La teologia della memoria strumentale

Alcuni giorni fa, l’Unione delle Comunità e Organizzazioni Islamiche in Italia (UCOII) ha fatto pubblicare, a proprie spese, un’inserzione su alcuni quotidiani. L’inserzione sarebbe dovuta uscire subito dopo la strage di Qana, ma gli editori hanno fatto ritardare la pubblicazione, che è avvenuta solo dopo il cessate il fuoco.

Il testo contiene un elenco di stragi commesse dallo Stato d’Israele, con qualche esagerazione su alcuni numeri, ma anche con molte importante ommissioni. Il testo contiene due riferimenti piuttosto incidentali alla Seconda guerra mondiale: il titolo, che recita, IERI STRAGI NAZISTE, OGGI STRAGI ISRAELIANE; e la frase conclusiva, MARZABOTTO = GAZA = FOSSE ARDEATINE = LIBANO.

La maggior parte delle persone pensanti prova un senso di fastidio ogni volta che sente chiamare in causa i famosi nazisti, e questo succede per un motivo molto semplice, che ha a che fare con il meccanismo della teologia.

Quando un musulmano cercava una scusa per esigere la riscossione di un prestito, trovava un hadith – una frase attribuita al profeta Muhammad – che lo giustificava; e viceversa, quando cercava una scusa per non pagare un prestito, trovava un altro hadith che lo giustificava.

In tutti e due i casi, si mascherava il proprio interesse personale con qualche comportamento attribuito, veramente o falsamente, ma comunque fuori contesto, al profeta dell’Islam.

Oggi è la stessa cosa, solo che il ruolo di Muhammad lo svolge Adolf Hitler, anche se in negativo.

Ogni cosa che abbia fatto il governo tedesco tra il 1933 e il 1945 può diventare  oggetto strumentale di condanna: l’ecologista può sottolineare come i nazisti abbiano costruito le prime autostrade, un antiproibizionista come la Germania nazista abbia condotto le prime massicce campagne salutiste contro il fumo.

Ovviamente a nessuno dei due interessa la storia tedesca: stanno parlando di autostrade e di sigarette. Ma vogliono fare a meno della noiosa procedura dialettica e democratica, della discussione che obbliga a portare argomenti. Vogliono annientare subito l’avversario, chiedendone la liquidazione in quanto essere demoniaco.

E questo si ottiene, oggi, in maniera elementare, portando come prova l’autorità inconfutabile dei nostri tempi: Adolf Hitler, che incarna nella fantasia di massa quell’ente sacro che chiamano "Memoria Storica". Come è giusto, questa tecnica retorica ha anche un nome scientifico, reductio ad Hitlerum.

In questo senso, l’UCOII ha partorito un parente artigianale di tutte le sciocchezze che sentiamo ogni giorno e ogni ora sugli "islamonazicomunisti", sull’ "Islamic Fascism", su "Ahmadinejad uguale a Hitler". Diciamo per inciso che quest’ultima equazione viene usata spesso e volentieri da Adriano Sofri, cui Repubblica regala frequentemente la prima pagina.

Ma su simili usi della reductio ad Hitlerum sentiamo tutt’al più qualche blanda ironia, mentre nel caso dell’UCOII abbiamo esplicite richieste di carcere, espulsione e messa al bando: cioè le punizioni più gravi che la nostra società possiede.

Quindi l’accusa contro l’UCOII non è quella di aver usato a sproposito il nazismo, cosa che fanno tutti.

Ma di averlo fatto come un frate eretico che nel Medioevo avesse osato interpretare a modo suo un brano della Bibbia, senza averne l’autorizzazione.

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , . Bookmark the permalink.

22 Responses to La teologia della memoria strumentale

  1. utente anonimo says:

    Teologicamente c’ è chi fa di Islam, Comunismo e Nazismo dei movimenti CriptoSatanisti

    Su Hitler come AntiCristo penso che non sia difficile trovare documentazione, ma su Marx Rino Cammilleri nel suo “I Mostri della Ragione” rivela un passato

    giovanile Massone Satanista con tanto di “Febbre da Possessione Demoniaca”, [Che non arebbe risparmiato neppure Gianni Vattimo !]…. sull’ Islam ?

    http://www.coranix.com/beastycult.htm

    Per Par Condicio c’ è anche il vostro amato Blondet con il suo”Cronache dell’ AntiCristo” che trova come al solito nel Talmud la Radice di Ogni Male …

    ….questi han superato il Maestro:

    http://www.ccsg.it

    Davide

  2. utente anonimo says:

    Purtroppo è introvabile,

    ma pare che un certo Nitoglia riproponga, sempre con Effedieffe,

    la vecchia tesi dell’ Islam come Setta Giudaica inventata dagli Ebrei in funzione AntiCattolica….Qualcuno l’ ha letto ?

