ha ancora a disposizione maria e clora che per ora rispondono abbastanza bene. Pertanto, se speri che un Uomo d’Onore par mio venga da te strisciando ed implorandoti in ginocchio per avere accesso al prezioso tesoro racchiuso nelle tue delicate meningi, ebbene ti sbagli.

    Cocco Rosso non avrai il mio scalpo!:-)

    Ciao

    Ritvan

  37. utente anonimo says:

    >ma tu sei sempre il primo e…l’ultimo:-) battute a parte, hai tenuto un tono sobrio e glaciale come intendo fare io?

    maria<
    Mais naturellement, mademoiselle! Quando voglio sono capace di dar dei punti in politesse anche a Mons. Della Casa in persona:-).

    Ciao

    Ritvan

  38. utente anonimo says:

    >siete ottimisti a parlare di “coniugi” senza sapere se i nostri amici effettivamente lo sono.

    so che dovrei vedere meno film de paura ma io pensavo a madre e figlia, in un’atmosfera alla psycho roberto<
    Giovanni sarebbe la madre o la figlia?:-).

    Ciao

    Ritvan

  39. utente anonimo says:

    Caro Miguel, cio ho pensato su è ho concluso che il motivo per cui ti hanno scritto così è perché ritengono che quelle due mostruosità deambulanti pluriassassine, ovvero una normalissima e italianissima coppia, non avrebbero mai ucciso un’altra coppia italiana “normale, silenziosa, ordinata e civile”.

    Ergo, se gli immigrati stessero a casa loro questo genere di cose non succederebbe perché le normalissime coppie italiane non dovrebbero essere costrette a difendersi (praticamente la stessa giustificazione che si davano le Einsatzgruppen mentre metragliavano a botte di 500 alla volta i civili polacchi, prevalentemente vecchi donne e bambini, in fosse comune fatte scavare prima della mattanza: ovvero ci stiamo solo difendendo).

    Tu con le tue idee e probabilmente col fatto che sei un messicano che vive in italia e sei per giunta sposato ad una italiana, secondo quel tipo che ti scrive (una specie di miracolo in sé) rappresenti l’epitome del responsabile di quella strage.

    Prima di andare a vomitare, vorrei aggiungere un’altra cosa. Leggo nei commenti di questo post di Sherif:

    http://salamelik.blogspot.com/2007/01/difendere-il-territorio.html

    un anonimo che scrive questa cosa:

    “Una famiglia sola che si difende da una famiglia diversa, ecco la frase che la dr.ssa Bossi (e l’altro pezzo del cognome non me lo ricordo) ha usato ieri a “Porta a porta” per giustificare il delitto di ieri. Agghiacciante”.

    Io non vivo in Italia (speriamo che gli svizzeri non decidano di sgozzarmi, visto che sono immigrato e pure terrone) e in ogni caso non ho la televisione, per cui non ho il piacere di vedere porta a porta, ma qualcuno può confermare che davvero esiste uno scherzo della natura con una bocca capace di dire in televisione una cosa del genere?

    Carlo Fusco

  40. kelebek says:

    Un po’ per tutti,

    grazie di tutte le ipotesi.

    Io comunque sarò il più lento di tutti.

    Non riesco a ricordarmi se sono stato io o no a dare l’ordine ai due Pulitori di Condominio, o se ho fatto da testimone di nozze alla coppia mista.

    Miguel Martinez

  41. utente anonimo says:

    >siete ottimisti a parlare di “coniugi” senza sapere se i nostri amici effettivamente lo sono.

    so che dovrei vedere meno film de paura ma io pensavo a madre e figlia, in un’atmosfera alla psycho roberto< Giovanni sarebbe la madre o la figlia?:-). maria
    casomai, giovanni sarebbe anche Nicoletta?.-)))

  42. utente anonimo says:

    “ecco la frase che la dr.ssa Bossi…”

    Potrei sbagliarmi, dato che neanche io guardo la TV, ma potrebbe trattarsi della dr.ssa Isabella Bossi Fedrigotti, che è una scrittrice e giornalista (la quale già più volte in passato si è lasciata andare a simili deliri).

    Ma forse mi sbaglio e qui si sta parlando di un’altra “Bossi”.

