Titolisti troll

"Al Qaeda minaccia Roma" "I terroristi islamici: ‘Conquisteremo la capitale’".

Tutte le prime pagine dei giornali di stamattina aprono con qualche variante di questo urlo: quello che citiamo lo abbiamo tratto, non da Libero, ma da Repubblica.

Non sembrano sfiorati dalla minima ombra di dubbio.

La fonte per questa melodrammatica affermazione, capace di seminare il panico dal bar Fungo dell’EUR a Torre Bella Monaca, è un blog.

Sì, avete letto bene.Proprio un blog, tipo questo.

Un blog ospitato su Blogspot.

Blogspot ha il seguente "registrant":

Registrant:

 Google Inc.
 (DOM-345046)
 1600 Amphitheatre Parkway
 Mountain View
 CA
 94043
 US

Avete capito bene. La presunta minaccia a Roma proviene dalla California, o almeno è ospitata lì.

Il blog, pieno di affermazioni come "Shaykh Oussama Ben Laden may Allah protect him" e improbabili rivendicazioni (solo nel comunicato di oggi, sostengono di aver ucciso più di diciassette americani in un solo attentato), sta felicemente sul server di Google.

E quel server si trova in un paese in cui il minimo sospetto di "terrorismo" porta in luoghi segreti di detenzione senza processo. E che ha i migliori esperti di computer del mondo, in grado di scoprire la provenienza di qualunque upload a un sito.

Il blog non è che sta lì da ieri mattina. Sta lì da marzo, come si può vedere dagli archivi.

Insomma, l’immenso apparato di sicurezza statunitense, che controlla anche i libri che la gente prende in prestito in biblioteca, ha avuto mezzo anno per scrivere quantomeno una rispettosa richiesta al signor Google perché tolga il blog. E invece niente.

Questo improbabile blog, scritto – a differenza di quasi tutto il materiale jihadista – in lingua inglese, lancia le seguenti roboanti minacce alla nostra enologia, che citiamo in inglese per il divertimento dei nostri lettori:

"We say to the cross worshiper [the Pope]: Both you and the Romans , be awaited for the defeat as you see what happens everyday in Iraq, Afghanistan and Shishan etc…, and we are waiting for victory, martyrdom, triumph, enabling and Caliphate ( Islamic state) which judges by the law of Allah , then we will break the cross, shed the wine and we wont accept Giziya (Islam or Death), Allah will give Muslims the victory in their war against the Romans and their final capital Rome like his Prophet Mohammed – peace upon him- has promised in the right Hadith and as we were the victorious when we conquered Istanbul in the past."

Ah, dicono pure che ci fregheranno i soldi e i bambini:

"O Allah return their cunning on them, destroy them , enable us of their necks and make them with their money and children a booty for the Mujahedeen by your strength O the Almighty.."

Ora, la gente come noi sa usare "Better Who Is" e porsi domande di questo tipo.

 Lo dovrebbero saper fare anche i giornalisti.

I milioni di lettori e telespettatori, no.

Adesso capisco come si producono in serie i néoconnard.

 

 Sede di al-Qaeda, a Mountain View, California

 

Print Friendly
This entry was posted in giornalisti cialtroni, islamofobia and tagged , , . Bookmark the permalink.

61 Responses to Titolisti troll

  1. utente anonimo says:

    Allora, stavo per mettere in fresco una bottiglia di quello buono, da stappare quando la conquista islamica di Roma avesse reso evidente la secessione della Padania Cristiana, e tu mi distruggi le speranze?

    Anzi, se devo immaginare che Roma verrà conquistata dagli Usani, devo iniziare a far le valigie per trasferirmi giù?

    Non c’è più religione!

    Francesco

  2. utente anonimo says:

    Ah beh devo dire che sei proprio un genio. Pure mia nonna sarebbe in grado di capire che quella e’ una min***ata, e che non prova nulla. Devo ricordarti che quel blog e’ ospitato in un paese dove (in teoria) vige la liberta’ di parola e pensiero? Oltretutto se non lo avessi notato Google ha messo un disclaimer all’apertura del blog.

    Sei per caso amico di shelleytherepublican.com ?

