Opposti estremisti

"Gli Stati Uniti hanno sempre potuto contare su un alleato solido e leale, pronto ad assumersi la responsabilità di essere al vostro fianco per la difesa della libertà."

Silvio Berlusconi, parlando davanti al Congresso degli Stati Uniti, 1 marzo 2006.

“…dobbiamo proporre per il nostro paese una collocazione strategica che lo veda saldamente inserito in Europa, come protagonista delle politiche di integrazione europea, nonché come alleato leale degli Stati Uniti.”

Dal programma elettorale dell’Unione, primavera 2006. 

Print Friendly
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , . Bookmark the permalink.

11 Responses to Opposti estremisti

  1. utente anonimo says:

    beh dovresti essere contento, secondo prodi & co siamo diventati un alleato leale (ci mancherebbe che scrivevano “alleato un po’ bastardello”) ma non più solido, diciamo ondivago

    :-)

    roberto

  2. utente anonimo says:

    o, più seriamente, è una mezza dichiarazione di guerra, nel senso che nel discorso prodiano il centro dei nostri interessi torna ad essere l’europa, cancellando così cinque anni di filoatlantismo senza se e senza ma

    roberto

  3. utente anonimo says:

    Non voglio attaccarmi troppo alle funi del cielo , ma è vero, aver levato l’aggettivo solido e lasciato il generico leale, è qualcosa, è molto invece la citazione dell’Europa, non dimentichiamoci la posizione di Berlusconi in ordine alla guerra in Iraq che pretendeva di essere la nuova Europa rispetto alle vera Europa, e cioè quello spazio geografico e culturale che non può prescindere dalla Germania e dalla Francia altrimenti diventerebbe un’entità inesistente come la Padania.

    maria

  4. effettivamente queste citazioni sono abbastanza fuori contesto, e non dimostrerebbero affatto una continuità di politica estera tra Berlusconi e Prodi. Sarebbe molto + opportuno riferire che ieri il PRC (che 8 anni fa pur di dichiararsi contrario alla guerra nel Kosovo accettò una dolorosa scissione e che ha messo la non violenza preventiva nel proprio programma) ha convocato il CPN x eleggere Giordano nuovo segretario (che ha detto che da oggi il PRC sarà partito di governo e basta, senza + lotta) e x votare sull’approvazione di una mozione in cui si chiedeva al nuovo governo come primo atto di ritirarsi dall’Afghanistan. Ovviamente la mozione è stata respinta. Se questo accade nel PRC, sono pronto a scommettere sul nostro esercito in Iran entro il 2006

  5. x roberto

    mi hai tolto le parole… di tastiera !

    ;-) ;-) ;-)

  6. utente anonimo says:

    qualcun’altro lo avrà di sicuro già scritto da queste parti: il fatto che Berlusconi e Prodi si considerino entrambi alleati degli Usa non elimina le differenti vedute che hanno su tantissimi altri temi.saluti

    A.

  7. utente anonimo says:

    Caro Miguel,

    non credo tu colga le molte sfumature che in italiano ha la parola leale …

    Francesco

  8. kelebek says:

    Per Amaryllide (commento n. 4),

    sono d’accordo… ho voluto solo fare notare la convergenza di linguaggio, con due citazioni che in sé ovviamente dimostrano poco.

    D’accordo anche sul PRC.

    Miguel Martinez

  9. AndreaRusso says:

    Bertinotti ha affermato all’ingenuo maitiano on. Cannavò, sulla guerra in Afghanistan “E che facciamo cadere il governo?”; dunque, i bertinottiani di Giordy sono prontissimi a rifininanziare la missione. Come riusciranno a giustificarlo i miei compagni di sezione, ve lo lascio immaginare.

    Quanto al programma, ha sempre fatto cagare. Invano la nostra corrente ha cercato di fare una verifica interna su quelle 279 pagine di opportunismo, ma alla maggioranza interessava di più mettersi comoda (in poltrona/e), comprare popcorn e striscioni (arcobaleno, ovvio) per tifare Bertinotti al suo insediamento alla Camera.

    Andrea

  10. utente anonimo says:

    x Andrea Russo

    scusami ma, da destra, è da molto tempo che vedo RC solo come l’agenzia di collocamento privata di Fausto Bertinotti. E mi pare di avere ragione.

    Inutile farsi cattivo sangue, siete voi a sbagliare le aspettative, non loro a comportarsi male.

    Francesco

  11. AndreaRusso says:

    Ma io su Bertinotti e la sua cricca non faccio, ne ho mai fatto ne farò alcuna aspettativa, forse non ci siamo spiegati. All’interno del partito, a cui sono iscritto pure da poco, faccio riferimento a un’altra corrente politica, quindi da me non sentirai mai dire frasi idiote come “speriamo che l’Unione colga la domanda del popolo di sinistra e rispetti il programma”.

    A mio parere, ritengo che tentare di fare qualcosa all’interno di Rifondazione cercando di sconfiggerne la maggioranza è meglio che urlacchiare dall’alto di qualche setta sconosciuta senza possibilità di incidere. E di certo, denunciare (da -estrema- sinistra) la brama di potere di Bertinotti e i suoi assessori/dirigenti al guinzaglio di Prodi non fa mai male.

    Andrea

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>