    -MaX

  43. utente anonimo says:

    Sì, ecco, anch’io pensavo la stessa cosa di Carlo Fusco al commento 39.

    Nuccia (che torna nel suo lurking)

  44. ve la do’ io la chiave (chiaramente nella filosofia “da bar” che contraddistingue le mie produzioni)

    Allora Miguel (di cui non so se sappiano le due aquile, non tricolori che scrivono, che Miguel è messicano, ergo extracomunitario), col suo blog offre un’immagine “sdoganata” dei musulmani , che, insolitamente, per come li dipinge lui, manco sono ignoranti (come la filosofia del padano si rappresenta). Per parlare terra-terra: che cazzo è sto blog che parla di libri, di musulmani colti e non tanto chiavacammelli, che dice delle “menzogne” (vabbe’ se per ritvan blondet le dice sugli israeliani, non vedo xke non dovrebbe esserci gente che pensa la stessa cosa di Miguel x quel che riguarda i mussulmani) x difendere quella sottocultura anticristiana, tanto da contribuire a rendere arrapante agli occhi di una donna italiana (un figo della madonna ma sempre) un mussulmano tunisino, pure spacciatore di droga: chiaramente Miguel è coresponsabile moralmente dello stato di invivibilità che ha reso possibile, in tali circostanze “barbariche” che due “tranquilli coniugi perbene” si ribellassero a tanta malversazione (ho sentito parlare di tappeti sbattuti sul balcone del piano di sotto, dove stavano loro) sintomo di un’indubbia corruzione morale della nazione.

    That’s all folks.

    che ne dite?

    cloro

  45. utente anonimo says:

    Se è come dite i Maggioni o chi per (come) loro chiederano anche le attenuanti per i coniugi assassini ed incrimineranno chiunque si proponga a favore delle coppie miste.

    La chiesa è salva.

    Ciao cloro

    Cocco (con due “c” ;-) )

  46. utente anonimo says:

    Uomo d’Onore, ti sei giocato –e hai perso – la conoscenza delle accuse che sono state fatte a Michael (quello di padre albanese e madre veneta) e a suo padre….a sua madre no. Solo che io ero un po’ seccata con lei che, a seguito di mio reiterato invito mi ha chiesto di darle un appuntamento e poi non solo non si è presentata ma non ha neanche avvisato che non sarebbe venuta, mentre io, che mi sarei fatta volentieri una bella sigaretta (ero fuori orario di servizio, risparmiati il commento caustico sugli statali) sono stata lì ad aspettarla per quasi un’ora.

    Ma no che non ci hai perse.

    Solo che ci vuole una bella pazienza a starti dietro (leggasi: sopportarti) quando hai torto marcio, senza scatenare la tua ira di rinoceronte ferito

    Si dà il caso però che qualcuno che ti conosce di meno “non te le mandi a dire” quando “la fai fuori dal vaso” come se dall’altra parte del foglio elettronico ci fossero solo frasi scritte e non persone.

    O la dignità di persona ce l’hai solo tu?

    Ti devo mettere la faccina?

    Meglio precisare, va’!

    Se la metto e basta pensi che stia scherzando, e invece dico sul serio.

    Se non la metto pensi che sono arrabbiata, e invece mi è già passata.

    Fai tu. Accendi qualche lampadina nel cervello (area relazioni umane) e cerca di intendere.

    Comunque fai bene a non accostarti alle mie delicate meningi. Faresti delle scoperte non troppo edificanti….per te. :-)

    Cocco

  47. utente anonimo says:

    #21

    di tutta questa storia, è vero, l’unica cosa che merita approfondimento è questo tutto e niente dell'”immaginario collettivo” (di chi?) creato e paventato. Formula, hai detto bene, delega di responsabilità. Il diritto è estremamente carente in questo, un vero e proprio buco sulle formule tappabuchi.

    Ma la cosa tragica è che, io credo, la formula appaia in buona fede, in automatico, rodata dall’uso.

    Come la “memoria”.

  48. DaisukeJigen says:

    grazie a persone (???) come lei accadono cose come quelle di Erba.

    Giovanni Maggioni Milano

    Non ho ben capito: quindi, se la sede italiana di “Radio Maria” si trova proprio a Erba, sarebbe colpa di Miguel?