    Davide

  3. utente anonimo says:

    Il Male Teologico è Satana, giusto ?

    Davide

  4. utente anonimo says:

    Reductio ad Hitlerum … non l’avevo mai sentita.

    S’impara sempre qualcosa da te, Miguel :-)

    C.

  5. utente anonimo says:

    “Per Par Condicio c’ è anche il vostro amato Blondet…”

    Daje.

    Davide, sei la generalizzazione fatta persona.

    Uno di quelli che non conoscono la seconda persona singolare.

    Paolo

  6. utente anonimo says:

    Nella falsificazione dei numeri (ed anche di altro) Arabi e Muslim sono fenomenali.

    A volte mi domando perché cazzo sto ancora qui a stupirmi…

    JZ

    P.S: Dov’è Reza? E’ un po’ che non lo leggo…

  7. utente anonimo says:

    Miguel scrive:

    Ma su simili usi della reductio ad Hitlerum sentiamo tutt’al più qualche blanda ironia, mentre nel caso dell’UCOII abbiamo esplicite richieste di carcere, espulsione e messa al bando: cioè le punizioni più gravi che la nostra società possiede.

    -cioè come a dire (se ho capito bene): visto che tutti la passano liscia perchè l’ UCOII non dovrebbe?

    però secondo me il punto è che l’ azione in se è sbagliata. Il fatto che tutti la passino liscia non giustifica l’ azione. Oltretutto un gesto del genere bolla un’ associazione che fino ad ora mi sembrava abbastanza tranquilla ed equilibrata in quello che faceva. O per lo meno che agiva con una certa intelligenza. Questa volta hanno voluto scegliere la via più facile, forse li avevo sovrastimati.

    Rubimasco

  8. utente anonimo says:

    x JZ al 7:

    E se gli linki qualcosa che li sbugiarda, anche su di un solo singolo morto, si sentono tutti Ayatollah in Iran …E dire che gente così è dentro al Sociale Umanitario (!?!?)

    ….Il Futuro della Libertà e della Democrazia è semplicemente un’ Apocalisse !!!

    Davide

  9. utente anonimo says:

    Sempre x JZ al 7

    ….E invece dire che l’ 11 Settembre 2001 gli AmeriKani se lo sono fatti da soli per mettere le mani sul Petrolio fa molto RadicalChic ….E poi gira ancora la sbugiardatissima Leggenda Metropolitana che tutti gli Ebrei quel giorno sono stati a casa per Ordine del Mossad …

    … Se poi ci aggiungi il suggerimento spulciato dal Talmud diventi Maurizio Blondet

    Davide

  10. Conosco molto bene la “reductio ad Mohammed”. Negli ambienti islamici in cui mi sono formata era la prassi e sono stata anche tentata parecchie volte di adottarla per i miei scopi personali ;-), purtroppo non sono affatto brava come sofista!! E nemmeno l’Ucoii: si è visto!!!

    L’Ucoii non è un partito, un azienda, un giornale, un’organizzazione in grado di studiare l’immagine mediatica da adottare e non ha esperti di marketing che studiano il messaggio che bisogna dare all’esterno per essere vincenti. L’Ucoii è un’associazione fatta di persone che non sono sempre d’accordo tra loro e che vuole accgliere anche altre persone che, probabilmente, potrebbero dare un orientamento ancora meno coerente all’immagine pubblica finale. E finora non glien’è mai importato di questo. Il comunicato è stato scritto durante le stragi, quando i giornali ne parlavano quasi come per giustificare l’accaduto e ti veniva un nervoso che non riuscivi a trattenere proprio e ti ribolliva lo stomaco e ti si arrufavano tutti i peli e comunque non ci potevi fare niente.

    Personalmente, per tanti giorni, non sono riuscita a scrivere nulla in proposito. Qualsiasi cosa mi sembrava inappropriata, sbagliata, retorica, qualsiasi cosa mi sembrava come un’insensata voce fievole e indecisa contro il roboante urlo di guerra con cui i media volevano coinvolgere la massa.