    Voto sulla capacita’ di intuizione: 0/10

  3. kelebek says:

    Per l’autore del commento n. 2

    1) difficile parlare con chi non ragiona, comunque proviamo a semplificare il discorso

    2) gli Stati Uniti stanno conducendo una guerra senza limiti contro ciò che loro chiamano “terrorismo”

    3) c’è un blog che non sostiene qualche opinione, ma rivendica attentati e azioni “terroristiche”

    4) quel blog deve essere messo in rete quotidianamente da qualcuno, da sei mesi a questa parte

    5) non è possibile che l’IP e tutti gli altri elementi identificativi di chi aggiorna il blog sfuggano ad alcune centinaia di migliaia di persone il cui unico compito è di dare la caccia ai “terroristi”

    Miguel Martinez

  4. utente anonimo says:

    Beh, non è che devo internare ogni fesso che trovo. Posso lasciarlo agire, dandogli un’occhiata dietro le spalle, per vedere se incappa in qualcosa di serio … non è necessario che sia una mia creatura, anche perchè è troppo facile da scoprire!

    Sulla serietà dei giornalisti italiani lasciamo perdere …

    Francesco

  5. utente anonimo says:

    Mi stupisce non tanto l’articolo in sè (per mè è lampante che bin laden e bush siano 2 burattini mossi dallo stesso burattinaio) , ma i commenti che seguono l’articolo.

    com’è quella che l’america è un paese democratico? hahahhihih ma ci credi davvero a questa minchiata?

    Pensa che ci sono casi in america dove addirittura se parli di terrorismo coi tuoi amici ti arriva la cia a casa , un paese che tortura e uccide alla faccia del diritto internazionale , che invade paesi sovrani per rubargli le materie prime( i predoni facevano cosi’) , un paese che è nato sullo sterminio di un intero popolo , gli indiani d’america , come cavolo fate a definirlo democratico??

    comunque , non voglio convincere nessuno , certo però che sarebbe meglio prima accendere il cervello e poi scrivere.

    Un blog che rivendica da mesi attentati terroristici , il cui server risiede negli usa e nessuno riesce a capire che la regia è americana?

    per chi non lo sapesse , i servizi usa se vogliono ti rintracciano anche col pc spento , figurati se scrivi su un blog.

    Piuttosto , prepararsi per la prossima guerra in iran e poi la cina….

    bye bye

  6. utente anonimo says:

    invece questa è la prova provata del fatto che puoi tenere un blog negli usa scrivendo cavolate pseudoterroriste senza che la cia ti rapisca.

    si ciao, i servizi usa ti beccano appena pensi “terrorismo”…

    chiederei un po’ di serietà quando si vuole essere antiamerikani e antimperialisti

    roberto

  7. kelebek says:

    per Roberto

    Seguiamo il tuo ragionamento:

    1) se sei un “terrorista”, ti beccano

    2) se hai progetti “pseudoterroristi” non ti beccano

    3) allora, il progetto di distruggere Roma, vino compreso, rientra nella prima o nella seconda categoria?

    Miguel Martinez

  8. utente anonimo says:

    x roberto

    antiamericano ci sarai

    La solita tecnica delegittimatoria , o la pensi come me o sei antiamericano , antiimperialista(che poi che cavolo vuol dire me lo spieghi?) , antisemita , poi? razzista etc etc….. ma che poca fantasia.

    L’episodio del tizio che parlava con gli amici e gli è arrivata la cia a casa è reale , non fantasia , vedere film di quel ciccione americano farenaith 911

    ma perchè , qualcuno pensa seriamente che non si riesca a risalire a chi ha scritto le rivendicazioni e i proclami contro il pope? un pò di sale in zucca!

  9. utente anonimo says:

    Miguel hai avuto l’onore di una citazione da Blondet :-)

    http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=1438&parametro=esteri

    C.

  10. utente anonimo says:

    c’è un equivoco caro miguel,

    “si ciao, i servizi usa ti beccano appena pensi “terrorismo”

    era ironico.

    una piccola presa in giro di quelli che come l’anonimo n. 5 scrivono “per chi non lo sapesse, i servizi usa se vogliono ti rintracciano anche col pc spento, figurati se scrivi su un blog”

    il mio pensiero è:

    1. la cosa del blog è una minchiata e solo un giornalista italiano poteva pubblicarla

    2. l’apparato colossale usàno non ti arresta se scrivi minchiate (un po’ perchè non è necessario, un po’ perchè non è detto che ti becchino, un po’ perchè a differenza di quanto si legge nella vulgata antiamerikana, ebbene si, laggiù la libertà di parola esiste ancora)