  49. utente anonimo says:

    Ma con sti Due Maggioni avete già avuto a che fare? o è la prima volta?

    Z.

  50. utente anonimo says:

    >ve la do’ io la chiave (chiaramente nella filosofia “da bar” che contraddistingue le mie produzioni)

    That’s all folks. che ne dite? cloro<
    Ekke dovremmo da di’? La ragione del becero sfogo antimigueliano dei Maggioni da Milano appariva chiara come sole anche ad un cieco totale. Noi si stava cazzeggiando ironicamente un po’ intorno, mica aspettavamo te ad Illuminarci:-).

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Non ho ben capito, invece cosa c..zo ci facesse nella tua tirata infilato ad minchiam il mio nome associato a quello di Blondet. Casomai, se proprio non ce la fai a resistere:-) puoi dire invece che il mio aggirarsi su questo blog “iniziando per primo” e pretendendo di avere “l’ultima parola” dovrebbe costituire un solido motivo per qualsiasi italiano di sgozzare imantinente tutti i biechi extracomunitari, bloggaioli o meno che siano:-) o di solidarizzare con chi lo fa.

  51. utente anonimo says:

    x Zeta, purtroppo ho la conferma:

    http://www.haisentito.it/articolo/niente-croci-nei-cimiteri-lislam-si-potrebbe-offendere/3553/

    Davide< O mio Discepolo Troppo Credulone per “wishful thinking”, Internet è una giungla dove se non stai attento puoi bere acqua da una pozza inquinata e poi cagare liquido per giorni:-).
    Quello che scrive il sito da te indicato e una bufala bella e buona. Ma davvero credi che in un regime non comunista (vabbè, quello di Prodi gli si avvicina, ma su, Prodi mica è Stalin!:-)) si potrebbe impedire a un cristiano di mettere una croce sulla tomba del babbo morto, cristiano pure isso, perché Al Zawahiri si potrebbe offendere?

    Leggi invece qui, da fonte “primaria”

    http://www.ecodibergamo.it/EcoOnLine/CRONACA/2007/01/04_arcene.shtml

    e capirai che si trattava solo del piccolo edificio in costruzione dentro il cimitero, dove si metteranno la salme per essere benedette, prima dell’interramento, in caso di pioggia e maltempo. E siccome i morti possono essere di diverse religioni o areligiosi, al consiglio comunale di Arcene è parso più ragionevole non metterci una croce all’interno di tale edificio, così quando si sotterra un cristiano la croce la porta e la riprende indietro il parroco (o ci fa un armadietto dove conservarla), la mezzaluna il mullah:-) il candelabro a 7 braccia il rabbino e così via. Ti pare una cosa tanto insensata adesso?

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Quel tuo sito bugiardo l’unica cosa buona che c’aveva era la “hurì”:-).

  52. utente anonimo says:

    >Uomo d’Onore, ti sei giocato –e hai perso – la conoscenza delle accuse che sono state fatte a Michael (quello di padre albanese e madre veneta) e a suo padre….a sua madre no. Cocco<
    E su, non fare la solita permalosa:-) adesso, dimmi, dimmi! Che gli han detto forse che gli albanesi mangiano i propri bambini e che, di conseguenza, lui non era lo stesso Mchael dell’anno scorso ma un suo clone?:-)

    >Solo che io ero un po’ seccata con lei che, a seguito di mio reiterato invito mi ha chiesto di darle un appuntamento e poi non solo non si è presentata ma non ha neanche avvisato che non sarebbe venuta, mentre io, che mi sarei fatta volentieri una bella sigaretta (ero fuori orario di servizio, risparmiati il commento caustico sugli statali) sono stata lì ad aspettarla per quasi un’ora.<
    Ma potevi anche uscir fuori a farti una bella bella fumatina, bendeta Cocco.

    >Ma no che non ci hai perse.<
    Eh, meno male, su, su, dimmi!

    >Solo che ci vuole una bella pazienza a starti dietro (leggasi: sopportarti) quando hai torto marcio,<
    Che c’entro io adesso, mica son responsabile di tutte le porcate vere o presunte che le caritatevoli anime italiche appioppano agli albanesi.