    Certo, non è stato un comunicato molto furbo, dobbiamo ammetterlo!

    Personalmente però lo condivido pienamente – e che ci posso fare?

    E, per favore, non lo dite in giro che già c’ho il cellulare sotto controllo e la posta praticamente pubblica (altro che L.196/03!!).

    Però ormai dovrebbero iniziare i nazisti ad offendersi del paragone, non credete?

    Duà per la Consulta!

    Khadi

  11. utente anonimo says:

    L’UCOII avrebbe urgente bisogno di un consulente di immagine e di esperti di comunicazione.

    Secondo me.

    Detto questo, è triste, e fastidioso, il fatto che moltissime persone possano scambiare la retorica per realtà (“tal dei tali è il nuovo Hitler e perciò colpiamolo!”).

    In ogni caso, vorrei far notare la palese falsità dell’accusa di “Taqiya” che emerge da tutta la faccenda.

    Mi sembra anzi che i musulmani siano proprio i meno bravi a simulare, dissimulare, far finta di niente, nascondere intenzioni malvagie dietro falsi sorrisi, e insomma tutto quello che l’immaginario della Ggente attribuisce al musulmano taqiyatore

    (che poi è non è altro che una riedizione riverniciata di quello che attribuisce al “levantino”).

    Magari proprio l’uomo della strada, la Ggente, che richiesto di un parere su Israele-Palestina-Libano dice (a me è successo diverse volte di sentirlo) frasi tipo

    “per me sono tutti uguali”, “uno è peggio dell’altro”, “se ne andassero tutti all’Inferno”, “so’ dumila anni e ancora nun so’ bboni de stare in pace”, “insomma sono sottosviluppati, vanno ancora in giro con quel berrettino (gli ebrei, nota mia)”, “se proprio ‘sti ebrei fossero delle brave persone non sarebbero stati sempre così malvisti” ecc.

    (tutte frasi che ho sentito io in prima persone da “gente comune” che spesso votava a sinistra)

    tutta questa gente, dicevo, ha abbastanza intelligenza, Taqyia, dissimulatio, viltà, o come volete chiamarla, per non andare a dire queste cose agli israeliani-barra-ebrei.

    Invece questi musulmani presunti taqiyatori e “astuti calcolatori” che fanno?

    Da veri scemi, si mettono a prendere una pagina a pagamento urlando proprio l’argomento che li porterà al massacro.

    Bella dissimulazione, non c’è che dire.

    Paolo

  12. X Rumi:

    in che senso appoggiate il comunicato dell’UCOII?

    detto più chiaramente : la questione affrontata da Miguel mi sembra riguardi l’abuso del termine nazista .

    In questo caso visibile nell’uguaglianza presentata dall’UCOII tra fosse ardeatine e libano.

    Siete favorevole all’uguaglianza dello stato israeliano con la germania nazista?

    ricordando le uccisioni ed i campi di concentramento (ebrei, zingari, dissidenti politici, handicappati, testimoni di geova), lo scoppio della guerra, l’ideologia apertamente razzista da attuare con la migliore logistica a loro disposizione tipiche del nazismo…. vedete una struttura dello stato israeliano più simile a quello nazista che a quello “democratico occidentale” (compreso il turco) e a quello medioorientale (sia khomeinista sia baatista)?

    in caso affermativo, vorrei conoscere i documenti ufficiali della tua associazione dove si approfondisce il tema.

    grazie

  13. kelebek says:

    Per Rubimasco,

    ovviamente hai ragione: nessuno dovrebbe fare la reductio ad Hitlerum.

    Ma io non guardo tanto all’UCOII, quanto al complesso dominante della nostra società: e lì c’è questo doppio comportamento che è molto interessante.

    Miguel Martinez

  14. kelebek says:

    Interessanti i commenti di Paolo e di Khadi, grazie!

    Miguel Martinez

  15. grazie della risposta Rumi, stasera leggerò i documenti

  16. utente anonimo says:

    >Lo stato Ebraico non sappiamo come sia , visto che dal 1948 il Sionismo comanda ogni cosa e opera sicuramente come la Germania Nazista, Rumi<
    Ah, “non sappiamo come sia”, ma “opera sicuramente come la Germania Nazista”. Bellissimo!:-). Mai provato a chiedere un visto turistico e p.es. chiedere laggiù a qualche deputato musulmano della Knesset di mostrarti i segni delle torture sioniste che porta sul corpo?