    3. più in generale penso che quella dell’apparato colossale occhiuto e infallibile sia una palla, per spaventare i resistenti più timidi e per rassicurare gli americani più gonzi

    roberto

  11. utente anonimo says:

    anonimo 8 (firmati sennò miguel ti cancella)

    L’episodio del tizio (se ti riferisci a quel pirla di avvocato livornese) è andato un po’ diversamente: il tizio ha mandato una mail al sito dell’FBI. non l’hanno beccato mentre parlava con un amico. il pirla ha proprio scritto a FBI.gov

    e infine si, sono privo di fantasia.

    roberto

  12. utente anonimo says:

    Credo che Roberto intendesse antiamericano e antiimperialista come complimenti, almeno nell’ambito dei Kelebekkiani!

    Anche a me le storie sull’onniscente sistema disorveglianza usano ricordano molto le leggende sui complotti giudaici, massonici, islamici, sionisti, per dominare il mondo, pieni di mosse astutissime, di finte e controfinte, di ritirate strategiche, ecc.ecc. per cui alla fine TUTTO e il suo contrario potevano venire spiegatialla luce di quel piano diabolico.

    Poi Moore è un idiota pieno di sè, sarei prudente nel citarlo.

    Saluti

    Francesco

    PS mica conoscete un complotto cattolico per dominare il mondo? mi sento come Calimero …

  13. utente anonimo says:

    >anonimo 8 (firmati sennò miguel ti cancella) roberto<
    Ha, ha, ha, buona questa! Si sa che Miguel prima avvisa e poi, solo nel caso il reprobo perseveri, cancella. Siccome non abbiamo visto la solita esortazione di MM nei confronti dell'”Anonimo8″ (che, a occhio e croce dovrebbe essere lo stesso del n.5) si potrebbe dire che l’anonimo uno e bino:-) per adesso può dormire su due guanciali. E senza “accendere il cervello”, cosa piuttosto pericolosa che lo potrebbe bruciare. Il cervello.

    Ciao

    Ritvan

  14. utente anonimo says:

    Sono in tutto e per tutto d’accordo con Roberto per quanto riguarda il presunto Novello Grande Fratello. Secondo me qualcuno guarda, oltre la spazzature di Mr Michael “Chiomaunta” Moore, anche troppi film di James Bond.

    Ciao

    Ritvan

  15. utente anonimo says:

    beh francesco,

    si potrebbe dire che i cattolici già dominano il mondo e lottano con i sionisti e i napoletani per non perderne i controllo.

    avrai che in qualsiasi parte del mondo c’è una pizzeria, un mcdonald e una chiesa (o una suora o un dispensario gestito da un prete o una missione)….

    roberto

  16. utente anonimo says:

    leggasi “avrai notato”

    roberto

  17. utente anonimo says:

    su michael moore,

    confesso che bowling for columbine mi è molto piaciuto.

    sul fatto che mi ritrovo spesso d’accordo con francesco e ritvan un po’ sono angosciato.

    ma come, ho sempre votato PCI-PDS-DS, e qui non sono mai d’accordo con i rivoluzionari del blog? non è che con l’età ci si imborghesisce? o sono ritvan e francesco i veri rivoluzionari?

    :-)

    roberto

  18. E chi sono i rivoluzionari del blog?

  19. utente anonimo says:

    Piano con i termini, eh!

    Io con l’età divento sempre più un moderato reazionario e sempre meno un Reagan-rivoluzionario, quindi il problema è tutto tuo, carissimo.

    Ciao

    Francesco

    PS le spiegazioni monistiche sono l’infanzia della conoscenza :)

  20. utente anonimo says:

    e intanto (sembra che)l’unico (qui) che ha partecipato veramente a una rivoluzione(Iran 1979) sono io;-)))))

    reza

  21. utente anonimo says:

    E non mi toccate i film di james bond, ho visto l’anteprima del prossimo, seppur con seri obiezioni sulla scelta del nuovo personaggio, sarà una figata e lo vado a vedere di sicuro.