    >senza scatenare la tua ira di rinoceronte ferito<
    Beh, se mi si attacca ad minchiam, mica posso far le fusa. A parte che un rinoceronte che fa le fusa sarebbe sommamente ridicolo, e io – per dirla alla Totò – rinoceronte lo nacqui!:-)

    >Si dà il caso però che qualcuno che ti conosce di meno “non te le mandi a dire” quando “la fai fuori dal vaso” come se dall’altra parte del foglio elettronico ci fossero solo frasi scritte e non persone.

    O la dignità di persona ce l’hai solo tu?<
    No, ma io in genere so separare la persona dalle nefandezze o castronerie che tale persona spiattella (senza essere in alcun modo obbligata a farlo) sul foglio elettronico. E se il mio attacco alla nefandeza scritta la sullodata persona lo confonde ad minchiam col Proprio Onore Calpestato, mica è colpa mia. Per capirci meglio, cara Cocco, se tu scrivi una castroneria abbastanza grave e ingiustificata e io ti rispondo:”Hai scritto una porcata, per le seguenti ragioni….” questo tu – a meno che non sia in malafede e/o non sappia rispondere – non lo puoi interpretare come se io ti avessi scritto “Sei una porca”, con tutte le conseguenze del caso per una che è porca:-).

    >Ti devo mettere la faccina?

    Meglio precisare, va’!

    Se la metto e basta pensi che stia scherzando, e invece dico sul serio.

    Se non la metto pensi che sono arrabbiata, e invece mi è già passata. Fai tu. Accendi qualche lampadina nel cervello (area relazioni umane) e cerca di intendere.<
    Ghe pens’ mi! Vedi sopra. Non credo che l’Onore e la Dignità di alcuno di noi dipenda dal numero di castronerie che butta sul foglio elettronico, né dal fatto di quante volte gli fanno osservare che ha scritto una castroneria e quante volte glissano. La mia Illuminata Area Relazioni Umane del Cervello mi dice questo. Poi, se a qualcuno così non sta bene, basta che non scriva castronerie, poiché scrivere castronerie e pretendere che nessuno te le rinfacci mi sembra una Gran Bella Relazione Umana del C..zo!

    >Comunque fai bene a non accostarti alle mie delicate meningi. Faresti delle scoperte non troppo edificanti….per te. :-)<
    Eh, lo so. Scrive proprio oggi sul bieko fogliaccio “Libero” un tal Gian Luigi Paragone, ex vicedirettore de “La Padania” (e già a metter insieme “Libero” e “La Padania” ti vedo coi capelli dritti:-) ) che nel suo libro “I buoni lo sognano i cattivi lo fanno” il prof amerikano (e all’aggiunta di “amerikano” ti vedo esplodere in un urlo disumano:-) ) Robert Simon spiegava come tutti noi sognamo di ammazzare qualcuno, ma poi solamente i kattivi lo fanno veramente. E tu, qualsiasi cosa nasconda nelle tue meningi contro di me, so che sei troppo buona per saltare dall’altro lato e tradurre i sogni truculenti in realtà.

    Ciao

    Ritvan

  53. utente anonimo says:

    Ma proprio non ti si può lasciar solo un momento, eh? Cominciare l’anno rattristando i Maggioni è proprio una brutta cosa, scusa se te lo dico. :-)

    continuerò a leggerti per monitorarti… la Grande Sorella ti osserva…

    viatrix

  54. P.S. Non ho ben capito, invece cosa c..zo ci facesse nella tua tirata infilato ad minchiam il mio nome associato a quello di Blondet.

    Mah sai lo sapevo che nessuno aspettava me x farsi illuminare. Difatti il commento l’ho inserito apposta x scrivere sta roba “ad minchiam”. Così, giusto x trollare 1 po’ e dare fastidio a qualke utente…

    ciao

    cloro

  55. kelebek says:

    Ah, è comparsa la Viatrix :-)

    Benvenuta

    Miguel Martinez

  56. utente anonimo says:

    Bentrovato :-)

    La viatrix appare e scompare… come le meteore, ma c’è sempre e neppure si disintegra a contatto con l’atmosfera…

  57. utente anonimo says:

    ops scusa cocco!

    sarà che pensavo al cococo o cocopro

    :-)

    roberto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>