    >del resto il legislatore tedesco per fare le “Leggi Razziali di Norimberga” del 1935 , si ispirò al Talmud degli ebrei cioè il loro codice di comportamento e le leggi da seguire , in pratica i principi che gli ebrei applicavano sugli altri popoli furono usati contro loro stessi,<
    Caro Rumi, tu confondi le leggi nazionali con quelle religiose. Un ebreo amerikano poteva fottersene allegramente di quello che diceva il rabbino e impalmare una svedese protestante o una negra animista e viceversa. E poi, anche vosotros “muslimmi” (come da graziosa definizione di JZ:-) ) non è che benedite l’unione di una fimmena muslim con un ebreo o un “crociato”. Razzisti e ispiratori delle leggi di Norimberga pure vosotros???!!!

    >gli ebrei nella loro storia sono sempre stati razzisti con i gentili e i non ebrei , la loro peculiarità era proprio quella , non mischiarsi in quanto popolo eletto,<
    Cioè, famme capi’, chi dice “mogli e buoi dai paesi tuoi” è un bieco razzista? Minchia! Urge una legge che COSTRINGA gli ebrei a sposarsi con non-ebrei, così imparano ad avere la puzza sotto il naso (ovviamente adunco:-) )!

    Ma poi quanti “gentili” hanno mandato nei forni crematori i perfidi giudei razzisti durante la Storia per essere accomunati a Hitler? Sù, sù, dimmi!

    >tutte sciocchezze che gli uomini di buona volontà ebrei e non rifiutano naturalmente , ma cosi non è per il Sionismo che fa dell’appartenenza e del sangue il pilastro della sua ideologia,<
    Come fanno tutti (o quasi) gli stati nazionali. Tutti razzisti e hitleriani??!!

    >”Terra e Sangue” (motto della Gioventù Hitleriana) il suo modus operandi,<
    Beh, ti ricordo che nelle fibbie delle SS stava scritto “Gott mitt uns”. Vabbé, in una fibbia non c’era spazio per aggiungere “Clemente, misericordioso”:-), ecc., ecc., ma allora – sloganeggiando piacevolmente – si potrebbe fare la famigerata “reductio ad Hitlerum” anche per vosotros, o no?

    >la sua predispozizione alla guerra<
    Ti ricordo che nel 1948 Israele fu attaccato e rispose con le armi. Doveva forse rispondere con mazzi di fiori per dimostrare la “non predisposizione alla guerra”? Tutto il resto è conseguenza di quell’attacco.

    >e alle azioni malvage e infine al razzismo mal celato di Israele verso arabi e cristiani fa si che Israele possa essere paragonato a uno Stato proto-nazista.<
    Ma che fa il bieco Isrele ai poveri cristianucci? Proibisce forse loro di sposare degli ebrei? Beh, anche se fosse, non fa nulla di diverso da vosotros.

    >L’UCOII ha fatto una forzatura nel paragonare le stragi naziste con quelle israeliane,<
    Non è una forzatura, bensì una vera e propria castroneria. I bombardamenti israeliani (e conseguenti morti civili) al massimo potrebbero essere paragonati a quelli alleati contro le città italiane durante la II GM. Ma quel paragone non è “politically correct”:-).

    >nate in contesti sicuramente diversi , ma accumunate dallo stesso odio , dalla stessa volontà di distruggere e annientare,<
    Beh, non conosco una guerra in cui non ci sia stato odio e volontà distruttiva da ambo le parti. Se tu ne conosci una, indicamela, ti prego!

    >allora il paragone ci sembra giusto,<
    Ovviamente:-). Tu li paragoni a Hitler gli ebrei d’Israele, fratello, ma in questo non c’è alcun odio da parte tua, vero? Solo una assettica e ragionata anilisi dei fatti:-).

    >documenti on -line ancora non ci sono , ma puoi dare una occhiata all’agenzia e al sito.<
    Sono curioso di vedere la versione “riveduta e corretta” di matrice sciita del “reductio ad Hitlerum” dei perfidi giudei.