    Vorrei però aggiungere una cosa seriamente:

    I servizi segreti americani, sin dal 1979, l’anno in cui scoppiò la rivoluzione iraniana e nei successivi tre anni, anni in cui credevano di aver la situazione sotto controllo, mentre la situazione li sfuggiva dalla mano ed erano disperati perché non capivano da dove lo stanno prendendo, sono (posso dorlo!?) mezzi servizi e non più, i servizi alla james bond, di una volta.

    sto ripetendo dal 2003(l’anno in cui ho aperto il mio blog) che è in atto una guerra globale per avere la supremazia del futuro, in un mondo che è segnato dal post – bipolarismo, un mondo quindi, senza un potere dominante e che, questa guerra è piuttosto una “guerra del pensiero” cioé, vincerà il pensiero più forte, anche la dove sembra che parleranno le armi più avanzate.

    per “pensiero forte” intendo il pensiero più fedele alla verità, il pensiero meno fragile e meno dipendente dalle cose del mondo(tecnologia , denaro e media) ovvero, un autentico pensiero che sia capace di gettare le basi di un nuovo umanesimo globale.

    ebbene, l’unico pensiero forte che io conosca che sia capace di svolgere contemporaneamente una critica costruttiva, sia sulla modernità, che sulla tradizione, senza mai allontanarsi dal discorso della giustizia, oggi è rappresentata dal SCIISMO.

    potete anche credere nelle parole del papa ratzinger ed accostare l’Islam alla violenza allontanandolo anche dalla ragione(ci vuole però il massimo dell’ignoranza) potete seguirlo se volete, ha apenna aperto l’era delle nuove crociate ma, non avete idea di quanto questo(violenza si , ragione no nell’Islam predicato dal ratzinger) sia esattamente contrario di ciò che è in realtà oggi il Sciismo, ovvero vero Islam rappresentata dall’Iran.

    Quello li diceva; guardate che la terra non è piatto, ma nessuno li credeva perché le menti erano soggigate dalle superstizioni, proprio come avviene adesso.

    reza

  22. sono arrivato qui dall’articolo di effedieffe e mi sto godendo pagina per pagina questo sito blog, che apprezzo sempre di più.

    temo che blondet abbia pienamente ragione: è una “guerra di percezione”, e i bravi giornalisti nostrani (probabilmente primi in classifica quanto a servilismo) amplificherebbero qualsiasi voce pur di ingraziarsi il più forte.

    michele

  23. kelebek says:

    Per l’autore dei commenti n. 5 e 8,

    firmate sempre, anche con un nick/nom de plume/pseudonimo qualunque.

    Miguel Martinez

  24. kelebek says:

    Vorrei chiarire meglio il punto centrale.

    I casi sono tre:

    1) o c’è un tizio che ogni giorno si mette al computer e rivendica una sfilza di attentati

    2) o è tutta un’innocua bufala

    3) o è un sito che serve come esca, o per lanciare false notizie, eccetera.

    Nel primo caso, il sito avrebbe cessato di esistere da un pezzo, perché la Homeland Security ha migliaia di impiegati in grado di rintracciare la provenienza di un messaggio; e altre migliaia in grado di arrestare, rapire o far fuori chi lo manda.

    Non è questione di complottismo, è un dato di fatto.

    Quindi il sito o è una bufala, o è un’esca.

    Quando tutti i media italiani, senza eccezione a me nota, danno per buona la notizia che gli “islamici” stanno per distruggere la città di Roma, non sono solo degli sciocchi e degli incapaci.

    Sono dei criminali, perché creano terrore e odio enorme nei propri lettori contro “gli islamici”.

    Miguel Martinez

  25. utente anonimo says:

    roberto,

    anch’io ho sempre votato pci pds ds:-)

    maria

  26. utente anonimo says:

    >Quando tutti i media italiani, senza eccezione a me nota, danno per buona la notizia che gli “islamici” stanno per distruggere la città di Roma, non sono solo degli sciocchi e degli incapaci. Sono dei criminali, perché creano terrore e odio enorme nei propri lettori contro “gli islamici”. Miguel Martinez<
    Io credo, invece, da buon ex-marxista:-) che da bravi componenti dell’economia di mercato cerchino solo di vendere un “prodotto” che va via come il pane. La paura, il brivido. Miguel, hai fatto caso che fior d’incassi fanno i film horror?

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Ovviamente, le prevedibili conseguenze che scatenano sui pacifici musulmani fanno di loro (dei media) dei criminali. Ma dei criminali in buona fede, se mi consenti il termine:-).

  27. utente anonimo says:

    Anch’io ho sempre votato Partito del Lavoro (Comunista) d’Albania. Ma solo perché non c’era alcun altro candidato e se non votavi ti aspettava il gulag.