    Ciao

    Ritvan

  17. utente anonimo says:

    >Per Rubimasco, ovviamente hai ragione: nessuno dovrebbe fare la reductio ad Hitlerum.

    Ma io non guardo tanto all’UCOII, quanto al complesso dominante della nostra società: e lì c’è questo doppio comportamento che è molto interessante. Miguel Martinez<
    Questo è uno dei casi in cui sono completamente d’accordo con te. Puro e semplice doppiopesismo: chi definisce il regime di Teheran “nazislamico” o “islamonazista” (impropriamente, IMHO) fa semplice critica politica, mentre chi definisce “nazista” quello israeliano (altrettanto ad minchiam) viene denunciato. E – cosa che ti sei dimenticato di sottolineare – non per diffamazione, ingiurie, offesa a Stato estero e roba simile, bensì per “istigazione all’odio razziale” (legge Mancino”). Che minchia c’entra la razza, essendo tutti i popoli di quella infelice zona di “pura razza semitica”?

    Ciao

    Ritvan

  18. utente anonimo says:

    Ecco, io chiedo a tutti quelli che ancora non sono rincoglioniti con la propaganda sionista; se gli arabi sono semiti come gli ebrei, allora che diavolo di antisemitismo tirano fuori questi sionisti quando si parla dei loro crimini ?

    via, andiamo, è pura propaganda neonazifascista, israel è uno stato totalmente criminale, sin dalla sua creazione e durante tutta la sua nefasta esistenza ha solo commesso crimini e in tutto il mondo.

    ditemi di una sola cosa buona, o giusta, che abbinao fatto questi criminali sionisti, una sola ! sapete tutti che non né esiste nemmeno una ma di crimini?

    oh, ben 80 volte gli USA hanno messo il veto all’ONU sulla condanna dei loro crimini, ecco la loro fedina penale, ma questo è mettere la testa sotto la sabbia mentre la stragrande maggioranza della gente, malgrado enorme sforzo propagandistica dei sionisti, conosce molto bene di che pasta sono fatti e li odia e questo odio non ha niente a che fare con antisemitismo o con razzismo ma è direttamente collegato alla disumanità nella loro condotta, in generale e in particolare.

    reza

  19. utente anonimo says:

    >ditemi di una sola cosa buona, o giusta, che abbinao fatto questi criminali sionisti, una sola ! < Il processo ad Eichmann non era malaccio… Immagino che in Iran gli avreste dato lo status di rifugiato senza manco dover cambiare identità. Ma nessuno è perfetto… JZ

  20. utente anonimo says:

    caro JZ, io non mi preoccupo più di tanto delle vostre fandonie perché so che la verità vince sempre e vuoi (neonazifascisti)siete contro la verità e quindi perdenti, ma mi preoccupa quando tutti i vostri atti criminali segreti verranno a galla (che né so, tipo l’11 settembre ed il coinvolgimento del mussad ?) e la gente si incazza davvero………….!

    ah già, dimenticavo, i 300 testate nucleari israeliani servono per quel giorno !?!

    rza

  21. utente anonimo says:

    >caro JZ, io non mi preoccupo più di tanto delle vostre fandonie perché so che la verità vince sempre e vuoi (neonazifascisti)siete contro la verità e quindi perdenti, ma mi preoccupa quando tutti i vostri atti criminali segreti verranno a galla (che né so, tipo l’11 settembre ed il coinvolgimento del mussad ?) e la gente si incazza davvero………….!

    ah già, dimenticavo, i 300 testate nucleari israeliani servono per quel giorno !?!

    rza<
    Ma quali testate e testate, non facciamo gli apocalittici, per favore! Nel molto improbabile caso che venisse fuori il coinvolgimento del Mossad nell’11/9 (con relative telefonate fatte alla vigilia ai 4000 ebrei che lavoravano al WTC:-) ), tu credi che il diabolico Mossad non abbia già predisposto un piano infallibile per dimostrare che le famose prove del suo coinvolgimento sono state fabbricate a Teheran? E tutto torna come prima. Spy Games, caro mio, si chiamano Spy Games, detto in stretto “grandesatanese”:-)

    Ciao

    Ritvan

  22. utente anonimo says:

    >300 testate nucleari< Visto? Un’altra cosa positiva “dell’Israele” oltre al succitato processo…
    Me ne suggerisci altre? E che sei? Una pedina dei “perfidi giudei”? :)

    JZ

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>