    Ciao

    Ritvan

  28. utente anonimo says:

    a ritvan, grande albanese

    :-))))

    maria

  29. Non per fare l’avvocato del diavolo, Miguel (commento 24), ma c’è una quarta ipotesi: che il blog (!) si limiti a pubblicare i comunicati di questo fantomatico gruppetto. Non è detto che il webmaster debba essere per forza un terrorista anche lui, in soldoni. Sia chiaro però che -per me- è infinitamente più probabile l’ipotesi della bufala più o meno interessata. Invece, parlando di cose serie, su “La Repubblica” di oggi il nostro amico Michele Serra fa un’interessante riflessione sull’Islam e il diritto alla critica.

  30. Mi pare interessante il post 21 di reza. Però bisognerà anche spiegare, prima o poi, che anche la società iraniana -che indubbiamente è la più progredita e interessante tra tutte quelle islamiche, ed è da sempre anche la più legata all’Europa- ha i suoi conflitti interni tra “teocon” e progressisti. O no? Sarebbe bello se fossero tutti bravi e puliti anche lì, ma da antirazzista convinto ho il sospetto che lo schifo sia presente in ogni società umana, anche in quelle rivoluzionarie.

  31. utente anonimo says:

    Anche il Martirio di Suor Leonella è una palla di Google ?

    Ironico, non si sa mai …

    Davide

    PS

    Onore a Reza …. Pahlevi però ! ;-)

  32. paniscus says:

    Il martirio di suor Leonella è probabilmente del tutto affine a quello di frere Roger, asassinato da una squilibrata di testa assolutamente cristiana…

    Lisa

  33. utente anonimo says:

    Ah, già Lisa:

    Ti attendo sempre al varco per la recensione del “Bido” “Il Corano Segreto” ….

    Guareschianly ;-) Yours

    Davide

  34. utente anonimo says:

    Miguel, questo post è lungamente citato nell’ultimo articolo di Blondet, nota 1.

    Ciao

    Ale

  35. utente anonimo says:

    Per Zebrasteifin.

    Una società dinamica e viva, non è cosi certamente perché ha giocatori di calcio e le veline o un gran numero di discoteche, o anche le donne che girano con ombelico e vita ben in mostra!?

    Visto da qui e da gente che è abituato a vedere le cose di cui sopra, la società iraniana sembra ferma e con la disinformazione sull’Iran, sembrerà per niente importante in Iran far parte della opposizione, purtroppo la disinformazione è maggiore che l’informazione corretta sull’Iran ma tutto ciò non toglie il fatto che esista una realtà iraniana, una dinamicità della società iraniana, maggiore rispetto a qualsiasi società occidentale.

    gli ultracon iraniani stanno al governo ma nel parlamento esiste l’opposizione attiva e il voto della gente conta nella scelta di chi va ad ocuppare le varie poltrone.

    reza

  36. utente anonimo says:

    Vorrei sapere da Miguel come ha saputo di questo sito.

    Grazie

  37. utente anonimo says:

    reza,

    io a 17 anni ho partecipato all’occupazione della scuola. questo dovrebbe far di me un piccolo rivoluzionario in erba…

    :-)

    roberto

  38. utente anonimo says:

    Questa storia del blog che risiede negli usa è solo l’ultima delle non notizie di cui possiamo discutere.

    E’ lampante che esista una regia occulta che alimenta il fondamentalismo e destabilizza paesi per ottenere solo un risultato : linstabilità.

    Perchè , ma è semplice , perchè cosi’ possono continuare col business della guerra .

    In realtà dietro a tutto ciò ci sono discorsi di interessi economici ovviamente.

    L’accordo iran cina per la fornitura di gas nei prossimi decenni la dice lunga.

    L’entrata in vigore dell’euro inoltre dà molto fastidio agli usa che vorrebbere vedere tutto il mondo usare i loro dollari.

    Inoltre c’è il discorso del controllo delle risorse energetiche dei paesi mediorentali , piano in cui rientriamo anche noi italiani con nassirya , dove c’è il giacimento petrolifero dell’eni.

    Insomma tutto ha un senso al di fuori della favoletta di bin laden (agente cia) che da 7000 mt di altezza in dialisi fa la guerra agli usa.

    Ma davvero c’è ancora qualche persona che prende sul serio alla favoletta di esportare la democrazia con le armi? ridicolo.

    Anche il papa rientra in questi piani , il suo discorso contro l’islam non arriva a caso.

    Da notare la differenza col predecessore , che bacchettava gli usa , mentre questo non perde occasione per appogggiarli , anche nelle loro azioni di guerra , si dovrebbe vergognare e ricordarsi che è un prete prima che un politico.

    degli israeliani dico solo che hanno invaso un paese sovrano come il libano e hanno bombardando i palazzi civili e massacrato molte donne e bambini che vui si erano rifugiati , usando anche armi non convenzionali ,(come gli usa in iraq) , cercando di provocare la reazione libanese che invece ha resistito senza rispondere.

    Parola chiave : destabilizzare.

    Paolo69

  39. utente anonimo says:

    Vorrei sapere da Miguel come ha saputo di quel sito: giornali, TV ecc.

    Grazie

    Tom

  40. kelebek says:

    Per Paolo 69,

    d’accordo. Ma rimane il problema che nei media non c’è nessuno che smascheri le non notizie.

    Miguel Martinez

  41. kelebek says:

    Per Tom,

    nella maniera più banale: Repubblica riporta l’URL :-)

    Miguel Martinez

  42. utente anonimo says:

    Miguel

    io mi sono stancato di ricevere minacce , se la gente vuole restare ignorante che ci resti.

    Tanto di cappello a chi resiste e mette in gioco tutto pur di smascherare i falsi giornalisti

    Paolo69

  43. utente anonimo says:

    Roberto! oggi potresti passare come “terrorista” per questo.

    Ma se il ratzinger riesce a raccogliere abbastanza pecorelle per offrire al bellicum sactum di fratello(suo) Geroge, stai tranquillo che ti verranno a cercare molto prima;-)))

    reza

  44. utente anonimo says:

    Reza,

    se l’unico pensiero ragionevole che conosci è lo sciismo, perchè non ti sei ancora convertito? Sei stupido e non ti ritieni all’altezza?

    Sei io fossi Lui, e ti avessi fatto incontrare la Vera Fede in Me con tanta chiarezza, la tua persistenza nell’errore zorohastriano sarebbe un grave insulto, degno di un posto in un girone particolarmente sgradevole dell’inferno.

    Però basta con ‘sta fesseria dell’alleanza tra USA e Vaticano: io che sto in mezzo tra i due posso garantire col mio sangue che non ce n’è traccia. E io soffro.

    Francesco

    PS Paolo69, QUALE DISCORSO CONTRO L’ISLAM? Leggi i posto di Miguel e il testo del Papa, s.v.p.

  45. utente anonimo says:

    francamente , non vedere una cosa, potrà dipendere anche dall’interesse che si ha a vedere o a non-vedere.

    Non so se ti è capitato di passare nelgi ultimi anni all’aeroporto fiumicino ma se capita che torni dall’estero, invece che le hostess, vedi uomini con abiti neri che girano liberamente a detsra e a sinistra per far passare folti gruppi di turisti amercani, senza dogana, senza controllo passaporto.

    ora prova un’pò te, europeo, ad andare in america, non trovi né i preti , né le hostess ma solo poliziotti, tanti poliziotti che ti conrollano anche nel bu…… .

    So che è fastidioso vedere(questo lo vedi però)il vaticano, nella persona di paparino ratzinger, già addestrato nella gioventù hitleriana per muovere guerra contro le razze inferiori, partecipare alla bellum sanctum che il neonazifascismo ha mosso contro l’Islam, ma siamo nel 2006 e questo nuovo mondo che il neonazifascismo vuole offrirvi ha bisogno di soldati, di tanti soldati, per continuare la sua guerra, ma proprio perché siamo nel 2006, i giovani scappano e non volgiono andare a fare la guerra , ecco che il vaticano può fare da ufficio reclutamento ed ecco che la guerra, diventa guerra santa.

    reza

  46. utente anonimo says:

    >degli israeliani dico solo che hanno invaso un paese sovrano come il libano e hanno bombardando i palazzi civili e massacrato molte donne e bambini che vui si erano rifugiati , usando anche armi non convenzionali ,(come gli usa in iraq) , cercando di provocare la reazione libanese che invece ha resistito senza rispondere. Paolo69<
    Scusa paolo69, abbi pazienza, ma se “la reazione libanese ha resistito senza rispondere” alla bieca aggressione israeliana, quelle migliaia di razzi katiusha che hanno stecchito qualche decina di civili israeliani (ebrei e musulmani!) son forse partiti dalla Groenlandia?:-)

    Ciao

    Ritvan

  47. utente anonimo says:

    >Reza, se l’unico pensiero ragionevole che conosci è lo sciismo, perchè non ti sei ancora convertito? Sei stupido e non ti ritieni all’altezza? Francesco<
    Volevi dire “O”, vero? Guarda fratello che ti stai introducendo in un terreno assai pericoloso. Fratello Reza mi risulta essere assai suscettibile su questo punto. E poi, a te che te frega? Magari lui preferisce o ritiene più utile per la “causa” dare “appoggio esterno” allo sciismo. Ricordi nei bei tempi andati certi intellettuali “indipendenti” che venivano eletti in parlamento nelle liste del PCI senza avere la tessera del PCI? Oppure non sa rinunciare alla birra e alle braciole di maiale, tutte cose estremamente sconvenienti per uno sciita e che portano dritto-dritto all’inferno sciita, visto che loro – a differenza di vosotros-mica c’hanno l’ayatollah con licenza di perdonare tutti i peccati prima della dipartita per l’aldilà. Insomma, cavoli suoi, perché t’impicci?:-)

    >Sei io fossi Lui, e ti avessi fatto incontrare la Vera Fede in Me con tanta chiarezza, la tua persistenza nell’errore zorohastriano sarebbe un grave insulto, degno di un posto in un girone particolarmente sgradevole dell’inferno.<
    Ma no, Francesco, nell’islam non funziona così. Lì, anche i zoroastriani hanno il loro settore del Paradiso (non so se le vergini hurì siano “di serie”, però), specie se sono stati in buoni rapporti con l’Islam. Un mio amico dotto islamico (e probabilmente anche un pochino “eretico”) mi diceva:”Tu, Ritvan, credi nell’Unico Dio? Si? Allora, volente o nolente, poiché l’hai accettato, sei un musulmano, ossia “sottomesso a Dio”. Che tu sia un musulmano buono o cattivo, io non te lo so dire. Sarà Dio a giudicarti, quando sarà la tua ora”.

    Ciao

    Ritvan

  48. utente anonimo says:

    >questo nuovo mondo che il neonazifascismo vuole offrirvi ha bisogno di soldati, di tanti soldati, per continuare la sua guerra, ma proprio perché siamo nel 2006, i giovani scappano e non volgiono andare a fare la guerra , ecco che il vaticano può fare da ufficio reclutamento ed ecco che la guerra, diventa guerra santa. reza<
    Reza mio, devo dire che quando ti ci metti d’impegno riesci ad essere di un’ironia paradossale e surreale che supera perfino la mia:-).

    Ciao

    Ritvan

    P.S. Non ho visto una tua risposta alla mia domanda su cosa ne pensi di Ahmadinejad che getta acqua sul fuoco nei confronti dell’offesa di Ratzinger a Maometto. Avranno reclutato anche Ahmadinejad nel complotto nazifasciosionistavaticano?

  49. utente anonimo says:

    >Miguel, questo post è lungamente citato nell’ultimo articolo di Blondet, nota 1. Ciao Ale<
    Si vede che l’esimio giornalista Blondet non legge “La Repubblica”, fonte da cui Miguel ha tratto la pregevole informazione. Andiamo bene!:-).

    Ciao

    Ritvan

  50. utente anonimo says:

    Scusa Ritvan,ma mi sembra che Martinez abbia tratto da “repubblica” solo il titolo “spargipanico” (al qaeda minaccia Roma…ecc.) con cui ha aperto il post.

    Se invece intendevi fare dell’ironia, scusami,perchè non l’ho capita.

    Franz

  51. utente anonimo says:

    >Scusa Ritvan,ma mi sembra che Martinez abbia tratto da “repubblica” solo il titolo “spargipanico” (al qaeda minaccia Roma…ecc.) con cui ha aperto il post.

    Se invece intendevi fare dell’ironia, scusami,perchè non l’ho capita. Franz<
    Mannaggia alla mia ironia che mi sta succedendo come quello di “Al lupo al lupo!”:-)

    Ero serissimo, caro Franz, tranne che nei confronti di Blondet, ovviamente. Riepilogando:

    “Commento n.39: Vorrei sapere da Miguel come ha saputo di quel sito: giornali, TV ecc. Grazie Tom”

    “Commento n.41: Per Tom, nella maniera più banale: Repubblica riporta l’URL :-) Miguel Martinez”.

    L’URL è l’ “indirizzo” del sito fetente, che Blondet, dopo aver letto “La Repubblica” – che pare non legga – poteva trovare benissimo da solo, come ha fatto il nostro MM. Tutto chiaro adesso?

    Ciao

    Ritvan l’Insonne

  52. utente anonimo says:

    francamente Ahmadinejad mi ha sorpreso, non che personalmente abbia la voglia di vedere davvero altri morti per questa uscita del papa ma quando sento dei vari mufti che a destra e a sinistra escono fuori per condannare il discorso del papa, non so, sento qualche puzza, insomma! ma chi lo conosce il mufti turco, sarà che è di quella serie del “famoso” (ma chi lo ha mai conosciuto)mufti di Gerusalemme !?!

    effettivamente a mi basta sapere che il papa è disponibile a sentire le critiche che li vanno fatte per il suo “maldestro” discorso, dopo di ché , se dichiara di esserné rammaricato e che è stato frainteso, la cosa finisce qui, finisce nel senso di altre critiche, come dice il buon Ahmadinejad.

    Ecco, vi ho detto come la pensa lui e perché ha agito in questo modo,li ho letto sui giornali queste cose e sembra che maggior parte della intellighenzia Sciità lo condivida anzi, hanno intenzione di mandare qualcuno ad illuminare il papa perché secondo loro, il papa con i suoi ragionamenti nel recente discorso, ha dimostrato che dell’Islam non capicse una mazza.

    Figuriamoci, anche un somaro come me se né accorto subito che il papa sull’Islam sbaglia.

    reza

  53. utente anonimo says:

    Reza mio, a me sa tanto che nel mondo islamico giochino al vecchio gioco del “poliziotto buono-poliziotto cattivo”: quando s’inkazza Ahmadinejad con l’occidente i muftì stanno buoni e viceversa. Tutto il mondo è paese:-).

    Ciao

    Ritvan

  54. utente anonimo says:

    Ahmadinejad , a differenza del papa e di Bush, almeno non si nasconde dietro alle belle parole per sé e brutte parole per gli altri, ieri ha parlato all’ONU, le sue parole stanno li per tutti, sono le sue e autentiche e le ha espresse con tanta sincerità morale e intellettuale, esponendo il mondo reale come è vista dalla parte di quelli che subiscono tanta ingiustizia causata da quella parte del mondo che fa capo, religiosamente e Ratzinger e rabbini e, politicamente a Bush e Blair .

    reza

  55. kelebek says:

    Per Reza,

    sai dove posso trovare il testo del discorso di Ahmedinejad all’ONU?

    Miguel Martinez

  56. utente anonimo says:

    Miguel, mi sa che il Verbo non è stato ancora pronunciato. Se hai la pazienza di aspettare fino a domani…

    Ciao

    Ritvan

  57. utente anonimo says:

    Contrordine kompagni:-). Il verbo è stato pronunciato. Miguel vai all’URL qui sotto e godi:-)

    Ciao

    Ritvan

    http://www.globalsecurity.org/wmd/library/news/iran/2006/iran-060920-irna02.htm

  58. utente anonimo says:

    Per Miguel.

    vai sul: http://www.irna.ir .

    troverai tre discorsi di Ahmadinejad in America; aal’ONU, al consiglio di relazioni esteri e alla chiesa anglicana.

    reza

  59. utente anonimo says:

    x 52

    Ecco, finalmente una buona idea. Se esiste una disputa intellettuale, mi pare meglio risolverla (o provarci) a parole piuttosto che a mazzate.

    Francesco

  60. utente anonimo says:

    Ora è tutto chiaro Ritvan.

    Il fatto è che i commenti 39 e 41 non li avevo manco notati,che i tuoi son solitamente più appetibili.

    Comunque,se davvero Blondet non legge “repubblica”,fa solo bene ,dovrei smettere anch’io di foraggiare quella banda di strapagati spargimerda e giustizieri a senso unico

    Franz

    Ps:però,fai orari più “vampireschi” dei miei.

  61. utente anonimo says:

    >Comunque,se davvero Blondet non legge “repubblica”,fa solo bene ,dovrei smettere anch’io di foraggiare quella banda di strapagati spargimerda e giustizieri a senso unico. Franz<
    Se non sei un giornalista faresti bene. Se lo sei, faresti male. La differenza sta tutta qui.

    >Ps:però,fai orari più “vampireschi” dei miei.<
    No, il mio vampirismo era solo un una tantum eccezionale. Di solito la notte dormo.

    Ciao

    Ritvan

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>